mercoledì 15 febbraio 2012

LETTERA AD ADRIANO CELENTANO

-



Adriano, senti a me. No, te lo voglio dì, così, per farti sapere, perché è giusto. Che tutti oggi parlano di te (oddio a dire il vero sono mesi che parlano di te), ma ieri sera hai fatto il botto.
Pure io.A metà del tuo pippone. Svenuta secca e dura sul pavimento.
Adriano, mettiti comodo che c'ho da dirti due cose.Se vuoi ti fo' anche un caffè.Ieri sera hai parlato di un sacco di cose, ma proprio un fottio, degli operai, dei politici, dei cattolici...ma voglio dì, parlare delle commesse,no? Perché ti spiego. Io ieri mi sono fatta l'orario preferito di ogni commessa, uno spezzato niente male con una ventina di prenotazioni extra da infilare nel già caotico quotidiano (perché lavoriamo ringraziando Dio) (a proposito:lo posso dire Dio?). Nelle tre ore di buco mi ci sono fatta incastrare la farmacia, la preparazione di Alice per il compito di matematica, una lavatrice, riordino delle stanze e un tremendo mal di testa perché ogni 28 giorni c'ho anche quella piaga lì. In più, pur essendo San Valentino, ho visto il Santo solo la sera alle 21 , quando, tornata dal lavoro, ti c'avevo una cera da top model. Stavo na favola. Roba che se fossi stata lui, altro che San Valentino, avrei chiesto il divorzio seduta stante. Invece lui no. Ma è Santo, lui. Insomma, ti dicevo Adriano, torno stanca, no? Dopo una giornata di merda, no? Con la pancia gonfia come una zampogna, i miei cari già coccolosi sul divano, con una stanchezza che non c'ho manco fame, con un grillo che sembra che mi trapani il cranio (non ci sono più gli analgesici di una volta, lo sapevi?Sennò te lo dico io) e con l'unico pensiero di rilassarmi con due canzoncine, no? Perché da Sanremo mi aspetto delle canzoni.Brutte, belle, orecchiabili non ha importanza, cantate da brutti (ma con la Bertè c'hai confidenza? Vabbè, le dici che anche se Gigi d'Alessio era abbronzato, il sole all'Ariston non c'è? Perché magari mica se n'è accorta, porella) insomma, ripeto, mi volevo un po' rilassare con le canzoncine, perché una commessa non c'ha mica pretese, le bastano due canzonette ed è contenta. E infatti ne son passate poco più di due e sei arrivato te.
Ora. Adrianino bello. Tu sei un cantante (ma lo sai che c'ho il ciddì tuo con la Mina?Ma quanto siete bravi?), e quindi mi aspettavo che tu cantassi. Invece. Posso dirtelo alla mia maniera?
Mi hai fatto due palle così.
Oh Adriano, via! Non te la prendere, lo sai, io le cose le dico chiare e tonde, però dhè!M'hai fatto un pippone che non finiva più. Ma c'hai pensato a me? Ennò!Non ci hai pensato!Cioè, ma io, pora crista, mi meritavo di sorbirmi tutto il tuo pappiè? No, ma pensaci. Sono il fase mestruale, perdio!
Che poi, Adriano, già si è parlato di te per dei mesi “C'è.Non c'è. Va al festival. Non ci va...”
Prima regola:decisione. Eccheccazzo, c'è gente che non ci dorme per queste cose. Non puoi mica dire, come hai detto a Gianni “Voi iniziate, se mi garba io arrivo”. Non siamo mica all'ultimo dell'anno a casa di zia Eugenia, che se non hai di meglio da fare ti presenti a mezzanotte con una bottiglia di spumante.Eannamo. E poi tutti sti soldi. Bravo, in beneficenza, e con tutto il sermone che hai tirato giù, vorrei anche vedè.
E poi scusa...st'idea di apparire quasi dalle ceneri come la fenice? Bombe, fucilate, guerre...Adriano, mi sembri un po' grandino per giocare ai soldatini.Ma ti immagini scendere dalla scala come tutti, che bellezza? Ed ecco a voi...Adrianoooooooo!!! Ma lo vedi com'è più bellino? Cioè, mi sei venuto fuori dopo un bombardamento. Poi hai cantato. E mi son detta “Ma guarda il mio Adriano, ah ah ah!M'ha fatto pure la finta, che ganzo che è!” E come cantante mi garbi anche, davvero.Però, è durato poco, porcapaletta. M'hai fregato!Ma ti pare che mi meriti pure quello?Di essere presa per il culo? Io, povera commessa stanca con la pancia come una zampogna? No, dico.
M'hai sfrantecato gli zibidei ieri sera. E non sto a dire se è giusto o sbagliato il tuo concetto, probabilmente avrai detto anche cose giuste per carità (non lo so tutto quello che hai detto Adriano, perché ti devo dì la verità, dopo un po' mi si scollega il cervello, mi distraggo e non ti seguo più), però l'autista ti ha portato nel posto sbagliato. Vammi da Vespa, a Ballarò, ad Anno zero, o sennò guarda c'ho un posticino bellino da morì, AUANTI una cifra, dove ste cose vengono anche accolte bene.Vammi a Hyde Park a Londra (e ti fai pure una bella girata) e mi predichi allo speaker's corner.Guarda che è una ganzata!Pare che lì abbiano fatto discorsi anche Carlo Marx e Lenin, cioè voglio dì, ci puoi stare anche te.E sii umile una volta tanto, scendimi dal piedistallo, e che è??? Ieri sera, minchia, sembrava arrivasse un uomo capace di risolvere la fame nel mondo, un uomo con in mano la cura per sconfiggere una volta per tutte il cancro, marò Adriano, vola basso, te prego. Ecco vedi? Mi sto arrabbiando. Mi fai arrabbià. E poi scusa, mi spieghi 'n attimo il teatrino con Pupo? No, onestamente Adriano, non vi si poteva guardà. Doveva sembrare tutto naturale immagino, spontaneo. E allora ti dico questo, senza offesa...avvicinati un po'... “ppsss sai che recitava meglio Alice nel presepe vivente in terza elementare? Ti giuro!Ma quanto era brava?”
Dicevamo? Ah sì, che hai sbagliato trasmissione, via!Se devi predicà, lì non va bene. Ora non ne facciamo un dramma Adriano. Devi solo organizzarti un attimo, mi prepari una bella valigina (portati il k-way che a Londra piove spesso), mi avverti la Claudia, ti prepari due cose, mi carichi la macchina fotografica (fattele due foto Adriano, così per ricordo, son belline), me ne scatti due sceme sotto il Big Ben, alla Torre di Londra, quella roba lì. Poi quando non piove, mi vai all'angolino e mi spari un pippone da paura!Tipo quello di ieri sera.Alla grandissima! E ci butti dentro politica, chiesa, tutto quello che ti pare. Non in inglese, eh? Che sennò non saresti te stesso. In italiano. Con le tue pause, il bicchier d'acqua, una mano in tasca e una sul mento, come sai fare te. Ma in italiano.
Vabbè, che discorsi, loro sono inglesi e non ti capiranno.
Ma io sono italiana e ieri sera non t'ho capito ugualmente, Adriano.
Sarà perché volevo una serata di canzoni. E sarà perché da Sanremo mi aspetto questo.
Buon viaggio Adriano, e salutami la Regina.

81 commenti:

  1. Sei troppo AUANTI, ti adoro!! gliele hai cantate alla grande condivido subitissimo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io gliele ho cantate ma è lui che dovrebbe cantà!

      Elimina
  2. MI DISPIACE CHE NON HO VISTO SANREMO ,MA IMMAGINAVO FINISSE COSI', UNO DEVE FARE IL CANTANTE SE QUELLO E' IL SUO MESTIERE ,E LUI E' ANCHE BRAVO, MA COME PROFETA NON E' PROPRIO IL SUO MESTIERE.
    MI PIACE QUESTO POST PERCHE' PENSO CHE E' QUELLO CHE PENSANO LA MAGGIOR PARTE DEGLI ITALIANI E ANCHE LO PAGHIAMO.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Evabbè, magari te lo racconto io! ;-) bacione Antonè!

      Elimina
  3. uno sono d'accordo con te che non esistono più gli analgesici di una volta, due anche io ho il cd con la mina (troppo bello).
    Tre..vedi simo noi siamo troppo "normali-gente-monotona" per capire il pippone. Quando mi daranno 750 mila euro per ascoltare il pippone vedi come te lo capisco subito

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io normale??? ma quando mai!Sono rintronata a mille!Dai, lo so cosa volevi dire :-)

      Elimina
  4. Condivido in pieno, anche se parlo senza la piena cognizione di causa perchè appena è arrivato ho cambiato canale. Il fatto è che lo sapevo già che avrebbe delirato come al suo solito, non ce la facevo proprio a reggerlo. Ma ogni volta che tornavo su Rai Uno, lui era ancora lì....e le canzoni? Alla fine ne ho ascoltate solo 3 o 4, poi il sonno ha preso il sopravvento. A questo punto meglio il Benigni dello scorso anno, che almeno ci ha spiegato l'inno nazionale e ci ha fatto emozionare.

    RispondiElimina
  5. Fantastica!! Ma gliel'hai fatta avere sta comunicazione? E sì la deve avere ti prego! Io ieri sera mi sono risparmiata S. Remo e dopo una riunione pallosa di lavoro, io e lui siamo andati a cena..non perchè fosse S.Valentino, ma perchè non c'era nulla in frigo :D Solidarietà per il mal di testa ogni 28 giorni..io idem :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ora gliela mando. Così m'arrestano.

      Elimina
  6. "M'hai sfrantecato gli zibidei ieri sera".

    mitica, sono così d'accordo! e rido :)

    RispondiElimina
  7. io ieri sera al nono minuto di rottura di balle ho cambiato e arrivederci.
    Ci ho riprovato eh? Ho rimesso sulla rai e c'erano la Canalis e Belen. Non ci sono più tornata.

    Blah.

    RispondiElimina
  8. solo una parola: sei grande! altro che adriano!! dovevano inviare te all'ariston! e potevi pure tenerteli i soldi, che nessuno ti diceva nulla perchè te li meritavi :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh sì, io sarei scesa dalla scala col tacco 12, vuoi mettere? :-D

      Elimina
  9. se io alle 21:53 mi sono appisolata svegliandomi direttamente alle 6 un motivo ci sarà?? ^_^

    RispondiElimina
  10. SEI UN GENIO !!!!!!!!!! Non avrei saputo esprimere meglio il mio pensiero !!!
    SEI UN GENIO, piu' leggo i tuoi post piu' lo penso !!!

    RispondiElimina
  11. GRAAAAANDE Simona!!! Condivido il tuo post sulla mia pagina!

    RispondiElimina
  12. Oh giust'appunto... ma che c'azzecca Celentano-santone con Sanremo? E poi la platea che dopo 40 minuti di pippone (ma ti rendi conto 40 minuti) si alza pure in piedi? Cos'era, si dovevano svegliare???
    Ma poi tira in ballo tutti, ma che cavolo avrebbe voluto dire, mica l'ho capito, io! E dire che ero sveglia...quasi, all'inizio... poi praticamente ero in trans per lo stracciamento degli zebedei! Essipuo'! una sola soletta a casa si vuol distrarre con due canzoni... arriva uno che peggio del prete!
    Martina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qua se non cantiamo da soli sotto la doccia non se ne esce! :-D

      Elimina
  13. Ho fatto benissimo a chiederti l'amicizia per poter leggere questo tuo "manifesto"!!! Sono proprio sicuro che da oggi avrò parecchie occasioni per divertirmi con le tue "riflessioni"... Sei una grande vera!!!

    RispondiElimina
  14. Adriano si mostrato quello che è: IL RE DEDLI IGNORANTI!!!Ignorante sulla concezione del regno di Dio e su tutte le altre cazzate che ha detto; è meglio che studi un po' di teologia e si aggiorni; se il regno di Dio è quello che dice lui... perchè ha preso dal nostro canone 300000 euro per dire queste cazzate? E non mi venga a dire che li dà in beneficienza. La facciamo anche noi questa.Vorrei sapere di quale regno di Dio devono parlare l'Avvenire e famiglia crisiana? Non ha sentito parlare, il molleggiato, che il regno di Dio che tutti noi dobbiamo diventare è su questa terra, qui e ora? E' meglio che continui a fare il cantante che lo spara cazzate.

    RispondiElimina
  15. sei una grande a sta cosa qui la condivido su fb ....posso??

    RispondiElimina
  16. guardare san remo il giorno di san valentino e sorbirsi sant'adriano......ritrovandosi a pensare....:"non vedo l'ora che arrivi domani per vedere cosa scriverà la Simo!!!!"
    ...mi sono preoccupata davvero che tu oggi non avessi molto da commentare con le tue colleghe....
    post spassoso, come tutti del resto.
    Pat

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non mi istigare, peròòòòòò!!! :-D che sennò qua scrivo un resoconto al giorno!

      Elimina
  17. e ti meriti un applauso!!!sai qual è stata l'unica cosa decente di tutta la serata? sanremo seguito via twitter, uno sballo!

    RispondiElimina
  18. Hahahaha sei grande!!!!!! Ma allora sono fortunata a non averlo visto!!! pensa che tutto sto parlare di Adriano mi era quasi venuta voglia di guardarlo.....la fortuna ha voluto (almeno una volta e' dalla mia parte) che fossi in Giappone e quindi stessi dormendo alla grande a quell'ora!!!! Spero possa leggere la tua sgridata( voglio essere educata...:-) ). ciaooo

    RispondiElimina
  19. Hai dato voce a tanti italiani che la pensano come te,brava. Rosy.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E'solo il mio minchia-pensiero. Anzi la mia minchia-lettera :-))

      Elimina
  20. ne ho lette tante oggi sul festival e Celentano... ma tu sei stata proprio brava! ci hai preso in pieno. un cantante dovrebbe fare il cantante e non ammorbare il pubblico con i suoi sproloqui. solo su una cosa non sono d'accordo: nemmeno a ballarò o da Vespa dovrebbe andare, a meno che non si parli di musica. ognuno dovrebbe limitarsi a fare il proprio mestiere e parlare degli argomenti di cui è competente, specie in televisione. oltre al fatto che ha utilizzato anche il programma per scopi personali, cosa molto scorretta nei confronti di chi paga il canone. non è il salotto di casa sua e non può permettersi di dire ciò che gli passa per la testa.
    voglio aggiungere una cosa: sei sicura che gli analgesici non siano più quelli di una volta? ti consiglio di farti visitare in un centro cefalee perchè ce ne sono di nuovi molto specifici che ti cambiano la vita (a me l'hanno campbiata, almeno finchè non sono rimasta di nuovo incinta ed ho dovuto "smettere") ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ieri ho preso gli analgesici da borsetta, come li chiamo io, quelli leggeri un po' per tutto.Per l'emicrania che mi costringe a letto ho un medicinale che solo a leggere il bugiardino ti ri-senti male!

      Elimina
  21. hahahahaha! grande simo!!! ho pensato esattamente le stesse cose e credimi sono sicura che non siamo le sole! anche quella "sembra che stiano facendo la recita alle elementari" ho detto proprio così a luca che era seduto proprio dov'era seduta malù quando siete venute a casa mia (che bello! a rifamo?). poi 3 minuti dopo ammiccante (era sempre s. valentino) ho detto a luca:"io vado a letto" ci è arrivato prima di me.

    RispondiElimina
  22. brava!!! bis!!! menomale che ho preferito guardare le comiche su rete 4, almeno mi sono fatta 4 risate col mio pupo visto che c'ho pure l'influenza!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io ero una comica ieri sera, avevo una cera che facevo ridere. O piangere. Dipende dalle persone ;-)

      Elimina
  23. Simo, sei fantastica. Come sempre. Bacio.

    RispondiElimina
  24. Per curiosità ho messo su Rai uno proprio mentre c'era Adriano e dopo aver visto la finta discussione con Pupo me ne sono andata a letto....davvero non ne meritava la pena... e stamattina la Rai ne prende le distanze dal "pippone" ma perchè non lo sapevano? Ma a chi vogliono darla a bere? Forse per loro vale il ragionamento "parlatene male ma basta ne parliate"...Invece tu cara amica, hai parlato bene, hai detto quello che tutti abbiamo pensato...dovrebbe essere un articolo pubblicato sulle prime pagine di quotidiani nazionali...e io lo condivido con i miei tanti amici su fb, posso, vero? :)
    p.s. ma "sfrantecato" è la voce di quale verbo? Mmmm...un abbraccio....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vediamo...'sfrantecato'... oh ma che domande mi fai? O_o

      Elimina
  25. BRAVAAAAAAAAAAAA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  26. In sintesi ho fatto bene a non guardare Rai 1 ieri sera :-DD Grande Simoooooooooo!
    cri

    RispondiElimina
  27. come previsto noi ci siamo addormentati ore 20.15 sul divano finchè ascoltavamo il telegiornale. poi, visto che il canale era ancora rai1 (nel sonno nessuno aveva cambiato canale) ci ha svegliati una canzone (non so quale) e ci siamo fiondati a letto. adriano non l'ho sentito. ma se è stato così come dici tu, forse è stato meglio. non avrei resistito con il sonno. ciao. marta

    RispondiElimina
  28. sei una grande! Punto! Altro che Adriano!

    RispondiElimina
  29. ciao simona io ti farei una statua... alta così... no no più alta... così... si così è l'altezza giusta..... hai letto nel mio e nel pensiero di milioni di italiani a cui ieri sera il supermolleggiato ha fracassato la testa... per fortuna che dopo 15 minuti mi sono addormentata in preda all'apatia e mi sono risvegliata come da un lungo sonno appena lui è andato via dal palco dell'Ariston!!!non è il palco giusto sanremo... diciamoglielo... Un abbraccio Stefania

    RispondiElimina
  30. Forse l'ha già detto qualcuno ma è il miglior articolo che abbia letto a riguardo
    Rita

    RispondiElimina
  31. Ciao, mi chiamo Rossella. e' la 1ma volta che capito da queste parti e mi sono fermata a leggere questa lettera a Celentano. Giuro, mi hai fatto morire dal ridere, e mi ci sono ritrovata, anch'io non c'ho capito molto!!!!xò grazie a te poco fa ho riso tantissimo!

    RispondiElimina
  32. Grazie per il thè ma volevo dirti che l'hai fatto nero, perche ci ha fatto due palleeeeee!!!

    RispondiElimina
  33. signora Simona sono molto colpito dal suo scritto ,mi permetto di farle qualche appunto di esso. primo sono rimasto colpito dalla frase che le avrebbe fatto un pippone,o meglio due palle così.le posso chiedere perchè non ha cambiato canale?moltissimi di noi che sono ancora FORTUNATI in questo PAESE tornano la sera a casa dal lavoro stanchi e come dice lei avrebbero voglia di rilassarsi. io personalmente mi sono rilassato ho ascoltato buona musica,e come lei mi ero preparato alla performans di Adriano ,perchè lei come me lo stava aspettando e lei lo fa capire benissimo quando dice che se ne parlava da mesi e vi aggiunge anche sue considerazioni sulla partecipazione di Adriano. ma mi permetto di dirle una cosa molto umilmente se una persona ,qualsiasi essa sia riesce ad aprire la coscienza e stimola alla riflessione portando argomenti concreti bisognerebbe sempre ringraziare. tutti lo criticano oggi ma tutti quei 14000000 lo aspettavano compresa lei . . La cumbia di chi cambia .questo è il titolo di un brano dell'ultimo cd di adriano lo ascolti e se poi avra voglia mi risponda un saluto GIUSEPPE

    RispondiElimina
  34. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ho cambiato canale perché volevo vedere il festival.Poi, durante l'intervento di Adriano, quando ho visto come si evolveva, non ho cambiato canale, ma sono andata a letto,appunto perché ero stanca.Tuttavia, per stimolare la mia riflessione non c'è bisogno di Celentano.Ripeto anche qui che sicuramente i discorsi che ha fatto non sono nemmeno sbagliati, ma il contesto se mi permette, sì. Le faccio un esempio banalissimo e sciocco, il primo che mi viene in mente. E' come se io, appassionato di politica o quant'altro, non vedo l'ora di sedermi sul divano e gustarmi chessò Anno Zero. Dopo un'ora di dibattiti entra Roberto Bolle che mi spara un'ora e mezzo di un balletto classico. Sono sicura che chi ama quel genere di trasmissione e sa di trovarci determinati argomenti, direbbe "O questa?Che storia è?" e non servirebbe a nulla che qualcuno le dicesse che Bolle è il primo ballerino della scala,che in tutto il mondo è portato così, che la sua è arte e verrebbe ovviamente sostenuto da chi ama la danza classica. La sua risposta probabilmente sarebbe "Ho capito, ne prendo atto,complimenti a Bolle, ma che vada a ballare a teatro!"Non so se mi sono spiegata. Il contesto non era quello giusto, e io sciocca, umile e semplice commessa avrei preferito due canzonette anche stonate al suo discorsone fuori luogo.Detto questo Giuseppe, io l'ultimo ciddì di Adriano non ce l'ho, ma se mi capita di ascoltare la canzone di cui parla, le farò sapere ;-)
      Grazie mille del suo intervento, così gentilmente pacato.Grazie.

      Elimina
  35. Testo della canzone La Cumbia Di Chi Cambia di Adriano Celentano
    ALBUM: Facciamo Finta Che Sia Vero (2011)
    Tutte le canzoni di Adriano Celentano

    Se c'è qualcuno che c'ha voglia di ballare
    si faccia avanti si faccia avanti
    se c'è qualcuno che c'ha voglia di cambiare
    si faccia avanti si faccia avanti
    i funzionari dello stato italiano
    si fanno prendere spesso la mano
    inizian bene e finiscono male
    capita spesso che li trovi a rubare
    e fanno cose che stan bene solo a loro
    a usufruire di vantaggi esagerati
    così abbandonano ogni tipo di decoro
    e si comportano come degli impuniti
    Questa è la cumbia
    la cumbia di chi cambia
    la cumbia di chi cambia aaa
    Io non sono mai stato un qualunquista
    quelli che dicono che sono tutti uguali
    quella non è la mia maniera di pensare
    però lo ammetto certe volte l'ho pensato
    i funzionari dello stato italiano
    sembrano spesso personaggi da vetrina
    sotto alla luce sono belli ed invitanti
    quando li scarti poi ti accorgi che eran finti
    Questa è la cumbia
    la cumbia di chi cambia
    la cumbia di chi cambia aaa
    questa è la cumbia
    la cumbia di chi cambia
    la cumbia di chi cambia aaa
    Si dice sempre che ogni popolo assomiglia
    questo è una parte del testodi una canzone cantata da adriano celentano leggi e medita a quello che hai scritto sopra. penso tu sia molto più intelligente di quanto vuoi far credere. e nelle righe di quello che hai scritto si capisce .nel tuo piccolo sei anche tu un adriano celentano un saluto peppe65

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Peppe ma secondo me mi sopravvaluti ;-) e poi, chi glielo dice al Santo che se io nel mio piccolo sono Adriano Celentano, lui mi deve fa' Claudia Mori? :-D
      Grazie del testo.

      Elimina
  36. lei è molto brava ma se mi permette non la credo quando dice che se ne è andata a letto altrimenti non avrebbe scritto determinate cose . il suo modo di scrivere lo trovo molto originale e che colpisce perchè con quel falso essere mediocre scrivendo in dialetto presumo romanesco in realtà vuole arrivare anche a chi non ha frequentato le scuole oltre le superiori.come si dice gente di popolo per gente di popolo.non so se lei è laureata o diplomata,ho ha frequentato solo la scuola dell'obbligo ma la ritengo molto ma molto intelligente. anche lei questa sera astimolato me a riflettere sul suo scritto perchè se lei scrive vuol dire che a bisogno di comunicare . personaggi come celentano che si permettono di fare sermoni ma non sono profeti servono a questa socetà che viviamo oggi per non abbassare la guardia argomenti come quelli che ha toccato ieri sera fatti in quel contesto stimolano milioni di volte in più rispetto se si facessero in trasmissioni di cui lei citava. oggi noi non abbiamo più gli anticorpi che avevano i nostri genitori che hanno vissuto la fame le lotte per i nostri diritti,e che noi piano piano stiamo perdendo impotenti.il concetto di famiglia,la parola democrazia sta piano piano diventando utopia . ieri sera il solo fatto di aver usato la parola sovrano mi ha illuminato.lei fa la commessa ed e a contatto con la realtà del paese. lei come me e fortunata ha un lavoro e riesce ad avere una propria dignità ma si metta nei panni di chi quella dignità e stata tolta. si può essere daccordo o meno dei contenuti ma non si può dire che il contesto e sbagliato.giuseppe

    RispondiElimina
  37. Premesso che non ho visto il festival ieri sera, m'è capitato di fare zapping su Rai 1 proprio nel bel mezzo del bombardamento e non capivo se avevo sbagliato canale o cosa. La talpa ha detto subito "questo è Celentano" (ogni tanto ha qualche sprazzo pure lui!) e io continuavo a non capire che c'azzeccasse. Per curiosità ho lasciato, l'ho retto fino al botta-risposta con Pupo poi non ce l'ho fatta più! Non poteva essere più fuori luogo di così. Ti giuro che vorrei chiedere il rimborso del canone TV!

    RispondiElimina
  38. Giuseppe, mi creda, sono andata a letto... oh ma non ha importanza!Non stiamo certo qua a vedere queste cose. :-D Sono lusingata dei suoi complimenti sulla mia intelligenza, e per la cronaca ho solo la licenza media.Due anni di istituto d'arte non valgono una cippa lippa e proprio grazie alla scrittura (o al mio bisogno di comunicare, come dice giustamente lei) ho imparato a esprimermi più o meno correttamente.E forse grazie anche alla mia curiosità e voglia di sapere.Non so. Fatto sta che mi piace quello che faccio e non penso di ledere nessuno coi miei post.Soprattutto quando sono in chiave ironica e scritti in questa maniera (che poi è il mio stile, non saprei fare diversamente). La prego, ritorni ogni tanto qua, non scrivo solo di Celentano ;-) Signor Giuseppe che bello scambio, però!Mi garba!

    RispondiElimina
  39. la ringrazio,ma rimango della mia idea. la seguirò con piacere. ricordi che non è un pezzo di carta che fa la cultura e la grandezza di una persona.molto spesso quelli che vengono considerati cafoni e ignoranti sono molto più acculturati di chi ha una laurea. per me una persona intelligente e colui o colei che difende le sue idee argomentandole. una onesto scambio di idee e ricchezza per se stessi e per chi ha sete di sapere.un saluto cordiale guiseppe

    RispondiElimina
  40. ahahahha sono d'accordo praticamente su tutto!!!

    RispondiElimina
  41. questa mattina ho fatto un giro nel sito e con piacere ho scoperto che apparteniamo alla stessa generazione,ora sono ancora più convinto della bella persona che lei sia ,allora sarà d'accordo con me che per il bene dei nostri figli abbiamo il dovere di spiegargli la realtà che ci circonda. i nostri genitori ,i nostri nonni hanno combattuto per darci i primi una vita meno umiliante della loro,i secondi il profumo della libertà e della democrazia.soprattutto noi abbiamo oggi il dovere di rimediare agli errori che in questi ultimi venti anni abbiamo scommesso "in buona fede"ci siamo fatti assuefare.abbiamo il dovere di spiegare come fecero i nostri genitori e i nostri nonni i veri valori e tornare al mettere al centro della nostra vita lessere enon la cosa Giuseppe

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Signor Giuseppe, allora Benvenuto!:-D mi fa molto piacere che lei sia qui!

      Elimina
  42. Carissima Simona, siamo capitate per caso, come spesso succede nel web, e siamo rimaste folgorate dal tuo blog... ovviamente ha contribuito molto il post su Celentano che condividiamo pienamente. Ci ripromettiamo di andare indietro nel tempo e leggere altri tuoi post perchè se tanto mi dà tanto...
    Ovviamente siamo diventate tue followers ad oltranza! Se ti fa piacere passa dalla nostra cucina! A presto,
    Alessia&Tiziana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenute carissime!aspettate che arrivo... :-D

      Elimina
  43. Buahahahha simo sei sempre un mito!!!
    ti lovvo

    RispondiElimina
  44. non ho mai letto il tuo blog prima di oggi, ma se scrivi ogni post come hai scritto questo, diventi la mia blogger preferita! mi sono fatta la pipì nelle mutande dal ridere (si può dire?). BEllissimo. Non ho guardato il festival, ma mi pareva di essere davanti alla tele (ah, e condivido tutto sulla fiducia!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie,troppo buona!E Benvenuta Sere!

      Elimina
  45. Stupendo! Non ho visto il festival, ma mentre leggevo il tuo spassosissimo post mi sembrava di averlo davanti agli occhi... grazie, mi sono divertita un mondo a leggerti. Tornerò a trovarti

    RispondiElimina
  46. Premesso che ho letto la tua lettera accorata e anche gli altri tuoi post, ma, pur seguendoti, di solito non commento...
    Però mi sono ricordata di quando sei andata alla Prova del Cuoco e mi è venuto da ridere pensando che il mio Flash Blog Candy prevede di vincere i cerottini contro l'Herpes. Insomma, forse li usi, forse no, se ti va di provare a vincerli... passa da me! :) Così la prossima volta che vai in tivvù non avrai problemi di sorta! lol A presto!

    http://sognatriceabordo.blogspot.com/2012/02/flash-blog-candy-compeed-contro-lherpes.html


    Sognatrice
    a bordo

    RispondiElimina
  47. tutta mia stima per te :), ma io che non guardo ne il festival ne celentano ti dirò...un pò mi disturba pagare il canone per questo perchè è come se io andassi in tv per 300.000 a parlare delle mie idee...non mi pare giusto...perchè quello che dico io non è sacrosanto, ma non è sacrosanto nemmeno quello che dice anche lui...

    RispondiElimina
  48. Sei acuta come sempre e in più sai dire tutto con l'ironia che ti contraddistingue! tu sei commessa fuori ma giornalista dentro!! Ho condiviso su facebook anche senza chiedertelo perché non ho saputo trattenermi, anzi quasi quasi stampo il tuo post e ci tappezzo le vie del paesello!!
    Baci
    Marina tri-mamma

    RispondiElimina
  49. Io ho visto(per fortuna!) solo la prima puntata del Festival.Per alcuni, non solo per Celentano, penso proprio che sia arrivato il momento della pensione! Ma in RAI credono ancora che la gente sia quella di 30 anni fa? Boh?!

    RispondiElimina
  50. Sei supermegastrafortissima....io sola come tante altre, comoda sul divano per distrarmi con qualche canzonetta e poi gli spari e i bombardamenti....spento la tele e a letto con un bel libro.
    Continua cos' che sei tutti noi.
    Ciao

    RispondiElimina
  51. Buon giorno,è arrivato sabato.E'arrivato il sabato della resa dei conti,e come è successo martedi scorso, tutti( stando a quello che si è sentito in questi giorni) aspettino il ritorno di Celentano al festival.Se mi permette le voglio rubare in senso metaforico questo spazio per scrivere Io due righe a Celentano .CARO ADRIANO QUESTA SERA STUPISCI TUTTI PERCHE'NELLE TUE CANZONI DESCRIVI PERFETTAMENTE LE PROBLEMATICHE CHE TU DENUNCI . MI PERMETTO DI DARLE UN CONSIGLIO .SCELGA UNA SERIE DI CANZONI CHE ESPRIMONO IL PENSIERO DI CIO' CHE AVREBBE VOLUTO PARLARE STASERA E LE ACCOMPAGNI CON SILENZI DI RIFLESSIONE.VEDRA' CHE SARA' LO STESSO DIROMPENTE E FORSE SARA' LA VOLTA BUONA CHE LE CRITICHE SI ACQUIETERANNO E AVRA' ACCONTENTATI TUTTI . PAGATO PER CANTARE,PIACERE PERSONALE E CIVICO DI DENUNCIARE.Signora Simona la ringrazio di questo spazio .spero che in queste sere abbia seguito il festival ,avra' vuto modo di sentire buona musica ,perchè penso che quest'anno il livello e stato molto alto saluti GIUSEPPE.

    RispondiElimina
  52. HO DATO LA VITA E IL SANGUE
    PER IL MIO PAESE
    E MI RITROVO A NON TIRARE A FINE MESE
    IN MANO A DIO LE SUE PREGHIERE
    HO GIURATO FEDE
    MENTRE DIVENTAVO PADRE
    DUE GUERRE SENZA GARANZIA
    DI RITORNARE
    SOLO MEDAGLIE PER L'ONORE
    E SE QUALCUNO SENTE
    QUESTE SEMPLICI PAROLE
    PARLO PER TUTTE
    QUELLE POVERE PERSONE
    CHE ANCORA
    CREDONO NEL BENE

    RispondiElimina
  53. celentano non e solo cantante e tutto e nessuno lo sorpasse benigni e solo scemo no fa ridere per niente.e i soldi di adriano no sono vostri e stato pagato dalla rai e quest anno pagheranno un altro che no vale niente

    RispondiElimina

Nel frattempo, visto il periodo, vuoi una tazza di thè?

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails