sabato 11 febbraio 2012

CHICCO TICIFICCO

Possibile che una vada in lavanderia a ritirare un indumento e che questo evento sia la causa di uno spignattamento creativo al limite dell'assurdo?
Spiego.
E' iniziato tutto stamattina quando in casa mia c'era più casino che all'apertura del nuovo centro Trony dove prendi un telefonino barattandolo con una caffettiera dell'83.Il fatto è che la sottoscritta e la bimba piccola (quella che va alle medie, che festeggia i compleanni in pizzeria...quella lì) siamo state intralciate dal bimbo grande (quello brizzolato, di un metro e 87, che ogni tanto si dà al giardinaggio...quello lì), perché lui era in partenza. In gita, diciamo. Andava a Roma per la partita di rugby e quindi dovevo aiutarlo a preparare lo zaino.Amore.
I “Il cappello dov'è?”
“Lo zaino?Era qui qui fino a tre anni fa”
“I fazzoletti?C'avete mica i fazzoletti?”
si sprecano, e il Santo girava intorno a noi come i rotoli di fieno nel Far West.
Se ci mettiamo che Alice andava a rilento per via di un raffreddore/mal di gola/ sinusite/mal di orecchie che ha da tre giorni a questa parte, potete capire il grado di casino.
Dopo aver fatto le raccomandazioni di rito a quello grande, lasciando per ultima “E mettiti la sciarpina che a Roma fa freddo”, io e Alice siamo partite alla volta della scuola con una leggera spruzzata di neve a tenerci compagnia. Però. C'è un però. Se durante il tragitto casa-scuola, mia figlia sta zitta, direi che non sta bene. Proprio no. Oddio...stamattina a sentirla parlare metteva paura. Sembrava un trans. Na voce bassa, roca, gutturale e mocciosa.
Arriviamo davanti alla scuola, spengo la macchina, mi giro e la vedo con la testa penzoloni e l'occhio lucido.
“Ali, ma ti senti bene?”
“Mica dando. Mi sendo la febbre”
Evvai.Come l'ultima delle cretine riaccendo la macchina, faccio inversione e torno indietro, sotto gli occhi allibiti delle altre mamme che mi hanno visto arrivare, salutare e andare via. Avranno pensato “Se voleva salutarci, bastava una telefonata!”
Morale:Ali non è in forma, è piena di moccio fino agli occhi e...okay, basta, avete capito, non siamo mica a Elisir. Ma non abbastanza da non ricordarsi “Mamma, debi addare in labanderia a ridirare la tuta da sci per la mia gita sulla nebe”.
Eccerto. La gita sulla neve con la scuola. Io dico che si riprenderà prestissimo, infatti si offre volontaria per fare pure l'aerosol, pensa te.
Fatto sta che vado alla mia lavanderia di fiducia (conosco bene le ragazze), smanettando dentro alla borsa a testa bassa per cercare la ricevuta e quando finalmente alzo lo sguardo, lo vedo. LUI:
UNA FOLGORAZIONE. A quel punto dimentico tutto, il perché, il percome e tutto il cucuzzaro.
No, non ho visto Raoul Bova, Luca Ward o qualsiasi attore figo di soap opera. Ho visto una cosa che mi ha fatto partire l'embolo, che mi ha fatto dire “Lo voglio!” e dopo due secondi mi ha fatto pensare “Mo' me lo faccio!”
Sì, okay queste due frasi potevano benissimo essere usate anche per il figo delle soap opera, ma tant'è.
Vi presento CHICCO TICIFICCO. (Il nome è frutto della mente malata di due femmine che abitano in questa casa)


Ma non è fantastico? Quando l'ho visto, ho esclamato “Nuooooooo!!!E questo?”
“Hai visto bellino?E' perfetto per i nostri biglietti da visita.Eh...!Son cose che si fanno in pensione...”
“Ma se state lavorando!”
“Ma non l'abbiamo mica fatto noi!Ce l'ha regalato un nostro cliente!”
A quel punto me lo sono guardato e riguardato, l'ho preso in mano (ve prego), l'ho studiato,l'ho scannerizzato, fotocopiato, copiaincollato, perché nella mia mente bacata già lo stavo facendo a casa al grido di “Lo so fare.E' facile”.
La ragazza, nel frattempo, ha preso la mia ricevuta e si messa a cercare la tuta da sci e ho pregato che ci stesse tanto così, nel mentre, potevo studiarmi l'animale. Manco fossi Piero Angela.
E ce l'ho fatta.
Perché è facile, mica per altro. Potete anche voi crearvi in 20 minuti un porta-foglietti/scontrini/bigliettini/post-it/ in maniera simpatica e originale. Roba che possono fare tranquillamente anche i vostri figli.
Vi occorre solo un bottone nero per il naso, un libro dalla copertina semirigida (doppione o che non vi piace, o che vi ha regalato vostra suocera, o che avete deciso di buttare, o che volete sacrificare fino a un certo punto per creare il vostro CHICCO TICIFICCO) e altri due bottoncini scuri o occhietti mobili che vendono nelle mercerie più fornite a pochi centesimi.

Il lavoro originale prevedeva il taglio della copertina, ma io non me la sono sentita, mi sembrava veramente un sacrilegio, quindi anche voi potete fare come me.
Prendete il libro, piegate la pagina nel mezzo e piegate l'angolino in cima.

Così per tutte le pagine, compresa la copertina. Vi consiglio di usare un libro non troppo alto perché le pagine acquistano volume, ovviamente, e rischiate di ritrovarvi un riccio obeso.
A questo punto con una puntina di colla a caldo incollate il naso e gli occhietti, e il vostro CHICCO TICIFICCO è pronto per accogliere qualsiasi vostro appunto di famiglia. Ficcateci appunto quello che vi pare,dall'appuntamento col dentista, al buono da spendere in profumeria.
Farà bella figura soprattutto sulla scrivania e vicino alla libreria. Ed ha pure un lato B bello e invidiabile.

E poi non dite che non vi do i consigli su come riciclare in maniera carina dei libri vecchi e in disuso. Altro che bruciare nel caminetto, scambiarlo alle bancherelle o relegarlo sotto il comò che traballa. Qua si reinventa la cultura.Altrochè!Tzè! (che cosa diavolo sto dicendo?)
Un'altra cosa: ho cercato di usare poca colla perché se mi dovessi pentire di aver sacrificato proprio quel libro, basta che tolga gli occhietti e il naso, che stiri un po' le pagine e il libro tornerebbe in libreria come prima e non se ne accorgerebbe nessuno che una volta è stato un riccio.
Se uno volesse fare una ganzata per questo lavoretto sceglierebbe 'L'eleganza del riccio'. Sarebbe una furbata da paura, nevvero?
Ecco cosa partoriscono due donne lasciate sole un sabato intero. Il bello è che quella più giovane poi guarisce dal raffreddore che le annebbia la mente, ma per quella grande è un casino. Non c'è proprio cura.
p.s. Il pensionato aveva usato un librino Harmony.
Della moglie.
Sicuramente sottratto a sua insaputa.
E te credo che non si è fatto scrupoli a tagliarlo :-D

p.p.s. QUI potete ascoltare l'intervista a Fuoriserie (per chi fosse interessato e l'avesse persa).Quando ancora non trasformavo libri in ricci.

40 commenti:

  1. ma dai.... bellissimo questo riccio Chicco Ticificco. Mi piace da matti. Devo solo trovre un libro, come hai scritto tu, mi non mi piaccia per nulla :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fatti aiutare nel 'piegamento' pagine mi raccomando!E' fondamentale ;-)

      Elimina
    2. Oh yes! Intanto mi sono salvata tutto su Pinterest!

      Elimina
    3. Pinterest?Dove gioca, nell'Inter? AIUTO.Cosa è?

      Elimina
    4. Una cosa bellissima! Ma crea dipendenza, ti avverto! Però penso ti possa piacere.

      Elimina
    5. Ti ho mandato l'invito per mail e due righe di spiegazione.

      Elimina
  2. Sei una fonte inesauribile di idee.... il riccio poi è veramente molto carino..... certo che tu una ne fai e una ne pensi!!!... ora vado ad ascoltare l'intervista che non l'ho potuta sentire in originale!!! Baci baci...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, è che mi istigano!Non è colpa mia, me le mettono proprio sotto gli occhi... ^___^

      Elimina
  3. Carinissima l'idea del riccio....!! Da fare! Io una volta con lo stesso procedimento, ma dal lato lungo delle pagine, ho visto un albero per Natale, che volendo si decorava con palline piatte ;-))
    Buon fine settimana!
    Betta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche Alice a scuola per Natale ha fatto l'albero a incastro, ma è è più difficile...

      Elimina
    2. come sempre ci dai delle splendide idee, stupendo il riccio...sto pensando quale libro sacrificare..

      Elimina
    3. Un Harmony della zia! :-D
      anche se alcuni Harmony, debbo dire, erano molto carini...vabbè oh!Li leggevo a sedici anni!

      Elimina
  4. Credo che farò molti Chicchi questo weekend *-*
    Grazie per l'idea Simo :)

    RispondiElimina
  5. Simoooooooooooooooooooooo!
    Mi piace un casino!
    Anche io mi farò un riccio!
    Mi gusta!
    Per fortuna che c'hai la mente annebbiata sennò io come facevo ad adorarti?
    Non lo dovevo dire così...evvabbè, pure io sono un po' annebbiata dopo la lunga spalata...
    Uahahahahhahaah!
    W il riccioooooo!
    Baciotto tesoro!
    ^____^
    Nunzia
    PS.
    Se fai 'ste cose, quando sei a casa senza l'omo, puoi mandare il Santo a vedersi tutte le partite che vuole...no, per dire...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh!Con l'homo c'ho da fa'. Qui tra ricci e salvamenti di uccelli... :-D

      Elimina
  6. Sei una sorpresa ogni giorno di più... ma non avevo dubbi!!! Ti lovvo sorella... ;)

    RispondiElimina
  7. prevedo un incremento demografico di ricci! il wwf ci implorera' di fermarci! ahhaah
    bellisssimo simo, stai sempre una passo avanti! smuack

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Seeeeeeeeeee!!Macchè avanti! Smuack!

      Elimina
  8. Ah, a proposito, non ho resistito, sei su Pinterest... :DDDD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E ancora?!?! Ma allora ci siete tutte, ma che è? :-D

      Elimina
  9. E' stupendo!!! Ora lo faccio vedere alla mì socera che è mooooolto creativa e poi glielo commissiono...che io e la manualità non abbiamo proprio molto feeling!!! Grazie per il bellissimo consiglio e buon week end

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, ma è facile facile facile, fidati!

      Elimina
  10. ...mi sto ascoltando l'intervista...che simpatia!

    RispondiElimina
  11. è bellissimo!!! devo trovare il libro giusto!!
    grazie dell'idea
    Rosaria

    RispondiElimina
  12. Ok, stavolta ti seguo a ruota. Ce la posso fare e lo farò. Ma che colla uso se non ho quella a caldo? Rispondimi ti prego Simo, devo assolutamente averlo anche io questo spettacolare riccio.Un bacione!!

    RispondiElimina
  13. Ma è bellissimoooooo!!! Lo voglio! Parliamone, può mancare sulla scrivania di una prof.? E ho anche il libro, uno che mi ha regalato una signora in treno... tanto carina... peccato si sia dimenticata di dirmi che era fallato e gli mancava tutta la parte centrale :-(! Riccio, a me!

    RispondiElimina
  14. Foooooorte e il libro da te consigliato lo potrei tranquillamente usare visto che non mi è piaciuto e non sono riuscita a finirlo...
    Cmq sai che il mio pargolo minore usando questa tecnica e due vecchie riviste si è fatto l'albero di natale? Detto albero non è sopravvissuto la periodo natalizio ma era caruccio assai!
    Besitos
    cri

    RispondiElimina
  15. No,vabbè... Sono le sei e mezza di domenica mattina,fuori nevica che Dio la manda.. E io ho finito or ora di fare un chicco ticificco... Anzi,ora cerco un libricino in miniatura e faccio pure chicchino... Non sto bene.. Detto questo,il tuo blob è sempre fantastico!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alle sei e mezza sei a fare un Chiccooooo????MITICA!Anche noi abbiamo deciso di farne qualcuno piccolino (il cucciolo), ma Alice ancora non si è decisa a sacrificare un libriccino :-D

      Elimina
  16. muahahah, bellissimo il tuo "ticificco" :) quasi quasi lo faccio anke io :P
    bravaaa!!!

    RispondiElimina
  17. ... e pensa, che a dispetto delle tue perplessità, sei pure stata ri-pinnata... Chicco "ci piace"!!! ;)

    RispondiElimina
  18. devo assolutamente sottrarre un libro ad una delle librerie e farlo, il tuo "Chicco ticificco" è trooooppo fortissimo! Quale libro scelgo? "Architettura dei calcolatori", è doppio. ma 747 pagine!! NO. "Enciclopedia del diritto", mmm più di 1000 pagine e poi se frugo ancora nella libreria dei ragazzi loro mi uccidono(quando vengono a casa mia danno sempre un'occhiata ai loro libri, manco io li consumassi). Un Topolino? Sarebbe colorato .... cercherò anche nella libreria in sala ...
    baci e fusa
    Paty

    RispondiElimina
  19. wooow che brava anche a me piacerebbe farlo ma dici che se provo farlo tipo con una rivista come glamour riuscirebbe? asp una tua risp http://danielainrosa.wordpress.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, ieri ho pubblicato su FB un riccino fatto con le pagine di una rivista, puoi farlo!

      Elimina
  20. Accidenti, che bella idea fatta con le pagine di un libro.. Bello!

    RispondiElimina
  21. Ti ho scoperta solo oggi, e già mi hai conquistata! Quest'idea è geniale!
    (P.s. Sto leggendo qua e là il tuo blog, sei troppo forte!!)

    RispondiElimina

Nel frattempo, visto il periodo, vuoi una tazza di thè?

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails