domenica 17 aprile 2011

UNA FIGURA DA OSCAR (il nuovo Candy)






“The Winner is? Robbbertoooooooo!!!!” Ve la ricordate la Loren a 'La notte degli Oscar'? Ho sempre sognato di fare anch'io una cosa del genere, premiare uno come Benigni, dico. Però, visto che non ho la possibilità di salire su quel palco, mi accontenterò di montare sopra il mio tavolo e consegnarlo a uno di voi. Bene, vi annuncio che oggi ha inizio il nuovo Candy di A Casa di Simo: “Una figura da Oscar”. Non è fantastico? Pare vero. Ovvio che lo meritereste tutti, soprattutto per l'affetto con il quale mi seguite (anche ora che non ho tempo di passare dai vostri blog-alimortè!-), ma ci deve essere un vincitore, come in una notte degli Oscar che si rispetti.

Come fare per aggiudicarsi il primo Oscar della vostra vita? Dovete presentarvi con un cortometraggio?

No.

Essere cugini di terzo grado di Spielberg?

Macchè.

Somigliare vagamente a Leonardo di Caprio?

Nemmeno.

Farmi un provino stile Zelig?

Manco.

Dovrete semplicemente raccontarmi una bella, stratosferica, magnifica...figura di merda.

(da un minchia-blog che ti aspetti? Voglio dì).

Una figura da Oscar. Quella in cui vi sareste sotterrati all'istante, quella dove avete pregato di essere fulminati in piena fronte da una saetta pur di sparire, quella che, ancora adesso, viene citata dai vostri amici davanti a tutti. Ce l'avrete, no? E che le devo fare solo io?

Oh bhè, io a casa ho le mensole piene di Oscar.Un esempio?

*“Federica, che bello averti a cena da noi!Vieni da così lontano, che non ci speravo!Serviti pure, questa bresaola è gustosissima, sentirai!”

“Grazie. Sono vegetariana”


*“Ragà, stasera spaghetti cacio e pepe!E che ci vuole? Anche un bambino saprebbe farli, vero? Prendete. Ti basta? Ne vuoi ancora? Invitanti, vero? Marò che buo...un po'...aaassshhh...fiuuu fiuuu...picc...aahhhh piccanti? Mio dio che schifo!” Risultato? Piatti nel cesso. Con 8 persone a tavola.(Mario la diapositiva, grazie)








*“Signora ha fatto un ottimo acquisto!Suo marito sarà felicissimo!”

“Sono vedova”


*“Tesoro, ma che begli occhi che c'hai? Quanto ha?”

“Tre anni”

“Ha degli occhi stupendi!L'ha presi da lei, signora!”

“E' un po' difficile.Lo abbiamo adottato”


Senza contare la volta in cui:

-sono uscita con la maglia al rovescio, col cartellino attaccato e con il trucco sbafato.

-senza occhiali ho agguantato il cellulare esclamando “Amore!Ma che lotta ieri sera, eh?Bello mandrappone mio!” “Buongiorno,è la signora Simo? Qui è l'INPS...”

-ho chiamato il marito di un'amica col nome del suo ex. Al suo matrimonio.

-ho tirato fuori dalla borsa un assorbente al posto del pacchetto dei fazzolettini. Davanti al direttore di un supermercato.

-mi hanno chiamato su un palco per ricevere la coppa del campionato apostrofandomi con “Ecco il nostro capitano!” e io per esultare ho alzato al cielo la coppa. Al contrario. Una pioggia di medagliette dure come sassi mi ha travolto. La coppa evidentemente era piena.

Devo continuare? Anche no. Adesso tocca a voi. Le regole dei miei candy le sapete, facili facili.

Basta un commento, è sufficiente che me lo raccontiate qui, se volete. E niente estrazione. Questa volta deciderò io chi si merita l'Oscar della figura di merda più bella ( e so che sarà una scelta difficilissima, porcaeva!) Però, chi decide di farci un post, e sputtanarsi alla grande anche coi propri lettori (i più impavidi diciamo) in caso di vincita riceveranno anche un libro (libro è un parolone) scritto da una rinco che tiene un minchia-blog.


Come dite? Questo secondo premio ha l'effetto di un confetto Falqui? Ah.Okay. Non ci avevo pensato. Se non gradite sono sempre in tempo a regalarvi il romanzo del vostro scrittore preferito.

Ci siamo? Vediamo, ho detto tutto? Il banner ce l'avete, la scadenza pure: il 31 Maggio e...niente, aspetto le vostre figure. Per consegnarvelo noleggerò il red carpet, un palco e un microfono. Quel giorno lì sarà fatta una proclamazione da fa' tremà tutto il mondo dello spettacolo. Altro che Robbbbertoooo!!!

p.s. L'ultima figura la faccio ora qui davanti a voi: dopo un anno e mezzo (un.anno.e.mezzo) sono riuscita ad attivare i tasti di condivisione dei post. Dopo 18 mesi ho scoperto che questi quadratini non sono qui perché ci devono sta' per figura, ma perché hanno una loro funzione.

Direi che ho concluso alla grande.


73 commenti:

  1. Ciao Simo.......
    beh...in quanto a figure di m...a ne ho una clamorosa che ancora mi fa rabbrividire, devo solo decidere se confessarla pubblicamente ;)
    PS: hai ricevuto la mia mail?
    Te l'ho mandata venerdì....
    Per favore Simo fammi sapere perchè io non ho ricevuto risposta :(
    Magari lasciami un commento sul blog...boh, vedi tu....è per il micio....
    Baci baci

    RispondiElimina
  2. Ora capisci quando ti dicevo che volevo twittarti ma non ci riuscivo?
    Bacioni!

    RispondiElimina
  3. hei simo! accetto volentieri il cioccolato! hahahah sai, mentre scrivo! ;-)
    Per q.to riguarda la figurina da album:
    "A quale donna non e' mai scappata la pipi' in luoghi impossibili? Ecco, appunto.
    Fresca sera d'estate, prime frequentazioni col mio attuale compagno, giretto in zona in motorino, du' birrette, bacini bacetti, pipi'!
    Dove faccio la pipi'? non ce la posso fare a tenerla fino in box (200m) c'ho la vescica troppo gonfia!
    Il mio Lui "Dai mi fermo nel parcheggio, falla li'"
    "Si' bravo, prorpio sotto al lampione, nono la' e' perfetto, buio, tra le auto.."
    -Ecco, tra le auto-
    Scendo dal motorino, mi apposto, abbasso jeans e mutandina tutto insieme, alla velocita' della luce -non la tenevo piu'- eee...
    bbbbbbBBBBBBUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUPPPpppp
    'Na coppietta appartata nell'auto.. piu' sorpresi di me!!!
    Tanto veloce mi so' spogliata, altrettanto mi so' ricomposta (insomma, per dire, perche' salgo sul motorino col jeans al ginocchio...viaaaaaa!!! ahaaaha"
    "MA DICO.. NON POTEVA DA' UN COLPETTO AL VETRO STO' SCEMO.. DOVEVA SUONA' IL CLACSON TIPO AUTOBUS!?! E NOOOOO EH!!!" BHUAHHAHAHAHAHAHA
    "MA SOPRATTUTTO.. L'AMORE MIO DOVEVA RIPENSACI ALL'ORA SU DI NOI, ORMAI ME DEVE ACCETTA' COSI' COME SONO!!! HAHAHAHHAH
    gRAZIE sIMO
    (questa e' stata la prima figurina che mi e' schizzata in testa! ..alla prox hahahaahahha)
    SIMONA LA PESTE

    RispondiElimina
  4. Ecco la mia figura di merda:
    -Mia cugina, invitata a casa da me e i miei che non vedeva da tanto tempo...
    Io:
    "Flò, da quanto tempo! Vuoi un caffè? Dai, prendi un caffè!"-
    "Va bene, Dada, grazie!"-
    Pronto il caffè...
    "Quanto zucchero?"
    "Due cucchiaini!"
    E comincia a bere...
    Ad un certo punto mia cugina stringe le labbra e smette di parlare.
    Io, mia madre, mio padre, mia sorella:
    "Ch'è successo, Flò? Troppo caldo il caffè? Troppo zucchero? Ti sei morsa la lingua? Ti è andata di traverso la saliva?"
    Non la smettevamo più di fare domande, vedendo lei che cambiava colore del viso e continuava a stringere le labbra, si contorceva, muta...
    Ad un certo punto si alza e scappa verso il bagno!
    Torna dopo 5 minuti:
    "Hai messo il sale nel caffè al posto dello zuccherooooooooooooooooo: che schifoooo!!!"
    Ero imbarazzatissima...
    ahahahahahahahahahahahah ^.^

    RispondiElimina
  5. Direi che anche voi non scherzate! :-D

    RispondiElimina
  6. Ciao Simo...e Santa Lò (come si dice qui in zona)!
    Ma sei proprio sicura???
    E io lo sono???
    Già quando accade di fare certe figurine vorrei sprofondare...figuriamoci a rigirare il coltello nella piaga!
    Pensa una delle più recenti è quando ho offerto la mia pizza all'Ale di mammapapera's blog...che gestisce una pizzeria! MI sono presentata a lei nella mia forma migliore!O__o
    POi col mio lavoro a contatto con la gente...URCA!!!
    Ho in mente una serie di storielle e sto già diventando di tutti i colori!
    Magari farò una classifica personale e poi torno a raccontarti quella che rende meglio...o peggio!
    Quella dello scambio di macchine non posso riusarla, vero? Visto che ormai lo avevo dichiarato al mondo...blog ...mi tornava comodo, per quanto me ne vergogni ancora!^___^
    Bacio.
    Nunzia

    RispondiElimina
  7. Allora ecco la mia....

    * - PREMESSA: vado sempre contro tutti gli uomini che dicono che le donne non sanno guidare, sono impedite ecc ecc.... - *

    Serata trash con un'amica... cibo, alcool e cazzate varie.
    A notte inoltrata lei mi fa "Guida tu la mia macchina, io non sono in grado! Riportamela domani!", "ok, non 'è problema"... e lei "te la senti? non hai bevuto troppo?", "nooooo".....
    Lascio lei a casa, io mi dirigo verso la mia e tutta convinta.... prendo una strada a doppia corsia CONTRO MANO... e io che mi dicevo "m'anvedi 'st'imbecilli che vanno tutti contro mano..." XD
    azz... mi riprendo e spero che una notte di sonno mi rigeneri...
    La mattina dopo vado convinta verso la macchina della mia amica... inserisco la chiave e non si apre... chiedo aiuto ad un passante ma niente, all'ultimo chiamo quel sant'uomo che vive con me... e lui candidamente "amore, stai aprendo la macchina sbagliata"....

    2 figuracce in poche ore... NO COMMENT... -_-

    RispondiElimina
  8. Libro?? Un tuo libro???? Lo vogliooooooo!!! E ti dirò di più, ho tutte le carte in regola per vincerlo! Ehm... dici che non dovrei vantarmene? beh, sì.. .in effetti :-). Ok, ora devo solo trovare il coraggio (e il tempo) di farci un post... se mi manca uno dei due, ti svelo qui la mia figura da oscar :-))!

    RispondiElimina
  9. io ne ho una clamorosa...talmente clamorosa che merita un post :)))

    RispondiElimina
  10. Ciao, il tuo minkia blog è proprio figo! Ti lascio la mia penultima figura di m... Sono fuori dall'ospedale dove lavoro con il mio collega-amico che aspetto che mio marito venga a prendermi. Caspita è in ritardo... strano... Il mio collega mi dice, guarda laggiù c'è una punto blu (la nostra macchina) e io no oggi è con la macchina di suo padre (500 grigia), deve essere successo qualcosa... e il mio collega oppure è in fondo alla via che si sta sbracciando??? Ovviamente dalla mia parte ho da dire che sono miope (e indosso gli occhiali! :P), se non vi piace l'ultima è di venerdì, il figlio di una paziente mi dice: "vado a casa, mia madre non parla bene italiano, se avete bisogno telefonatemi pure" e io: "non preoccuparti, tra poco arriverà una collega rumena con cui potrà parlare tranquillamente" e lui: "si grazie, ma noi siamo albanesi..." no comment!

    RispondiElimina
  11. Ciao Cara Simo, mi duole ricordarla ma devo farlo. La più grande figura di MERDA (chiamiamo le cose con nome e cognome) che ho fatto in vita mia è la seguente. Svariati trilioni di anni fa, quando avevo circa 15-16 anni viene ad abitare vicino a casa nostra una nuova famiglia. Con un figlio che era un misto tra Nick Kamen e Simon Le Bon. Sono letteralmente impazzita. In più il tizio in questione usava prendere il sole armato solo di slip fuori casa. Quindi mi decido. Prendo il binocolo di babbo, ultra mega potente e comincio a sbirciare- spiare - il bronzino di Riace.
    un bel giorno durante i miei soliti 30 minuti di spiata giornaliera lui magicamente alza lo sguardo verso di me. prende un cartello e lo espone al suo fianco. Il cartello recitava così.
    "CIAO SPIONA"!!!!!
    Ancora a distanza di anni non ho il coraggio di salutarlo.

    RispondiElimina
  12. Molto semplice...il mio primo servizio fotografico...la classica foto con i genitori degli sposi...non vedo il papà dello sposo
    io:" eh ma manca suo papà!" (il papà dello sposo)
    la sposa: "si, non c'è..."
    Io: "eh allora lo aspettiamo dai.."
    la sposa: "Dario....è morto..."

    E in quel momento sono morto pure io...

    RispondiElimina
  13. Allora, io sono una che vive facendo figur de merd...ma tutto sono convinta è nato quando avevo 10 anni, e me lo ricordo ancora come se fosse successo ieri.
    Innamorata pazza di Dario, 2 anni più di me. La mia amichetta mi invita alla festa di carnevale a casa sua e invita anche lui. Io, siccome sono sud americana e la mia mamma all'epoca era fissata con i vestiti tutti colorati, con le banane appiccicate alla gonna, trucco tipo moira orfei, mi sento una straficona e mi fiondo alla festa con tanto di cesto con frutta attaccato ai capelli(per chi non ci crede ho le foto, se mi supplicate le metto sul blog...ma pregate eh..).
    Festa all'insegna del divertimento, sguardi languidi da diecenne a Dario, poi qualcuno ha la FANTASTICA idea di giocare a nascondino. La casa dell'amica era, ed è in campagna. Mi nascondo, mi scoprono(non sono tanto furba io) e per punizione mi ricoprono di schiuma. Io scappo perchè quella schiuma mi si appiccicava alle banane, al cesto di frutta e c'avevo il viso pieno. Corri corri, che nemmeno vedevo dove...casco...vicino al pollaio, a faccia in giù. Risultao? Una vera figura di merda...di galline, con penne annesse e connesse.
    Dario si è fidanzato e poi sposato con un'altra.

    RispondiElimina
  14. i fate morì!Una è orba, una mi guarda il bronzino di Riace (adoro!) quest'altra mi sbaglia macchina (è successo pure a me) e Dario che fa una figura in perfetto Simo Style da 2 novembre!Già la vedo ardua la scelta, e siamo solo all'inizio!
    'la schiuma mi si appiccicava alle banane' uhuhhahuahhauhuhhahuhh!!

    RispondiElimina
  15. ecco questo candy è proprio da oscar. Io un figura di merda l'ho fatta letteralmente, quando dopo il trapianto ho fatto una T.A.C. con il mezzo di contrasto, questo mi ha mosso esageratamente l'intestino, eravamo sulla super strada in un tratto senza posti di ristoro o semplicemente aree di sosta. Mio marito è uscito e abbiamo trovato un boschetto non troppo lontano, ma abbastanza lontano da farmela addosso,cmq entrati nel boschetto dove ho tolto calze , mutande e pantaloni e li abbiamo messi in un sacchetto.
    Nell'uscire, era inverno ed avevo solo un giaccone senza niente sotto, passava una pattuglia di polizia e ci ha fermato credendo che eravamo :operatrice sessuale e cliente, ma abbiamo mostrato il sacchetto un po' (tanto) odoroso tutti rossi d'imbarazzo balbettando qualcosa sono letteralmente scappati. Fortuna che non troppo lontano c'era un cestino rifiuti altrimenti non sarei qui a raccontare, saremmo morti asfissiati
    E' stata una figura di merda giuro veramente vissuta, erano tempi duri dopo il trapianto,perciò non mi vergogno affatto Gio

    RispondiElimina
  16. SonoGio1 devo dire che la tua è una figura di merda D.O.C. e poi va là,di che ti devi vergognare gioia? dice che porta bene, no? :-D

    RispondiElimina
  17. Presa così alla sporvvista mi s'è annebbiata la vista e non mi viene in mente nulla. Ma ci penso su...mi sa che ne troverò parecchie tra cui scegliere! Intanto metto il banner :))) Un baciotto, buona serata fenomeno

    RispondiElimina
  18. ti leggo sempre ma con una pupa appena nata non ho mai il tempo di commentare,ma è una vita che sogno di raccontare questa stratosferica figura di m...a(il che la dice lunga già da solo....)

    Aereoporto di ROma fiumicino,ritorno da Budapest una domenica sera di dicembre,io e aLTRI 12 amici. RItiro il trolley al nastro e già da subito qualcosa nonm va.Ma sogno o son desta...il trolley si muove dasolo,COme se "vibrasse"...
    Premessa.ERa il 2001,due mesi prima c'era stato l'attentato delle torri gemelle.
    IO faccio alla mia amica:"loredana scusa,ma il mio trolley vibra..non me lo sto sognando,non ho bevuto troppa birra a budapest,giuro...ma vibra proprio!!"
    La mia amica,preoccupatissima,miindica la guardia di finanza e mi dice di farmi aprire da loro il trolley.Non si sa mai,se ne sentono tante...
    COm'è,come non è, vado dalle coraggiosissime guardie e chiedo di intervenire.Risposta... lo deve aprire,noi non possiamo far altro che scannerizzarlo...
    lo prendono,lo passano ai raggi,non trovano nulla e me lo ridanno:LO APRA SUBITO!
    Io mi sistemo su un banchetto,saluto mentalmente i miei,penso già ai pezzi di me che adornanola sala arrivi dell'aereoporto,intorno a me(visto il clima di isteria collettiva post attentato) si crea un piccolo gruppo di curiosi.Io viola melanzana matura...
    CLICK-CLACK...
    APRO...



    LO SPAZZOLINO VIBRANTE!

    Devo dire altro?
    ps.
    un abbraccio,sei fortissima..
    Anna

    RispondiElimina
  19. Una roba che mi sarei sotterrata.
    Dopo una decina di giorni dall'inizio della scuola un compagno introduce un amico appena iscritto, lo porta in mezzo alla classe e lo presenta un po' a tutti ma rivolgendosi a me, che forse gli sembravo la creatura più adatta ad accogliere un timidone come lui, che se ne stava zitto e impacciato col giubbottone abbondante, tutto ritroso. Un po' di chiacchiere per introdurlo poi le presentazioni. Lei è Ladoratrice e allora via, su, facciamo la splendida e facciamolo sentire a suo agio, allungo la mano e lui mi porge imbarazzatissimo la sinistra. Io con fare caciarone (quella tipica euforia delle persone timide costrette a esporsi): Oh, ma che mi dai la mano sbagliata che porta male? Ah AH AH" e lui rosso come un peperone farfuglia e abbozza e mi tende l'altra cacciandola fuori dalle maniche lunghe del giubbottone. Malformata. Silenzio generale, Io raggelata fo finta di nullissima e stringo alla cieca come se niente fosse, ma dentro conto i secondi che mi separano dalla fine della scena agghiacciante. Mai mi son sentita così male in vita mia. Quando finalmente tutto finisce mi volto lentamente verso la mia amica pietrificata anch'essa che mi fa: sei stata una grande. Pare che io sia riuscita a dissimulare tutto l'imbarazzo che ho provato. E allora ho pensato che un'amica che riesce a mentire così vuol dire che ti vuole parecchio bene, e non l'ho mollata più.

    RispondiElimina
  20. Ciao Simo...ripasso per raccontarti l'aneddoto...ci devo pensà! Li hai già detti tutti tu, quelli che a me son capitati!

    RispondiElimina
  21. Laureata da poco trovo lavoro in un'azienda, il mio primo lavoro serio da impiegata qualificata!
    Uno dei primi giorni il mio capo mi dice che da lì a poche ore ci sarà una riunione in cui io dovrò spiegare come intenderò procedere col lavoro. Ovviamente non ho mai partecipato a una riunione di lavoro, quasi quasi non so neanche cosa dire e temo di fare figure di merda ovviamente. Quindi che faccio??? Cerco consolazione in quello che sarebbe diventato poi mio marito, che ovviamente è anche lui al suo lavoro, e con la mia nuovissima mail aziendale gli mando un messaggio più o meno di questo genere: "Aiutoooo, il mio capo ha detto che tra poco dovrò andare in riunione e spiegare come intendo procedere col lavoro, non so che minchia dire e da dove cominciare, secondo te che cacchio devo fare???" "Per prima cosa non dovresti usare la mail del lavoro per scrivere certe cose..." "E perchè, chi cazzo vuoi che le legga???"...In pausa pranzo, neanche a dirlo, una collega m'avvisa che la mia casella di posta è condivisa con tutto l'ufficio, capo compreso, perchè quando il mio posto era scoperto almeno non perdevano le mail in arrivo su quella casella di posta...Non credo serva aggiugere altro...ah, sì...non sono durata tanto in quell'ufficio!!

    RispondiElimina
  22. sono Irene la rinco di fb...questo candy fa per me...figure da oscar ne ho collezionate assai!
    Possiamo cominciare con quella che faccio ogni volta che provo a firmarmi nel commento dei post..mai che ci riesco ed è un bell'inizio.

    La prima figura che ricordo: avevo 13 anni l'apparecchio ai denti mi piaceva un ragazzetto lui mi dice"torna quando ti levi l'apparecchio", beh dopo due anni sono tornata e lui mi dice "scherzavo,guarda che mi fai cagare anche senza"

    volevo fare un giro in moto con un fighetto, ma non ero mai salita su una moto, chiedo ad una mia Amica (notare Amica), come dovevo stare e lei mi dice quando fa le curve piegati dalla parte opposta del conducente 0_0, l'ho fatto..mi hanno preso per il culo non so per quanto tempo...

    lavoravo in una gioielleria entra una cliente che vuole acquistare un paio di orecchini, io le consiglio quelli che accompagnano l'anello che le aveva acquistato il marito il mese prima...non era per lei (credo che da lì in poi ho cominciato a farmi ca@@i miei)

    Ora vendo ombrelli all'ingrosso, un cliente(tutti a dir la verità) mi chiede "posso aprirlo? non porta sfiga?", io rispondo "no, noi siamo esenti", vado a prendere una scatola dal soppalco e casco per terra.

    Festa di fine anno all'asilo, io vestita da donna (gonna e tacchetti), in ritardo tutti fuori, "Elisa è arrivata mammaaaah " boom...non vedo una buca e rotolo per terra.

    Simo...vedi che sono peggio!
    baci Ire

    RispondiElimina
  23. Uuuhhh... io ci devo pensare, ne ho fatte talmente tante che non so quale raccontarti!!
    Anche se una mezza idea ce l'avrei.. ;)
    Intanto ti invito a mia volta a partecipare al mio candy!! un baciotto

    RispondiElimina
  24. Ciao Simo, la figura di m.... che mi viene in mente in questo momento, l'ho fatta per riparare ad un'altra figuraccia fatta da una mia amica (mi facessi mai i fatti mia!!!). Dunque, una ns nuova collega di lavoro ci porta le foto del suo matrimonio. In una foto c'è lei al braccio di un arzillo ometto di mezza età e la mia amica fà "Come somigli al tuo babbo!!!" e lei " Veramente è mio marito"... Cala il silenzio. Io giro l'album e in un'altra foto ric'è lei con un ometto tutto rinvecchinito e dall'aria sofferente, io, con voce tutta compassionevole faccio "Mamma mia poverino. Come si vede che tuo suocero soffriva già." e lei "Questo è mio padre!" A quel punto, non so perchè ha chiuso l'album e se n'è andata.
    E questa è una!!! faccio mente locale e ti riaggiorno.

    RispondiElimina
  25. Santa paletta...ma che bello qui! Atterro proveniente da Nunzia.
    Son piegata in due dal ridere...anche se - lo so - mentre la stai vivendo, la tua figura di m****, c'è poco da ridere!
    Me me vengono in mente due.
    PRIMA
    E' mattina presto, son di corsa ma non ho fatto colazione e così infilo la porta di un bar in centro, mai entrata lì prima.
    Gurdando l'orologio sorrido perchè relaizzo di avere il tempo per un cappuccino e "svedese" con calma e anche seduta. Sgranocchio, sorseggio e butto l'occhio alla prima pagina del quotidiano... Soddisfattissima e ritemprata infilo la mano in borsa e....SON SENZA PORTAFOGLIO!
    SECONDA
    Anni fa, primi giorni in una nuova scuola, classe seconda elementare. Il bidello mi annuncia "han telefonato che vengono a prendere Marisa un po' prima, stanno arrivando". Dopo qualche minuto,alla porta dell'aula si presenta un signore cicciottelto, basso, con una gran testa di capelli bianchissimi. Allora ero miope, lontana dalla porta e senza occhiali.
    Marisa armeggia con la cartella e ci mette un po'. Io, con dolcezza, la sollecito "Dai Marisa che il nonno ti aspetta..". E lui "Veramente io sono il papà".
    Vado a linkarti QUI

    RispondiElimina
  26. Me ne è venuta in mente un'altra...ah...ah...ah!
    Stessa scuola di cui sopra ma molti anni dopo. Chiacchiero all'uscita con una mamma che conosco bene. Parlando e ascoltando mi scappa l'occhio sulla sua camicetta bianca proprio alla fine della V della scollatura e vedo...allungo la mano con delicatezza e contemporaneamente dico "Mi scusi, ha un capello..." pensando le desse noia..GIURO, era lungo almeno 10 centimetri. Lei si porta la mano al petto a mo' di protezione e mi fa , con tono di difesa " Ma nooo...è un pelo!"

    RispondiElimina
  27. Eccomi!
    Ho fatto questo post per il tuo candy: http://presanellarete.weebly.com/1/post/2011/04/limbarazzo-della-scelta.html

    RispondiElimina
  28. Oddio, Simo quella del cellulare convinta che fosse tuo marito è stupenda!!!!!Io adesso dovrò cercare la figura più di MERDA in assoluto che abbia fatto e non credo di avere grandi difficoltà visto che per me è all'ordine del giorno!!!!
    Un bacione!!!!

    RispondiElimina
  29. ah menomale l'anonimo si è presentato...di persona!E ha avuto anche il coraggio di dirmi "Ma come, non mi hai riconosciuto?" :-D
    Bimbe mi fate morì! ^_^

    RispondiElimina
  30. Ho preso il banner Simo...appena ho tempo mi metto calmina e ti racconto la mia figura di mer*....è devo decidere quale sia la più gigantesca tra le migliaia che ho fatto ;)

    RispondiElimina
  31. allora...partiamo dal presupposto che noi signore siamo proprio piazzate maluccio..o sbaglio?!?
    quando ho iniziato a leggere il post, mi son detta: "ma io non posso partecipare, perchè di figure di cacca non ne faccio"
    -.- seeeeeeeeeeeee a chi la racconto....
    chi si dimentica il portafogli (bè io ho dimenticato l'intera borsa, son salita in macchina e sono arrivata a lavoro senza accorgermi di nulla, per poi venir accompagnata a casa a recuperare il tutto..), c'è chi viene vestito come fosse una macedonia (eh..ste mamme latino americane...mamma mia..pure la mia lo è e so di cosa parliamo..non immaginate nemmeno...ho fatto il mio primo viaggio in aereo 10 ore con una di quelle torture addosso), c'è chi se la fa addosso (pure questo m'è successo ma mancavo proprio poco alla soglia del gabinetto, e ovviamente mica ce l'ho fatta..), c'è chi chiede come stanno i parenti (bè..io ho chiesto a uno come stava la moglie, e mi ha risposto..mi ha lasciato per un altro..), c'è chi ha lo spazzolino bomba, c'è chi spia il bronzino.. (troppo forte tra l'altro!!!!), poi ci sei te al telefono (troppo spasso!!!) e poi ci son io..
    che dire..anche io ho le mie figure..però in primis mica m'erano saltate in mente..
    io però sono una di quelle che fa figure soprattutto per il modo in cui manifesto la mia felicità...
    hai presente quei balletti che scattano quando sei felice, oppure sei semplicemente pazza (bhè..io la maggior parte delle volte credo di essere pazza...)..balletti tipo questo, giuro che se a questo ragazzo metti il mio volto so io!!!
    http://www.youtube.com/watch?v=o5_izoK6FNg

    poi però c'è stata una figura clamorosa, successa qualche giorno fa..
    era mattina, ero tutta gaia e pimpante, ed ero in giro per le varie agenzie per il lavoro temporaneo e con una sfilza di curriculum in mano..davo in giro curriculum come se fossero volantina. arrivo nelle diverse agenzie, mi iscrivo, mi chiedono dei dati e poi il curriculum, saluto ed esco..e così per un po' di tempo..vado all'ultima agenzia trascinandomi per la sdrada e con le papole ai piedi, ero esaurita..
    solita solfa, mi iscrivo, mi chiedono dei dati, lascio il curriculum e per finire la gentile signorina mi chiede: " Ma AuoCad (programma informatico per disegno) 2D?!"
    e io: "No signorina, AutoCad si scrive con una D sola.. (le faccio io tutta pronta con la risposta!!!! felice di correggerla)"
    PAUSA DI RACCOGLIMENTO CAZZATE..
    lei: "o_O No, volevo sapere se lo sa usare 2D o 3D.."
    io: "ehm..ah..sì -.- 2D, mi scusi"..

    che dire..ero esausta vale come scusa....l'agenzia non mi ha ancora chiamata...che dici devo essere ottimista..?!?

    un bacio, sei troppo cool Simo!!!
    a Bella!!!:-))

    RispondiElimina
  32. Simoooo, solo tu potevi fare un contest simile...però è troppo simpatico, io sinceramente non ne faccio tante, (o almeno quello che mi ricordo, sai l'età!) però una me la ricordo bene, è successa qualche anno fa, ma credo che vada bene..telefono al mio dottore..dopo poche parole lui mi dice..."scusa aspetta un attimo"..e mi lascia lì....io spazientita dopo un pò dico:" Mamma mia dottò e dove sei andato a fare la pipì?" e lui.."no sono qui stavo ascoltando una notizia medica al telegiornale"...io non ho risposto..ero svenuta dalla vergogna...Simo, dici che posso essere una delle candidate all'Oscar?

    RispondiElimina
  33. Non capisco..ho lasciato un post satmani ma non lo vedo...vabbè...ti volevo dire che ho preso il coraggio a 2 mani, facciamo 4 va', il toro per le corna e ho messo la mia figur nel mio blog...con le foto pure, così se non ci credevi ora mi puoi prende' x il culo...sì ma anche meno eh....un po' di solidarietà tra donne no???? ciaoooo

    RispondiElimina
  34. ohhhh mamma c'è ne sono tante una in assoluto che non racconterò mai a nessuno mi vergogno troppo :S
    ma ci penso e scrivo un post un baciotto tesorone di mamma papera ^_-

    RispondiElimina
  35. Uffa, non mi ha postato il commento...lo riscrivo. allora, la mi afigura di cacca è stata questa: una sera mio padre aveva un gran febbrone e abbiamo chiamato la guardia medica. fuori nevicava...noi abbiamo a casa le scale esterne pavimentate....quindi pericolose....appena arriva la dottoressa le faccio: "dottoressa stia attenta a non scivolare, vedo che è incinta" e lei: "grazie ma non sono incinta"...era solo particolarmente panciuta di grasso.....mi volevo sotterrare....
    Ciao Simoooooooo

    RispondiElimina
  36. simo ce l'hanno col tuo blog? non si vede niente 'nartra volta!!

    RispondiElimina
  37. Simo devo fare una cernita e poi torno a scrivere nel blog più sminchiato della blogosfera! Porcabucket

    RispondiElimina
  38. Adesso ci riprovo, vediamo se riesco a postare la mia figuraccia.
    Tutto accadde in una giornata calda e afosa di qualche estate fà.
    Faceva talmente caldo, che l'acqua fresca non mi dissetava, idea!!!! compriamo un bel cocomero e mettiamolo in frigo.
    Vado dal mio fruttivendolo, e compro un cocomero, però da intelligente che sono, invece, di prenderne metà, ne prendo uno intero, penso frà me e me, "ma si tanto ce la faccio sto a due passi da casa". Mi carico sulle braccia il cocomero che è ppiù grande di me, e mi avvio a fatica verso casa. Mancano venti passi, ed all'improvviso, mi scivola il cocomero dalle mani, cade a terra, ruzzola per la strada, io gli corro dietro, e lui va a sbattere contro il marciapiede, dall'altro lato, per fortuna in quel momento non è passata nemmeno una macchina. Era miracolosamente integro. Io lo raccolgo, sotto l'ilarità generale della gente, e a testa bassa entro nel portone di casa mia. Vi giuro che in quel momento volevo morire!!!

    RispondiElimina
  39. e questa è tutta per te...goditela :)

    http://unazebrapois.blogspot.com/2011/04/tajine-di-agnello-datteri-e-prugne-con.html

    RispondiElimina
  40. Successa parecchi anni fa:
    Ferma ad un fermata bus nel centro di Genova..... vedo una macchina .... saluto io saluta lui... salgo e comincio a parlare dopo circa un quarto d'ora mi giro verso il guidatore dicendogli "ti ho visto la settimana scorsa in via XX Settembre...." lo guardo meglio e mormoro "Ma tu non sei Massimo..." "No io mi chiamo Piero" Ma scusa è mezzora che parlo di amici comuni e non mi dici niente?" "Ti ho vista così sicura che ho pensato la devo conoscere per forza...."
    Capito??????????

    RispondiElimina
  41. Ultima figura di ieri... Incontro il mio macellaio, musulmano e gli dico: "Buona Pasqua a te e alla tua famiglia"... Lui sorride e ringrazia... io vorrei emigrare!

    RispondiElimina
  42. praticamente ho riso come una scema finora! e ho capito che non potevo mancare a questo sputtanamento. le mie figure di merda sono talmente tante che quando tenevo un blog (ovvero quando ero giovane, tonica e senza figli) ho fatto outing qui: http://la-tana.splinder.com/post/5125203. non le ho rimesse nei commenti perché sarebbe stato un commentone lunghissimo ^^'
    buona lettura e se riderai di me, sappi che sei in ottima compagnia (la mia, chiaro!)

    RispondiElimina
  43. Avrò avuto tra i 6 e gli 8 anni e ancora me la ricordo sta figura di letame.
    Stavo giocando in cortile con i miei amichetti e, per fare uno scherzetto a uno di loro che mi stava seguendo, mi sono nascosta dietro una siepe, pronta per fare un chiassosissimo BUUU!!
    Non so cosa sia successo, ma quando l'ho sentito avvicinarsi, mi sono riempita i polmoni di aria, ho emesso l'urlo più forte della mia vita e .... ho fatto quasi stramazzare al suolo un ometto in giacca e cravatta, il mio amico era tornato a giocare a pallone. Mi sono vergognata come un verme, ho chiesto scusa a mezza voce e sono scappata via. Non ho saputo più nulla dello stato di salute del cuore di quel poveretto.

    RispondiElimina
  44. Mammozza, 'figura di letame' la rivendo :-)
    La fra, ora vedo :-D

    RispondiElimina
  45. Vediamo...non saprei da dove cominciare, ma ne metto una sola ( tanto sono sicura che mi crederai se ti dico che ne faccio uno al giorno)cmq,vediamo di scrivere questo papiro..
    Ero piccolina ( sui 6-7 anni) facevo la smorfiosa camminando in circolo su una grande vasca ( hai presente quelle per fa abbeverare le vacche??? Ecco era tipo 6 metro per 6 metri)....e io che ci camminavo intorno, con l'acqua da una parte e il cemento dall'altra....Mia mamma che mi diceva : stai attenta....stai attenta...e io NIENTE ( testarda come un mulo!).Ad un certo punto per fare la furba passo vicino a dove c'era la fontanella verticale che mandava l'acqua nelle vasche, siccome il corridoietto lì si restringeva io son passata stretta stretta...e SBRAMMMMMMMMMMMMMMMM, il pantaloncino che portavo si è impigliato alla maniglietta, io sono rimasta appesa a testa in giù con il sedere in alto e l'acqua della fontanella che mi sciacquava abbondantemente il sedere....e tutti che ridevamo come gli scemi!!!!:D
    ora, vado ad aggiungere il tuo minchia-figuradimerda-superoscar :D
    Sbaciuzz!

    RispondiElimina
  46. Io mi sono lanciata, e ho scritto un post!
    http://daisyamongdaisies.blogspot.com/2011/04/una-figura-da-oscar-anzi-due.html

    Grandissima idea questo candy!

    RispondiElimina
  47. Mamma mia...mi vergogno da morire a raccontarla, ma se voglio vincere mo devo:
    Ho iniziato a 18 anni ad insegnare nuoto...dopo un paio d'anni la direttrice della piscina mi chiese di fare l'istruttrice di acquagym.
    Mi preparo da brava maestra con svariati corsi di formazione e al debutto una delle allieve mi chiede come poter potenziare gli addominali e come mai le donne fanno più fatica ad avere la tartaruga come gli uomini...
    la mia risposta è stata che gli uomini avendo una costola in meno hanno più spazio per la tartaruga.
    Lo so lo so...avevo solo 18 anni ed ero convinta che gli uomini avessero una costola in meno. Che ignorante...Se ci penso vorrei affogare.
    bacio Simo super baci

    RispondiElimina
  48. eccomi tesorooooo qui la mia ultima fatica da figuraccia sto ancora stanca oggi ahhhhhhhhh
    http://mammapaperasblog.blogspot.com/2011/04/proposito-di-papere.html

    RispondiElimina
  49. ok, inizio a raccontartela qui, il tempo al pc è sempre più risicato! Vado in ospedale per gli esami pre-parto di Diletta, il reparto di ostetricia è sopra il centro trapianti dove mio marito ha lavorato per diversi anni. Incontriamo due suoi pazienti, un uomo e UNA SUORA, e ci fermiamo a parlare... ad un certo punto il signore mi dice: "Eh, suo marito mi ha fatto barba e capelli!"... E io: "Ah, ma non si preoccupi, periodicamente pareggio i conti e glieli faccio io!"... Salutiamo, saliamo in ascensore e il marito, con le lacrime dal ridere, mi spiega che nel gergo ospedaliero, per "barba e capelli" si intende la tricotomia delle parti intime!!! :-DDDD

    RispondiElimina
  50. ciao innanzi tutto complimenti per il blog e la tua simpatia mi sono appena aggiunta ai tuoi followers..
    http://piccolamamma.blogspot.com/ questo è il mio..
    dunque.. ti dirò qua le mie figure di merda.. e poi.......... andrò a sputtanarmi unpò in pubblico nel mio blog..
    dunque........
    iniziamo!
    terza elementare.. sono sempre stata una bimba moooooooooooooolto stitica..
    un giorno a scuola mi scappa la cacca. ma io... da bimba carina carina, odiavo far cacca a scuola così faccio chiamar mia mamma e mi faccio venir a prender a scuola per andar a casa a far la cacca e poi ritornar a scuola (giuro)..
    il culetto stringeva per impedire questa fuoriuscita.. arriva mia mamma..
    ci incamminiamo, la scuola era 5 10 minuti da casa a piedi..
    mamma mamma mi scappa.
    eh dai siamo quasi arrivati.
    noooooooooooooo mi scappa!
    mica puoi farla in mezzo la strada..
    mmmmmmmmmmmmmmmmmmmmm
    che fai??
    mamma?
    ho fatto caccaaaaaaaaaaaaaaaaaaa
    ho fatto gli ultimi 5 minuti a piedi con lo stronzo tra le mutande.. e i passanti guardavano quella strana montagnetta che si vedeva dietro al mio popò!!
    ahhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh

    seconda figura di merda..
    prima media.. mi scappa la pipì..
    oddio alle medie ci sono le turche no no, faccio pipì a casa..
    sul pulman un senso di gonfiore alla pancia..... uff uff non ci penso non ci penso. stringo le gambe, canto, leggo i cartelli, parlo!!
    scendo.. dovevo solo attraversar la strada per arrivare a casa
    corro, più corro più scappa.
    citofono.. chi è?
    mamma apriiiiiiiiiiiiiiiiiii
    .. salgo le scale.. entro nell'ascendore..
    dio dio dio dio...
    dicevo tra me e me.
    scappa scappa!!
    si apre la porta dell'ascensore e.............
    pssssssssssssssssssssssssssssssssssssssss
    NOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO mammaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa
    non celho fatta!! prendi il necessario e pulisci!!
    ho imparato a far pipì a scuola.

    terza e ultima figura di merda...
    l'anno scorso.. periodo carnevale..
    io avevo partorito da 4 mesi e mezzo, eravamo a sfilare in un paesino.. arriviamo a fine sfilata e ci offrono cioccolata calda e quantaltro..
    chiedo a unamica di guardarmi unattimo il pupo, mi allontano vado verso il mio compagno e unamica (madrina di mio figlio).. e vedo lei che mangia il cocco..
    buonooooooo le dico, dove lhai preso??
    mi indica il posto,
    una bancarella tipo quelle dei mercati che vendono formaggi o carni..
    cerano però bibite, panini..
    in un angolo vedo un composizione di cocco esposta.. non vedendo cartelli ne niente.. prendo una fetta e me ne vado..
    ritorno vicino al gruppo e la mia amica,
    ma hai pagato??
    penso oddiooooooooooooo
    mi giro e avevo già dietro il tipo del banco!
    mi scusi, non sapevo...
    mi guarda talmente male, che ho chiuso la bocca e glho dato i soldi..
    in tutto questo mi guardavano tutti!!!!!!!
    sapete cosa ho fatto?? ho preso mio figlio e me ne sono andata in macchina

    RispondiElimina
  51. Oddio mi sto sentendo male dal ridere nel leggere il post ed i commenti! ^__^

    RispondiElimina
  52. Ciao Simo,
    mmm...figure di m tante,ma per proteggermi faccio finta di dimenticarle.Purtroppo poi ci sono le mie amiche che ad ogni occasione buona si divertono un sacco a mettere il dito nella piaga.

    Ti racconto la più sbeffeggiata.

    Qualche anno fa per mantenermi agli studi ho lavorato in un centro di smistamento posta.
    Qui eravamo in maggioranza ragazze che inserivano dati al computer e poi c'erano gli uomini di fatica che scaricavano i camion.
    Questi erano tutti extracomunitari e quando ti ritrovavi alla macchinetta del caffè con qualcuno di nuovo, prima tappa della conversazione era chiedere da dove venisse e da quanto tempo fosse in Italia.
    Un giorno però arrivati alla macchinetta abbiamo sentito un gruppetto parlare con uno spiccato accento calabrese,e per iniziare la conversazione abbiamo chiesto da dove venissero.
    Ma al momento di chiedergli da quanto tempo fossero a Milano,io me ne esco..."da quanto tempo siete in Italia?"
    Ti giuro che lì per lì non mi sono neanche accorta di quello che avevo detto,solo dopo aver visto le mie amiche/colleghe ridere e quello a cui avevo fatto la domanda fulminarmi con lo sguardo,mi sono resa conto della gaffe.
    Inutile dire che ho chiesto subito scusa,quasi prostrandomi ai loro piedi e spiegando loro il motivo di quell'uscita,ma niente quelli non mi hanno rivolto più la parola.
    Mamma che vergogna...

    Adesso tutte le volte che conosco qualcuno le mie amiche presenti a quella figuraccia mi prendono in giro dicendomi "Dai chiedigli da dove viene?"

    Poi ci sarebbe quella volta in prima elementare che mi sono fatta la pipi addosso perchè non mi piacevano i bagni della scuola,anche se poi il giorno dopo una mia compagnuccia si è fatta la cacca addosso e quindi la mia figuraccia è stata presto scavalcata in popolarità.

    E poi una volta che ero a piedi ed ho salutato uno che sembrava mio zio in macchina e ne ero convinta perchè lui aveva ricambiato il saluto.Ma quando si è fermato ed ha abbassato il finestrino mi sono accorta che non era chi pensavo...siamo rimasti a fissarci per alcuni minuti e poi visto che lui non parlava ho ripreso a camminare come se niente fosse.

    Per non parlare delle figuracce fatte ai primi appuntamenti...sarà per questo che sono ancora single?

    RispondiElimina
  53. A leggere tutte voi mi rianimo, bisogna che faccia leggere anche al mio compagno che mi prende sempre in giro e mi dice che sono suonata!! Meno male che sono in buona compagnia. non mi scrive bene il pc vi racconto poi la figuraccia.
    ciao Paola

    RispondiElimina
  54. Nel frattempo la mia piccola peste dorme attaccata alla tetta, quindi ho tempo x raccontarti la mia figura di merda più grande! E questa è grossa davvero, ho sotterrato un pover'uomo vivo!!
    Forse te l'avevo anche raccontata a voce, non ricordo....
    Anni fa io e mio marito cercavamo un posticino carino dove sposarci, di quelli organizzati con la chiesa e annesso il luogo per il rinfresco.
    Così siamo andati a visitare un posto durante una cerimonia nuziale, anche x vedere che impressione ci faceva in un giorno così importante come quello del matrimonio...
    Bene, gli sposi nel frattempo erano andati a fare le consuete 3765 fotografie, e quindi molta gente in attesa del rinfresco si era soffermata fuori dalla chiesa a
    chiacchierare.
    Io cercavo il prete per potergli parlare insieme e vedere quali date erano eventualmente disponibili....
    Aspetta uno, due, cinque, dieci, venti minuti e nessuna traccia del prete.
    Mi cominciavano a girare un pò i maroni, anche perché in realtà eravamo infiltrati a un matrimonio al quale ovviamente non eravamo stati invitati.
    A un certo punto vedo un ometto giovane con gli occhiali e l'aria dimessa arrivare in macchina, parcheggiare nelle vicinanze della chiesa, scendere e dirigersi verso di noi.
    Ed è lì che si è messo in funzione l'unico neurone funzionante del mio cervello, che mi ha fatto, senza pensarci due volte, partire in quarta verso l'ometto e chiedergli "buongiorno, scusi...è lei il prete vero?"
    E lui "ehm...veramente no, io sono solo un invitato".
    "ah mi scusi tanto, dalla faccia mi sembrava...mi sono confusa, perdoni...."
    Doppia figura di merda, gli ho praticamente ribadito che ha una faccia da prete!!!!
    Non ti dico mio marito quante me ne ha dette, e pensa che questo povero tapino era pure vestito con un completo scuro che naturalmente non c'entrava una mazza con l'abbigliamento di un prete!!
    Ma che ci vuoi fare, forse stanca di aspettare avevo deciso che LUI doveva essere la persona che stavo cercando.
    Secondo me poi dalla disperazione l'omino in questione ha preso i voti.....
    :)

    RispondiElimina
  55. In ordine di tempo ti racconto l'ultima figura da oscar: Siamo in macchina ad un incrocio ci femiamo per girare e si ferma anche un'altra macchina, con sopra un uomo con occhiali scuri che secondo me.. era mio cognato. Mi sbraccio.. lo saluto.. e questo nulla.. io saluto ancora più calorosamente ma dall'altra parte niente. Poi penso ad alta voce ma già abiamo un'altra auto non ci ha riconosciuti....! e Daniele: "Paola ma non vedi che quella non è l'auto di tuo cognato.. non è quella nuova e nemmeno quella vecchia che aveva prima... e quello lì non è tuo cognato"
    Oppsss...

    Ciao Paola

    RispondiElimina
  56. Porca paletta Simo! Voglio il minchia-libro! L'altro contest me lo sono fatto sfuggire: stavolta ti farò il post! della serie "sputtaniamoci alla grande". Se si deve fare, tanto vale farlo per bene. Senti, ma queste idee ti vengono di notte? Uno fa tanto per rimuovere certi ricordi, e tu devi andare a smucinare. Certo, ravanando e ravanando, me ne tornano in mente diversi.... devo sceglierne solo uno o posso sommare? No, perchè sommando, sono quasi sicura di vincere!

    RispondiElimina
  57. Cavoli, sarà dura scegliere la figuraccia migliore (o peggiore, dipende dai punti di vista..)...dato che mi interessa il tuo libro, ho scritto un post apposito:
    http://lizzy-corner.blogspot.com/2011/05/figure-da-oscar.html
    PS: grazie per l'appunto sul blog, ho cambiato sfondo :) interessante scoprire che nonostante non ci conosciamo e viviamo distanti, alcuni particolari di casa/vita sono simili!

    RispondiElimina
  58. Premesso che non so scrivere, provo a raccontarti la figura recentemente fatta in un grande supermercato, per dirla tutta Panorama.
    Io e mio figlio finita la spesa, carrello pieno, ci avviamo verso l'uscita. Ad un certo punto vedo un gruppetto di gente ferma davanti alla macchinetta che distribuisce "gratta & vinci". Mi viene voglia di prenderne uno, mio figlio da piccolo era fortunello ora un po' meno. Mi fermo, guardo mio figlio che con un sorriso aspetta la moneta, cerco affannosamente il portafoglio che nella mia borsa sembra sempre essere sparito nei meandri di tasche e roba inutile, trovo la moneta e la porgo a
    mio figlio che dice mettila tu io scelgo quale bottone premere. La gente è sempre lì ferma, aspetta. Boh! chissà cosa aspetta! Tra l'altro hanno spostato il distributore in un modo un po' scomodo... pure constatazioni. Mah! Prendo la moneta e la inserisco....questa cade e ....c'era l'omino che sistemava il distributore, pertanto la porta era aperta e la gente aspettava che finisse... Ho recuperato la moneta e con molta nonchalance ce ne siamo andati mentre la gente ha cominciato a ridere. Tiziana

    RispondiElimina
  59. Bene, allora io ho messo il bannerino nel mio blog ma la figura da oscar la racconto qui. Diciamo solo l' ultima in ordine cronologico, cioè oggidurante un colloquio di lavoro. Cercavano tra l' altro qualcuno che fosse bilingue FR-IT quindi ho invato la mia candidatura. Al colloquio quando hanno capito che ero madrelingua erano tutti contenti, talmente contenti che mi sono fatta scappare un "il Vs. sito internet ha un catalogo in italiano con qualche errorino, magari posso aiutare..." e loro "caspita, davvero? perfetto, allora intanto chiamiamo la Sua futura collega, colei che si è occupata della traduzione, così La conosce..." .... Non potevo partire meglio per farmi delle nuove amicizie, no? ;-)

    RispondiElimina
  60. Io ci ho fatto tutto un post, lo racconto qui:

    http://chicchecoccole.blogspot.com/2011/03/memories.html

    Te la riassumo:
    a 17 ero in vacanza in un villaggio turistico dove c'era il classico animatore figo. Partita di beach volley, io mi autorecluto solo per vederlo gicare nonostante sia una mezza frana.
    A una persona prima del mio turno alla battuta, la palla finisce in acqua, viene recuperata, insabbiata e ribattuta.
    Non capisco il perchè di questo strano movimento ma per non sbagliare mi adeguo. Così al mio turno alla battuta prendo la palla, mi accovaccio buonina nella sabbia, e comincio a fargli una bella insabbiatura, tipo beauty farm.
    Almeno 30 persone mi guardano incredule e, sospetto, anche un po' sgomente.
    Il bellone si toglie gli occhiali sole e mi chiede, stupito:
    "Ma che fai, insabbi la palla?

    ....LA PALLA SI INSABBIA QUANDO È BAGNATA!!!"

    Volevo morire!

    RispondiElimina
  61. Lo so, non sembra vero, ma lo è...

    A 17 anni ero al mare con il mio fresco fidanzatino e i suoi amici.
    Vado in bagno, esco e lo vedo da dietro che si lava le mani nel lavandino dell'antibagno.
    Furtiva, mi abbasso, e per fargli una sorpresa gli dò una leccata sulla schiena dal coccige al collo.
    Si gira e mi guarda: non era lui!

    (mi parte la tachicardia anche adesso...)
    Io balbetto 'scusa, scusa, pensavo che...' e lui sorridente 'no niente non ti preoccupare'
    Ovviamente lo va a raccontare subito a tutti, io mi scuso col mio ragazzo e rimango lì tutto il pomeriggio sbeffeggiata da tutti.

    A distanza di anni, ci rido anche :)

    RispondiElimina
  62. Prima scena:un cortile circondato di rose in fiore,nella salita di San Gregorio al Celio , a Roma,dove ha sede il nucleo dei vigili urbani del pronto intervento.Al centro del cortile una fanciulla con un casco di riccioli biondi,che incorniciano due occhi azzurri e un volto diafano. Ha i piedi nudi,neri e feriti,come se avesse fatto molta strada. Indossa un vestito leggero che le fascia il corpo morbido e flessuoso. Ha l'aria assorta e sembra scappata da un quadro di Melozzo Da Forlì,solo non ha le ali e al posto del violino o della mandola tiene fra le mani una grossa mela verde,racchiudendola con dolcezza,come Santa Lucia tiene il piattino con i suoi occhi o Sant'agata quello con i suoi seni.Mi avvicino toccata....da dove viene?... da quanto tempo vaga per la città?... disto da lei qualche passo quando vengo investita in pieno viso, come da acquazzone improvviso,dal più abbondante e filamentoso sputo che persona umana,dopo Gesù, abbia mai ricevuto. Solo ora il vigile che mi accompagna interviene: - Mannaggia dottore'...glielo stavo per dire di non avvicinarsi troppo!-
    Seconda scena ? ...alla prossima volta! Mam

    RispondiElimina
  63. Ho letto un paio dei tuoi post ed inutile dire che sono strepitosi, ho passato la serata a sbellicarmi davanti al pc :D .. Complimenti!
    Ne approfitto per partecipare e lascio qui, una forse delle mie migliori figuracce!!

    Lezione di farmacologia, aula strapiena, il caldo opprimente e l'abiocco del dopo pranzo si fa sentire, mettici che era pure una noiosissima lezione sui lassativi, io cercavo un modo per tenere gli occhi aperti ed evitare figuracce..cercavo!
    Io e C. siamo sedute in ultima fila, l'aula è la tipica aula universitaria con i banchi a mo' di teatro greco. Guardo in giro, a destra, a sinistra, niente, tutti stanno seguendo attentamente, allora mi metto a guardare il soffitto che, essendo sedute in ultima fila,è quasi possibile toccare.

    (bisbigliando)
    io: Oh C. guarda guarda cosa c'è lì..
    C.: Ma dove, ma che ti metti a guardare,prendi appunti..
    io: e dai, guarda lì!!

    alzo il braccio, indice puntato verso l'oggetto della mia attenzione

    C.: A si ho visto, ahahah ahahah ahah!!
    io: visto te lo dicevo di guardare, ahahahha hahah!!

    "Si, mi dica," "Prego, prego, dico a lei, vuole chiedere qualcosa"

    Io e C. continuiamo a stare col naso puntato verso il soffitto e ridacchiare.

    Ad un tratto c'è il silenzio, abbasso gli occhi e vedo puntati quelli dell'intera aula verso di noi, la Prof con il microfono in mano che attende una risposta.. Finalmente mi accorgo di aver tenuto il braccio come a chiedere la parola per tutto il tempo!!! Sento un fuoco alle guance, tiro giù il braccio e dico "ehm no, mi scusi, stavo facendo vedere una cosa alla mia amica, scusi non volevo interrompere", tutti ridono, io vorrei sprofondare.."Se era così interessante da interrompere la lezione ci dica di cosa si tratta!" faccio no con la testa e sfodero un sorriso a 32 denti..per fortuna desiste!!che figura di merda! Ma almeno l'imbarazzo di mostrare alla prof la rappresentazione fedele di un gran pene con tanto di numero del proprietario ed esplicite richieste,stile bagni dell'autogril l'ho evitata!!!! :P

    RispondiElimina
  64. Cambio città con i miei,conosco nuovi amici,le prime uscite nella nuova comitiva,serata di barzellette...azzitto il più simpatico di tutti quei ragazzi per raccontare una barzelletta, io..."ALLORA SENTI QUESTA CHE è DA MORIR DAL RIDERE...UN BAMBINO RIMANE ORFANO,PER UNA SERIE DI CIRCOSTANZE MISTERIOSE...LO INTERROGANO..."ALLORA,COME E' MORTA LA TUA MAMMA"...E LUI"ASCHIACCIATA DA UN TRATTORE".IL COMMISSARIO"E TUO FRATELLO?"...E IL BAMBINO.."SCHIACCIATO DA UN TRATTORE"...E IL TUO PAPA'..."SCHIACCIATO DA UN TRATTORE"...."E TU COME TI SEI SALVATO DOVE ERI??"..."IO PORTAVO IL TRATTORE!!!"....................HA!!!HA!!!HA!!!!IO SCHIANTO DALLE RISATE MA TUTTI GLI ALTRI SONO AMMUTOLITI....BOH!!!?DOPO POCO UNA MI PRENDE PER IL BRACCIO UNA DELLA COMINTIVA E MI DICE"BELLA FIGURA DI MERDA IL PAPA' DI QUEL RAGAZZO è MORTO CHIACCIATO DA UN TRATTORE"................................................................................................ANCORA OGGI E' LA MIA FIGURA DI CACCA PIU' GRANDE.

    RispondiElimina
  65. hai ricevuto la mia figuraccia??

    RispondiElimina
  66. ciao mi chiamo Francesca e quello che ti sto per raccontare è successo 22 anni fa quando mi sono trasferita con mamma e fratello perchè mio papà era trattenuto dal lavoro, dal sud al Nord.
    Eravamo al nord da solo 1 mese ,tutte le domeniche dopo la messa delle undici tornando a casa ci fermavamo a telefonare al mio papà al bar del centro, molto lussuoso con una grossa parete in vetro e relativa porta d'ingresso anch'essa in vetro,bellissimo e pieno di gente come un uovo,ma l'unico bar provvisto di telefoni in cabine interne che chiudevi con tendine elegantissime in velluto.
    Terminata la telefonata e pagato al gestore del bar il dovuto...vedo mia mamma che anticipa noi ragazzi...E INIZIA A dirigersi verso l'uscita come un siluro...guardai incredula e senza poter fare uscire un filo di voce,,,non riuscivo!!!mia mamma andava a spiaccicarsi dando una capocciata più unica che rara contro la parete di vetro senza mai aprire quella dannata porta....fortunatamente non creammo danni e lei tutta contenuta affermò di non essersi fatta male.....ma non vi dico le risate mezze trattenute di sottofondo ...in quel momento volevo sprofondare....e pensavo se fossi riuscita a gridarle in mezzo a quel vocio di gente...mamma la porta!!!ma se fossi riuscita sarebbe comunque stata una figura di emme...era gente con fuori parcheggiata la ferrari e la Porsche tanto per rendere l'idea...io comunque in quel bar da allora non vi ho più messo piede per mancato coraggio ,
    ma io e mia mamma quando parliamo di questo accaduto ci pieghiamo dal ridere.
    ciao baci
    http://magiedielfo.blogspot.com/

    RispondiElimina
  67. Cara Simo.Si! lo so! nei vostri blog mi sento un po' abusiva e un po' clantestina,non tanto anonima e neanche tanto premianda visto che non ho alcuna fantastica vetrina da cui mostrare un eventuale fantastico premio o in cui ricevere fantastici complimenti. Ugualmente mi piace raccontare ancora ,fra le tante accumulate, un'altra mia figura da Oscar,che, nel ripercorrerla,mi ha illuminato su una mia modalità di percepire la realtà come
    -il credere che sia tutto oro quello che luccica,
    -lo stupirsi(da stupere = rimanere sbalorditi,da cui anche essere stupido =essere un sempliciotto,un credulone) davanti a una scena che evoca cose belle.
    Ecco allora una scena familiare,evocante ambienti bucolico-agro-botanici. Nella piazzuola davanti casa, la mia famiglia sta per partire (o rientra) con il proprio super pulmino rosso ,affettuosamente detto Tuttù,un Subaru 850,8 posti con l'autista,sportelli laterali scorrevoli che facilitano l'accesso dei poveri passeggeri della terza fila,e che nonostante la nostra considerazione spesso e volentieri dà forfè e ci pianta a piedi indifferentemente sull'autostrada o dentro una galleria o in cima alla montagna. Dunque dicevo,nell'attesa della partenza (o dello sbarco dei ,passeggeri,gatti,criceti,canarini,valigie arrivate),scorgo,nel giardino che costeggia il cancello ,una figura indaffarata attorno a piante e fiori:
    Ha guanti grossi da giardiniere,per protteggere le mani, come io non ho mai posseduto;indossa una parannanza robusta,con tante tasche ,per protteggere gli abiti e contenere gli strumenti del mestiere,e che ugualmente io non ho mai posseduto;è completamente concentrata sul suo lavoro,con la faccia dentro un vaso,come certe immagini della fotografa svedese che fa fiorire dai vasi bimbi di ogni colore nudi o mascherati da api ,farfalli e altri insetti più o meno ameni. Solo, in questo caso,dal vaso fiorisce una testa con i capelli neri, lunghi,scarruffati, che ricadono in avanti come il ventaglio vezzoso di una mascherina o come il burka di una donna afgana. L'assetto,la cura delle piante,la concentrazione nel lavoro destano in me immediata ammirazione e attacco subito bottone: -Buongiorno Signora! Che bel lavoro che sta facendo, io invece ...e bla bla bla....e bla bla bla...-
    Finalmente l'enigmatico fiore,inebetito dalle mie chiacchiere, ricaccia indietro il sipario dei suoi capelli e mostra la sua faccia interrogativa ,come a commentare:-Ma questa che vuole?-
    Solo allora tutti vediamo non la faccia paffutta e sorridente della signora Nucciotti, ma quella baffutta e asciutta del signor Nucciotti. Dietro di me intanto il consorte e i figli si sganasciano dalle risate. Ciao, Mam.

    RispondiElimina
  68. Mam ma tu vieni quando vuoiiii!!! :-D
    Che belli che siete oh!Mi fate troppo ridere. La scelta è difficilissimaaaaaaaaa!!!

    RispondiElimina
  69. Eccomiiiiii.. sono finalmente riuscita a scrivere il post con la mia figura da oscar... non riuscivo a scegliere tra le tante!!
    Ecco qui il post, spero ti piaccia... baciuzziiiii

    http://ipensieridelpiccoloprincipe.blogspot.com/2011/05/una-figura-da-oscar-io-dico-la-mia.html

    RispondiElimina
  70. oh mamma, divertentissimo il tuo post e il tuo candy!! Vorrei partecipare..ma credimi ho l'imbarazzo della scelta..!!! Quando mi verrà in mente quella più potente..tornerò a postare!
    sperando di essere ancora in tempo!!!

    RispondiElimina
  71. Porca miseria Simo, ho una figura di merda ma talmente di cacca che non la posso scrivere. Te la racconterò, giuro, magari via mail o dal vivo, ma purtroppo per decenza non la posso scrivere qui né in un post. Non vincerò il premio ma ti garantisco che te faccio morì...solo io, solo io...

    RispondiElimina
  72. Bene! La mia è proprio una figura di M… nel vero senso della parola!

    Un giorno, mentre ero al lavoro, è arrivato un visitatore che aveva bisogno di usare il bagno ed è entrato in quello che sta vicino al mio ufficio.
    Ha espletato i suoi bisogni lasciando una puzza indescrivibile... si sentiva persino attraverso la porta chiusa del bagno!!!
    Dopo di che esce e se ne va.

    Passano pochi minuti e il mio capo entra in bagno... schizzando fuori dopo pochi secondi a causa della puzza insopportabile!!
    Andandosene guarda nella mia direzione con aria schifata!
    Chiaramente, essendo io la principale utilizzatrice di quel bagno, ha pensato che fossi stata io....

    Mi sarei sotterrata... anche se non avevo nessuna colpa.
    Del resto, visti i nostri rapporti esclusivamente professionali, era impensabile che io gli corressi dietro per dirgli che non ero stata io!
    Lidia

    RispondiElimina
  73. Ciao Simo. Ci ho pensato a lungo e ti racconto la più recente.

    Qualche giorno fa ho deciso di invitare una mia collega di lavoro a casa per fare due chiacchiere. Alle 16 andiamo a riprendere mia figlia all'asilo. All'entrata ci imbattiamo in un altra mamma e la mia collega dice che le sembra di conoscerla. Io allora le dico che quella fa parte di quei gruppi della Chiesa che fanno tremila figli, e che secondo me non hanno capito proprio niente di quello che ha detto Gesù. La mia collega risponde che ora sa dove l'aveva già vista: alle riunioni dei neocatecumeni di cui anche lei fa parte.

    Mi sarei sotterrata!!!!!

    RispondiElimina

Nel frattempo, visto il periodo, vuoi una tazza di thè?

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails