mercoledì 16 gennaio 2013

E' una questione di precisione




Alzi la mano chi di voi, belle donzelle, ha sentito almeno una mezza dozzina di volte “Cara?Dove sono le mie mutande?”
Penso che il primo premio vada a mia madre che se lo sente ripetere da circa quarant'anni. E son quarant'anni che le mutande son sempre lì, nel secondo cassetto del comò.
Ma il vero uomo deve chiedere, sempre. Non ce n'è. Anche se il sogno di ogni donna, ammettetelo, è il cancellare dai dialoghi di coppia questa domanda.
Però, donne, riflettiamo un attimo. Davvero vorreste i vostri uomini tutti precisini, tutti consapevoli di dove si trovino gli indumenti? Io no. Ma parlo per me. A parte che sono la numero uno a organizzare una caccia al tesoro delle sue mutande e dei suoi calzini, però è anche vero che la domanda scatta anche quando le coprigioie  sono al loro posto, perché lui, essendo uomo, fa parte della categoria dell'Homo Orbus. Io invece faccio parte di una categoria in minoranza, quella che 'Oibò, l'omo precisino'. Perché lo ammetto: ho una sottile avversione all'uomo precisetti, con tutto il rispetto per la categoria se ne possedete uno. Parlo di quelli un po' fissati, eh.
Sarà perché io non lo sono, bho. Non sono fissata a dividere i reggiseni (reggiseni? A cosa servono?) dalle mutande. O i calzini a strisce dalle autoreggenti. Nei miei cassetti non regna propriamente il caos, ma gli indumenti convivono felici tutti insieme, ammucchiandosi tra loro. Roba che a volte trovo un gambaletto viola, segno che il collant nero e il calzino rosa hanno avuto un amplesso nottetempo, e questo è il risultato. A me le persone tutte perfettine, che hanno tutto in ordine, fanno un po' paura. E' come se volessero avere tutto sotto controllo, no? Io non riesco a controllare i capelli, figuriamoci i cassetti.
Il Santo non fa eccezione. Lui non è spreciso, non è casinista, ma lascia i calzini in fondo al letto, i residui sudati del calcetto nella vasca e gli abiti sulla poltroncina in camera da letto tutti i giorni. Roba che se non li tolgo io, in una settimana sembrerebbe la svendita di un grande magazzino.
Mi pesa toglierli? No. Li piego e li metto via, va là. Mi darebbe più fastidio, giuro, vederlo piegare con cura i pantaloni, dividerli per colore nell'armadio, fare le pulci alle camicie per vedere se le ho stirate bene, mettere da una parte le t-shirt bianche e dall'altra quelle colorate e impilare con cura maniacale la roba nella borsa del calcetto come se facesse una valigia. Andrea quando prepara la suddetta borsa getta la roba dentro come una moglie isterica che prepara la borsa con l'intento di andarsene di casa, avete presente no? Quelle scene dove lei dice “Basta! Ora me ne vado!” e lì a buttare roba a casaccio. Mia suocera gli ha sempre detto “Ma mettila a modino!”
E lui ha sempre risposto “Mamma, forse non ti è chiaro, ma ci devo sudare con sta roba”
Uno a zero per lui.
Ai miei occhi un uomo troppo precisetto e fissato con l'ordine è attraente come Gigi Marzullo, non so perché. Alcune amiche mi hanno confidato che alcuni ex (ecco perché sono ex) prima di fare all'amore, nell'atto dello spogliarsi, piegavano i panni e li riponevano a modino sul comò.
Cioè. Ve prego. Ma un uomo in quel frangente si deve strappare gli abiti come i ballerini di full monty!Deve far saltare i bottoni alla camicia, lanciare il cavallo dei pantaloni dalla finestra, gettare le mutande sull'abat-jour. E togliersi i calzini.
E poi ci sono le donne precisette. Anche quella una categoria che (ve voglio bene abbestia) mi fa venire un po' l'orticaria. Quelle che non fai in tempo a bere un caffè a casa loro che ti tolgono la tazzina, la sciacquano, l'asciugano e la ripongono nell'armadietto. Cioè, ma ti do fastidio? Vado via? Me l'hai fatto malvolentieri? O quelle che lasciano gli amici o gli ospiti a tavola e si mettono a rassettare la cucina. Che tu ospite, non sai se alzarti e chiedere “Vuoi una mano?” o lasciar perdere. Se chiedi, lei ti dice “No, stai pure comoda, faccio da me” e non capiscono che tu sei lì per la sua compagnia e non per vederla lavare i piatti. Se lasci perdere ti ritrovi a parlare con il gatto, se impugni uno strofinaccio ti ritrovi a rassettare una cucina con tanto di tragitto casa- bidone spazzatura. Che poi io, invito gente per la loro compagnia, e amo non perdermi un loro discorso, stare con loro e vaffanculo le faccende. Si mangia tutti insieme, si ride, si scherza, si transuma dalla cucina al salotto e non ci penso minimamente a rassettare. Infatti anche se gli amici vanno via all'una di notte c'è sempre la tavola apparecchiata e i ciottoli sul gas, perché a tavola non si invecchia mai. A costo di farci le tre a pulire, non me ne frega niente. Ma ti pare che io ti lascio in salotto a fissare i quadri e mi metto a pulire? Ma chi ne ha voglia, intendiamoci. Spesso faccio i piatti anche il giorno dopo perché ho sonno e si va a letto. Scoppia il mondo?No. Muore qualcuno? Nemmeno.
Devo dimostrare qualcosa? Macchè. Tzè, vallo a spiegare a loro, alle amiche dello swiffer.A quelle che pretendono che il marito manco respiri, perché sai, con una fiatata più forte potresti alzare la polvere “E io mica posso stare sempre a pulire, eh!!”
Ricordo un aneddoto di qualche mese fa, primavera se non erro...sì sì, primavera, in cui Andrea era fuori in giardino a smazzarsi con travi, palizzate, martello e vanga per mettere le staccionate per abbellire il nostro giardino. Bene. Bussano alla porta, vado ad aprire e di fronte a me c'è una vicina. La faccio entrare, rispondo alla sua domanda circa un numero di telefono e in quel mentre entra il Santo. Lui si pulisce frettolosamente gli stivali allo zerbino fuori, si dirige in cucina e si versa un bicchiere d'acqua.
Lei (lei!) lo ammonisce “Con me non saresti entrato in casa!”
“Prego?”
“Con me non sarebbe entrato con gli stivali!Ti inzacchera tutto il pavimento!” manca poco muore dallo shock.
Allora bella, parliamoci chiaro. Primo: non lo ammonisco io che sono sua moglie, lo devi fare te?
Secondo: è casa tua?
Terzo: ora ti spiego una cosina. Sto povero Cristo è da stamattina che pianta paletti in giardino, invece di stare spaparanzato sul divano come il tuo compagno che costringi a girare con le pattine leopardate.Ci siamo?Il Santo si è tinto a mano qualcosa come trenta palizzate. Si sta sbattendo perché io ho deciso di fare anche una staccionata per le ortensie, okay? E' da stamattina che si dedica a qualcosa per abbellire la nostra casa, per farmi contenta, nonostante sia domenica, nonostante trasmettessero quel film che gli piace tanto.
A questo punto, cosa dovrebbe fare, scusa? Mettersi uno scopettone in su per il deretano e pulirmi anche la veranda?
Cosa dovrei fare io? Costringerlo a togliersi gli stivali ogni volta che entra in casa?Farlo morire di sete?Lanciargli le tue pattine urlando “Mettileeee!!”? Rompergli le palle perché sta sporcando? Sai a me cosa me ne frega se lascia due impronte sul pavimento? Minchia, lo pulirò!
E ti dirò di più. Vedessi Andrea che ogni volta che entra in casa si toglie le scarpine, le allinea sullo zerbino e in punta di piedi mi entra in cucina, bhè mi chiederei se è lo stesso uomo che fino a mezz'ora prima mi vangava un pezzo di terra in maglietta nonostante i venti gradi.
Cioè, io non voglio un Roberto Bolle che mi gironzola per casa in punta di piedi per non sporcare, hai capito mia bella casalinga disperata?
Madonninasanta.
Io non so se siamo fortunati o se dopo ventun'anni insieme ci siamo plasmati a nostro piacimento, so solo che non ci rompiamo le palle sulle cazzate, perché queste, signori miei, son cazzate. Che ripetute giorno dopo giorno dopo giorno, ti limano, ti sbrindellano le palle come un cane sbrindella l'orlo della tenda. E il dentifricio stappato, e i calzini sporchi in bagno, e in bagno ci stai troppo, e la pasta è un po' scotta, e le mutande bianche non vanno con quelle nere, e non mi aiuti mai, e ci sono DUE briciole in auto, e hai piegato male le magliette, eccheppalle.
No, davvero.
Comunque sia, io la parola precisione non la trovo nemmeno sul vocabolario, fate voi.

p.s. E voi? Precisetti? Vi amo lo stesso, of course! ;-)

89 commenti:

  1. io sono una grande sprecisa, non che non mi piaccia l' ordine, ma preferisco fare qualcosa altro....tipo dolci , Ora vado a sistemare i miei comodini e como' grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci sono cose per le quali le faccende domestiche o i cassetti posso aspettare, il fare dolci è uno di questi!:-) Per altre donne è una priorità O.O

      Elimina
  2. hai seminato punti qua e la che richiedono risposte. Ma ti scriverei un'enciclopedia.
    Quindi posso solo dirti che condivido e condivido. Non solo... passo il link a mio marito (che ultimamente quando va a prendere una forchetta mi svuota il cassetto perchè ha visto che c'è qualche briciola sul fondo), ad una mia amica (che quando andiamo da lei non ce la fa a stare seduta a tavola con noi, perchè la lavastoviglie l'attira più della compagnia), ad un'altra amica mia che mi sottrae la tazzina del caffè ancora bollente per lavarla e riporla (anzi me la sottraeva, perchè non ci vado più, fanculo) e infine a mia madre che mi intima sempre di lasciare la casa in ordine finanche nei cassetti, perchè 'se succede qualcosa, prima devono pulire e ordinare la casa e poi devono far entrare il morto'.... pensa te!!!!!
    MI sa che questa può diventare una crociata. Ci penso se scriverne anch'io...
    un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il 'Se succede qualcosa' delle mamme è micidiale, più che altro che mammina ottimista! :-D
      Un abbraccio a te!!

      Elimina
    2. mia mamma invece mi dice di tenere a posto la casa perchè se mi viene a trovare qualcuno è a posto e presentabile. ma il qualcuno viene a trovare me o la casa? e poi se ti succede qualcosa? metti che fai un incidente e ti portano all'ospedale? (è successo: ero in bici, mi hanno tirato sotto, e all'ospedale ci sono andata con la tuta strappata, e, ORRORE, sporca di sangue e fango)
      poi c'è anche il : pettinati/vestiti meglio! (anche se sono in casa che sto pulendo il bagno) ecc ecc ecc.
      le mamme ti vogliono sempre perfetta in ogni occasione, tu e anche la tua casa. come se si fosse su un palcoscenico e tutto il mondo fosse lì a guardarti.
      marta

      Elimina
  3. a questo post manca solo lo spazio in fondo per mettere la propria firma. ecco la mia ci starebbe assai bene.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ci manca solo questo spazio e poi siamo a posto! Benvenuta Monica!

      Elimina
  4. E come sempre i tuoi post sono uno spasso e si leggono senza tirare il fiato.
    Io diciamo che sono nel mezzo, sono precisina ma per quel che riguarda le pulizie ci sarebbe da dire..poi ammetto nel mio armadio divido le cose per colore e lunghezza (mò chiamate l'ambulanza) e pure nei cassetti..hihi!! Sono quella che se invito qualcuno tolgo i piatti ma solo per non vedermeli sporchi davanti al naso, magari li butto in lavastoviglie e finisce lì, il resto si fa dopo.
    Se parliamo di uomini ho 3 bei esempi uno diverso dall'altro:
    Papà ha lavorato all'estero quindi abituato ad arrangiarsi. io lavo e stiro, gli piazzo la roba sul bancone e se la ripone come cavolo vuole. poi quello che si cambia lo butta nei cesti (2 ed ovviamente in base al tipo Bianchi o colorati)ma in cucina ogni cosa la vuole al suo posto. Cuoco era e si vede..però a pulirla no, niente da fare anche se è bravo!
    Suocero: quello che non fa un tubo. la mattina ordina tutto alla moglie che gli deve pure infilare i calzini. uno così lo uccido!!
    Dolce metà: le sue cose se le ripone, ma quando si cambia diciamo che le sedie diventano troni per quanto sono alti. E' un po' maniaco ma al punto giusto. Se serve cucina, lava e stira..insomma non mi lamento ma ne riparleremo se un giorno andremo a convivere..ehehe!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Altro che trittico di primi!Questo è un super tris per tutti i gusti!
      Sì, dai, poi dimmi com'è la convivenza! ;-)

      Elimina
  5. Quanto mi riconosco in questo post...
    Anche io non sono il regno della precisione, non mi metto a fare le faccende domestiche quando ho gente... perché se ho invitato qualcuno, avrò anche il piacere di stare con loro e non con Mastolindo (che ha dire il vero se non fosse pelato e con l'orecchino... non sarebbe per niente male ma forse andrei in qualche altra stanza piuttosto che in cucina... è un pò piccolina quindi non potrei nemmeno 'farlo strano').
    Comunque, io penso che una che sta sempre a rompere le cosiddette quando uno sta lavorando non è proprio un bel modo di vivere la vita di coppia: la moglie sempre arrabbiata e isterica il marito alla fine ha tutti i diritti di farsi l'amante!!!
    Ora siccome io sto molto bene con lui, cerco anche di tenermelo stretto ma sopratutto di non perdere tempo in cazzate, perché già ne ho poco per cui perché sprecarlo... che poi alla fine credo che, anche le precisine non è che siano poi così contente della loro vita e allora.... goditela santo iddio!!!!
    Ora non dico che bisogna vivere come gli zingari ma nemmeno come in un museo.... mi sa di un'antiquato e noi che siamo così avuanti proprio non possiamo viverci bene!!!
    Grande Simo!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, come zingari no, ma nemmeno schiavi della casa o dei cassetti. Cos'è che vorresti fa' con mastrolindo in cucina???? Mi fai morì :-D

      Elimina
  6. Io ero assente il giorno che distribuivano il gene dell'ordine, e quando sono tornata e ho portato la giustificazione mi hanno detto che era finito, quindi sono senza... Io forse sono anche troppo, stiro solo le sue cose le mie si stirano addosso, però son sincera, non mi ha mai frantumato le scatole se una Mutanda bianca è diventata grigia o un calzino nero è diventato rosa... Come dici? Come ha fatto un calzino nero a diventare rosa? Semplice, lavandolo con un copriletto rosso che ha stinto e che ha reso più allegro e colorato il mio bucato.. Come dici? La separazione dei colori nella lavatrice? Pura teoria, io sono un'artista e come tale mi piace osare... Ok, vabbè, non sono adatta a fare la casalinga, ma io e il mio santo ci compensiamo, lui è un po' più ordinato di me, e credo fortemente che siamo come il pane e la nutella come gli spaghetti e il pomodoro come lo yin e lo yang: due metà di una mela che combaciano perfettamente, questo è il segreto essere uno il tralcio e l'altro la vite... Come la bottiglia e il Barolo: invecchiare insieme..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come la bottiglia e il Barolo: invecchiare insieme. Adoro quando mi diventi poetessa!!

      Elimina
  7. ciao Simo
    condivido condivido e condivido...l'uomo precisino mai!!! adoro il mio che ogni mattina mi vuole come personal dresser!!!! e mi godo la vita...per il resto c'è sempre tempo ^_^
    baci

    RispondiElimina
  8. Il link di Anna mi ha portata qui e mi si è aperto uno spiraglio di luce infondo al tunnel dell'ordine maniacale che mi ossessiona da un po' e che non riesco mai a percorrere per più di un paio di metri.
    Mi piace l'ordine, mi piacciono tutte quelle foto di quelle case con mille oggetti inutili sistemati in bella mostra per ogni dove ma casa mia non è così. Non c'è un posto per ogni cosa, i giocattoli di mio figlio sono sparsi ovunque sul pavimento e quel che non voglio che prenda, perchè pericoloso o fragile lo ammucchio dove trovo posto, lontano dalle sue manine curiose. nel mio comodino c'è di tutto, tutto insieme in allegria, in quello di mio marito c'è più ordine ma solo per semplificargli le ricerche quando all'alba deve vestirsi per andare a lavoro. Insomma, se fossimo vicine di casa ti chiamerei ogni giorno per un buon caffè in compagnia e la sera, a cena quando vuoi, tanto, poi, l'indomani c'è la lavastoviglie :-D Insomma grazie di esistere cara Simo! D'ora in poi sarò una trua affezionatissima lettrice!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh bella Sunny, ma grazie a te di esserti fermata e grazie alla splendida Anna che ci ha fatto conoscere. Anche a me piacerebbe l'ordine e anche possedere una bacchetta magica, ma oh, non si può avere tutto nella vita. Già c'ho un Santo d'uomo e una ragazzina che megliounsipoavè, non posso pretendere anche di avere casa e cassetti perfetti. E poi in fondo in me c'è il gene del chi se ne frega :-D

      Elimina
  9. Grande SImo!!! Ti ho apprezzato tantissimo!!
    Mi piace l'ordine, ma solo se lo fa qualcun'altro per me e anche in quel caso, non riesco a mantenerlo!!!
    Mi piacerebbe essere ordinata, ma non lo sono e certe volte maledico la sorte, ma hai ragione tu, forse è meglio avere un marito altrettanto disordinato!! Bellissimo post!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi piace l'ordine ma solo se lo fa qualcun'altro....uHUHhahahuahhahahha!!Perfetto!!!

      Elimina
  10. Sei una donna da sposare, infatti la mia era così.
    C'è una storiella breve che cercherò di sintetizzare ulteriormente: (scena) marito che entra in casa con gli stivali pieni di fango.
    (amica della moglie) -"ma non ti scoccia che quegli stivali portino dentro tutto quel fango?"
    (moglie) -"no perchè quegli stivali portano dentro anche lui".
    Ecco.
    Poi quando ci sono gli amici i piatti al massimo si spostano per stare più comodi ma lavare e pulire è fuori questione.
    Si nota che non sono proprio precisino neanch'io?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. come sempre, un poeta. Ncistagnente da fa' come sintetizzi tu nessuno mai. Non sei precisino? sarà per quello che mi garbi, ovvia!!

      Elimina
  11. Un post stupendo che devo far leggere al mio marito... molto precisino e pedante,ma avendo tre disordinati a casa ha dovuto cambiare lui.... per quieto vivere,anche se si vede che lui in disordine non ci sta proprio bene.Ma comunque andiamo d'accordo anche se ogni tanto dobbiamo assorbire qualche brontolio,con giusta ragione,però.Mi piacerebbe riuscire a diventare un pochettino più ordinata.... ma non ossessionata del ordine.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai, diciamo che ce la puoi fare :-) Io vado a fasi alterne come le targhe, ad esempio!

      Elimina
  12. precisina no, ma ogni tanto rompiballe sì (e però lo vedi, sono anche autocritica!)... sai, ogni tanto, tanto per sfogare i malumori del giorno su qualcuno... E' poi vero che lui non passerebbe le sue domeniche a piantarmi pali in giardino, pure se ce l'avessimo. Ma se è per quello neanche io! Magari hai ragione: se la volontà è quella di rimanere insieme, si finisce per plasmarsi uno sullo stampo dell'altro. Però di fondo ci vuole affinità di vedute.
    No, nemmeno io l'uomo-Furio lo tollererei. Del resto ho una certa repulsione per il ferro da stiro e il fatto che lui "non faccia una piega" quando si tratta di infilare una camicia tutta sgualcita che mai conobbe piega se non quando fu comprata, beh...gli fa onore! (Mia madre non è dello stesso parere. mi dice: "Ma possibile che non ti prendi un po' cura del tuo uomo? Che non t'importa che si presenti in maniera decente?" A me??? Ma cosa me ne deve importare? Mica si deve presentare a me!)
    Scusa la lungaggine!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh sì, forse è anche questione di affinità. Mia madre e mia suocera dice che anche se caratterialmente siamo diversi, vogliamo le stesse cose, anche il recinto in giardino :-D

      Elimina
  13. Beh!Io ho giornate in cui divido elastici da mollettine e altre che se in terra c'è un gioco lo scavalco!
    Weee ma è il tempo che è tiranno, la stanchezza che mi frega...io "vorrei" tutto in ordine (non maniacale) , ma come si fa??
    Comunque io il marito precisino non ce l'ho e manco lo vorrei!
    Loviù

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando dividi gli elastici tiramene uno che in questa casa non si trovano mai!

      Elimina
  14. La casa in ordine qui non esiste: non vivo in un museo ma in tutte le stanze e dico tutte perchè a volte con le amiche ci si vedeva anche in bagno mentre una si lavava le mani e l'altra si truccava!
    Ho un'amica MANIACA ALLA GRANDE DELLA CASA: siamo andati a trovarla(io, tato e tatone), ci ha offerto da bere e poi si è alzata a lavare i vetri, a pulire le porte!!! Da non credere! A casa mia resta 5 minuti perchè lei ha da fare...credo che neanche la notte dorma per fare il programmino per il giorno dopo su da che parte iniziare! In pieno inverno lava tutte le settimane vetri, persiane e finestre anche con -10 gradi!!!!

    Io sono molto più tranquilla: solo nel bagno regna l'ordine ma le sedie della camere sono sempre sommesse di abiti!!
    Evviva la vita!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io ho una conoscente che fa di questi pezzi O_o

      Elimina
  15. Io e Ciruzzo ci definiamo "diversamente ordinati"..e a giorni alterni!esempio:a qualcuno che entra in casa puo' sembrare disordine..che so,il plaid sul divano,per noi e' in ordine perche' e' li che deve stare,l'ordine noi in tanti anni ce lo siamo cuciti come ci pare a noi..gli altri se lo facessero a casa loro!poi c'e' il giorno mastro lindo che si rimette tutto in ordine (io)..e il giorno "tsunami"(grandi pulizie)..sempre io,ma la cosa che proprio non sopporterei e' stare con una persona che mi fa notare quello che non ho fatto,avevo un'amica che nel bel mezzo di una chiacchierata davanti a un caffe' si e' messa a fare le pulizie perche' stava x arrivare il marito,che non voleva vedere disordine!!
    la casa sembrava uno specchio!!..e questa io la considero una patologia vera e propria!..i miei cassetti?sono chiusi!ed e' bene che rimangano cosi!!
    ciao
    simona

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ordinati e puliti sì, ma senza fissazione, appunto. Se c'è una giacca fuori posto, non casca il mondo. Se oggi non ce l'ho fatta a spolverare, pazienza, lo farò domani, cose così insomma...

      Elimina
  16. Facciamo un po’ di ordine. È un post un po’ paraculo, diciamocelo. Le situazioni che descrivi sono esagerate dall’una e dall’altra parte. Immagino dei precisini che fanno entrare in casa il marito morto di sete e dei disordinati che ti fanno pranzare in una stanza piena di piatti da lavare del giorno prima, vedi te. Da quello che posso intuire, dalla presentazione del blog, dalle foto, dalla preparazione degli addobbi di natale, dalla meticolosità dei tuoi racconti, sembri appartenere più alla categoria dei precisini che dei disordinati. Poi fai te. E poi diciamocelo, è più civile essere precisini, usato con intelligenza fa durare di più la coppia. È un dato di fatto. Chi di voi vorrebbe un compagno artista, che gioca tutti i giorni a calcetto, che non sparecchia tanto chi se ne frega? Ogni santo giorno finchè immondizia non ci separi? Come tutte le cose, la via di mezzo è la migliore, ma dovendo scegliere, come immagino la maggior parte di noi, preferirebbe l’ordine al disordine. Saluti e baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Invece io da come scrivi penso che tu faccia parte dei precisini e te rode un po' :-D Io e il Santo non saremo civili come dici te ma siamo insieme da 21 anni, fai tu. Comunque il post è volutamente scritto in maniera estrema, gli esempi io li faccio così. Ma la scena degli stivali è vera ed è successa veramente. Posso dire nel mio blog che non mi piacciono gli uomini troppo precisini? Che male c'è? E poi un post paraculo in un minchia blog è la morte sua :-D
      Saluti e baci a te!

      Elimina
    2. Ah ah ah! Ma questo è lo stile di Simo! Lei è SEMPRE sopra le righe, basta saper riconoscere un racconto improntato sull'ipertrofico (significa esagerazione) e prenderlo per quello che è: un racconto caricaturale, ma con dei contenuti che a me non sembrano aberranti, e soprattutto non mi pare che si offenda nessuno.
      Poi una cosa è l'amore per il dettaglio, la cura per le cose, il piacere di personalizzare e creare con le proprie mani, un'altra la maniacalità dell'ordine e della pulizia che in alcune persone finisce per sopraffare l'essenziale della vita (non sbriciolare in terra: ho appena spazzato! Eccheppalle!)
      Io sono paracula con Simo! Poi nel privato sarò pure una rompiballe, ma senza strafare.

      Elimina
  17. la mia unica mania è che cerco di tenere i fili da cucito in ordine, altrimenti non li trovo quando mi servono. la sua mania è quella di avere uno stock di ciabatte x tutti quelli che vengono da noi: chi ci viene a trovare , si toglie le scarpe dopo essere entrato e trova le sue ciabatte pronte che lo aspettano (e questo va benissimo se fuori c'è la neve e tu arrivi a casa nostra con i piedi bagnati e ghiacciati. le ciabatte in feltro sono decisamente un toccasana)
    x il resto non abbiamo manie. siamo sia precisi che disorganizzati, in base a come ci svegliamo la mattina.
    ciao
    marta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, ma se oltre alle ciabatte mi dai anche un pigiamino ti chiedo di adottarmi :-)

      Elimina
  18. Io ho un marito decisamente ordinato :P che sfrutto appieno quando devo pulire casa o lavare i piatti :) mai visto una maglietta buttata per terra o mutande sporche in giro per casa, non l'avrei davvero mai sopportato! Però non è un rompipalle tipo su madre che in casa ci puoi mangiare la pasta per terra che tanto pulisce già per dopodomani :( lo avrei decisamente lasciato perdere. La mia parte di armadio è decisamente più disordinata della sua ma a nessuno da fastidio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Occhio che io non ho detto mutande sporche. Andrea lascia solo i calzini e non mi pare così grave. C'è un po' di disordine, non sporcizia che è diverso. E si parla di pulizia maniacali.Comunque anche la mia parte è più disordinata della sua :-D

      Elimina
    2. mutande sporche era per fare un esempio (ok ho fatto l'esempio peggiore :( ma conosco uomini così) a mio parere a tutto c'è un limite sia all'ordine sia al disordine basta trovare il giusto equilibrio :)

      Elimina
    3. Giusto!E trovato quello si va d'amore e d'accordo:)

      Elimina
  19. mi sei sempre stata tanto tanto simpatica....ora dopo questo post...lo sei ancora di più! sembrava di vedere uno scorcio di casa mia....:-)
    io e la mia metà ci siamo suddivisi i compiti.....nel senso che lui fa l'uomo in tutto e per tutto....e io la donnina ...non proprio precisina....mi sento un pò bulimica in questo senso....o la casa è un gran casino o divido i calzini per colore....O.o

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'importante è andare d'accordo, nevvero? Bella lei! :-)

      Elimina
  20. Ora capisco perchè ridevi...
    Cara Simo purtroppo per mia mamma non faccio parte della categoria delle precisine e per fortuna di Simone neanche delle rompiballe. Quando qualcuno mi chiede di che segno sono e rispondo vergine, la battuta è: ah allora sei una pignola dell'ordine; Simo ha un mancamento, ed io ribatto che con me l'ascendente si è divertito un mondo. Se apri il mio armadio rischi di essere travolta da uno tsunami; quanto mi piacerebbe avere un "guardaroba perfetto" degno di Carla, ma non ce la faccio proprio e decido di dargli un po di dignità solo quando sono costretta a tirarci i vestiti con un balzello.Idem il cassetto della biancheria (e concordo che se si chiama così vuol dire che possono convivere mutande, reggiseni e anche qualche calzino và), se lo apri devi assicurarti che qualcuno poi ti pigi la roba dentro di prepotenza mentre al volo cercherai di richiuderlo, a mo di valigia al rientro dalle vacanze.
    Dicevo che non sono una rompiballe e credo sia per il lato maschile che regna in me ma è davvero incredibile come Simo non riesca mai a trovare niente; hai voglia di spiegare che l'armadio, come la credenza, ha uno spessore e non tutto può stare in bella vista, un po come al cinema: c'è la prima fila , la seconda ecc... No! "Amore dov'è la cintura?" "topo nel tuo armadio", "no, non c'è", "topo c'è!", e lo ritrovo con il ditino tra i denti che fissa il ripiano... sposto la maglia e con enorme soddisfazione, eccola lì al suo posto; perchè il suo di armadio è in ordine, non perchè lui sia un precisino grazie a Dio, ma riservo a lui il meglio di me onde evitare di ristirare anche i suoi di vestiti!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tesò il gene non è acqua, qualcosa avremo in comune, no? Anche Simone fa parte dell'Homo Orbus? E lo sapevo! :-D

      Elimina
  21. 'na soddisfazione! questo post lo stampo e lo attacco nell'armadio di mio marito...qui il perfettino e`lui.

    RispondiElimina
  22. Ma parliamo anche degli uomini che usano solo stampelle di un certo tipo e appendono le camicie in base alla loro gradazione di colore... come anche i vestiti ed i pantaloni?!?!
    aaarghhhhhhh......

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, vabbè... sto a morì... :-D grazie delle vostre testimonianze!

      Elimina
  23. Simo ma di che segno sei....io scorpione ma mi sembrava che qualcuno racconti me stessa :DD
    Non ho l'uomo che mi domanda dove sono le mutande...ma dove sono spariti i calzini che sono sempre spaiati siiiii per il resto concordo al 101%.
    Polvere, piatti ecc. nessuno muore domani è un altro giorno.
    Un abbraccio carissima buona giornata e...stasera non lavo i piatti non ne ho voglia freddo e neve grrrrr...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ariete, ascendente leone. Con la luna in (ornito)rinco e saturno contro :-D Lasciamo sta i calzini spaiati che ci vorrebbe un altro post. Cosa mi hai ricordatooooo!!!!

      Elimina
  24. Simoooooooo anche qui da quasi 23 anni si vive senza pattine leopardate, senza fissa per i colori nei cassetti e soprattutto senza rompersi le palle per queste cavolate. Magari non è la formula per l'unione perfetta ma certamente aiuta !!!! Noi siamo in quattro a non essere precisini manco per niente anzi sono i pelosi a volte a rassettare ahahahah !!!! Sei il mio mito, smuackkkkk

    RispondiElimina
  25. Aiuta molto!Diciamo che ci rendiamo la vita più facile, via! Smuack a te!!

    RispondiElimina
  26. Simo... solo questo... è il mio Compare che gira per casa a raccattare i miei calzini sparsi, che infilo regolarmente tra i cuscini del divano, me li scordo e ne metto un paio pulito... che poi "perdo" dentro al letto e ne metto un altro pulito la mattina prima di colazione e li tolgo e poso sulle ciabatte, prima di indossare quelli "ufficiali" per andare al lavoro.... e il pomeriggio si ricomincia tutto il giro...
    Tempo fa (presa da un raptus di "precisionismo" ho comprato quei divisori di stoffa semirigidi da cassetto, uno per me e uno per Compare e ci abbiamo sistemato tutti i calzini belli appaiati e arrotolati... Quant'è durata?!... indovina???? :DDDD
    I divisori li abbiamo ancora ma... i calzini passano allegramente da un quadrotto all'altro come gli studenti in un ostello durante una festa-party-studio .... che dici... spargo pillola qui e là?! :DDD

    Il tuo post, come sempre, mi ridere e riflettere insieme ^^
    Sai che anche noi facciamo 21 anni insieme quest'anno? tra pochi giorni tra l'altro... ^^

    Auguriiiiiiiiiiiiiiiiiiii :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono io quella che perde i calzini dentro al letto!Comunque auguri anche voi, belli miei!

      Elimina
    2. Allora mia cara, restituiscimi quelli a righe che io ti ridò i tuoi con i cuoricini! :*DDDDD

      Elimina
  27. se vai a casa di mia madre, non c'è nulla fuori posto, della serie: E SE VIENE QUALCUNO? a casa mia all'inizio della convivenza tutto era preciso, ma dopo due anni e mezzo mi so' rotta le scatole e me ne frego. quando rientro io esplodo. poi troverò il momento di mettere tutto a posto, preferisco stare con lui e godermi i momenti piuttosto che stare a rassettare. un abbraccio Simo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In casa mia le donne usano anche tenersi un cambio nuovo e intonso di biancheria intima "Sai, una combinazione, un bisogno, un ricovero d'urgenza..." Della serie: l'ottimismo è il profumo della vita!

      Elimina
  28. Oh, bellissimo 'sto post, come sempre mi ci rispecchio alla grande!!!Se un ospite cerca di fare qualcosa in cucina lo spingo via e lo seguo, e pure io se nn ce la faccio rimando al giorno dopo!!E mio marito? CASINARO è la parola giusta, comincia a adistribuir vestiti da come entra in casa lasciando la scia a mò di lumaca!!E quando mi chiedono: MA NON TI DA FASTIDIO,NON GIELO PUOI FAR IMPARARE (!!!)??? Rispondo solo: "Se mi dava fastidio sposavo un altro non lui!". Grande come sempre tu!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, grande te e la tua risposta!Imparare??? uahahhahhahhah!!come se fossero bimbetti di 5 anni!E poi noi siamo così perfette da insegnare qualcosa a loro? No, vero? :-D

      Elimina
  29. La nostra casa è un delizioso caos entropico.
    All'inizio del matrimonio mi ero imposta di tenere tutto in ordine..ehm.. la cosa è andata avanti per un po'poi ho dovuto scegliere tra un grave esaurimento e un lieve caos diffuso a tratti confuso..ma rimediabile all'occorrenza. In fondo lavoriamo entrambi tutto il giorno e abbiamo una bimba... no l'ordine precisino sarà quando saremo vecchini e fissati.. per ora ci accontentiamo. La casa è comunque pulita e se arriva qualcuno c'è la stanza ad hoc che si mangia il disordine ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, l'esaurimento no,eh? Hai fatto bene, meglio un po' di caos.

      Elimina
  30. Non tengo i calzini con le pentole ma sono d'accordo sull'evitare esagerazioni maniacali sulla casa. Se viene qualcuno a trovarmi...non credo sia interessato a sapere se le mie mutande sono archiviate in ordine cromatico o a caso.

    RispondiElimina
  31. iufvnputpbqoijgòegihgnpvoiqtujnè ljvnijtqènv jrcnouq2vnèuqtèvnqyt nvjqiothptn nvjnvqhqb h
    ...sono disordinata pure quando scrivo...ma a lui non importa.
    e lui è anche peggio, ma a me non importa....in mezzo ci sono 14 anni di matrimonio e 4 figli...e figli non fa rima con ordine vero???? (mamma mia chissà che casa apocalittica vi state immaginando...)
    Pat

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, seeeeeee!!Noi non immaginiamo nulla!! :-D

      Elimina
  32. ohi ohi...io detesto i precisini..
    sarà che sono una casinista numero 1 :D
    e che l'Omo è peggio di me!!!
    ci diamo entrambi da fare per non lasciare in giro tutto ma...è una dura lotta! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh ma qualcuno deve pur combatterla, giusto? :D

      Elimina
  33. Meglio un uomo disordinato che uno pignolo.
    Quello pignolo ti fa impazzi'.

    RispondiElimina
  34. Io riassumo così: non ci si rompe le palle a vicenda per delle cazzate! Ottimo, non potevi chiudere il cerchio meglio!ma poi...non esiste avere un marito che sappia sempre dive è tutto...poi non mi diverto più!ciaooooooooo

    RispondiElimina
  35. Io dico sempre che sono una creativa e il mio non è disordine...è ordine ,appunto, creativo ! Lui : amore ,dove sono le forbicine x le unghie ? Io : potrebbero essere ovunque...cercale !No, l'ordine ed io non andiamo d'accordo, anzi se entro in una stanza appena ordinata,quando esco, giuro non lo so perchè,sembra sia scoppiata una bomba alle mie spalle. Poi mi prende il raptus, riordino tutta casa ,facendomi un mazzo tanto e dopo 2 giorni son punto e a capo ! ecchecevoifà ...so' n'artista io :D
    Cesj

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, vabbè il raptus prende anche a me, ma credo un po' a tutte. Io le faccende le faccio, spesso anche volentieri, ma non mi sveno se vedo un tovagliolo fuori posto o una mutanda nel cassetto dei calzini :-)

      Elimina
  36. Che goduria!!! Dopo aver letto questo post e tutti i commenti VI VOGLIO BENE!!! Io e l'ordine proprio non ci acchiappiamo.Sono una gran disordinata, mio marito lo è un pò meno ma mica rompe...prende e fa lui. Ogni tanto ci provo a mettere a posto, dura un giorno e poi tutto torna come prima.Se vieni a casa mia magari devi spostare il plaid dal divano per sederti,ma sarai sempre il benvenuto.Ho un amica che precisina lo è molto, e un giorno dopo avere visto il suo armadio le ho detto "ti voglio cosi bene che non ti farò mai aprire il mio, non vorrei che ti venisse uno shock!!!"
    Comunque Simo sei una grande!!!baci baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, grande te col plaid sul divano. Per noi è un must!

      Elimina
  37. Riguardo alla precisione (intesa come "essere ordinato") ti invito a leggere questo post sul mio blog personale ;) http://vibrazioninelletere.blogspot.it/2011/11/addicted-to-chaos.html

    RispondiElimina
  38. io non sono ordinata al 100% però il caos non mi piace (abitando attualmente un bilocale, vediamo cosa succede appena il mese prossimo ci trasferiamo nel quadrilocale), però non sono di quelle che se ci sono ospiti li fanculizzo per rassettare la cucina e odio profondamente le persone che lavano le stoviglie e poi le asciugano (tipo mia cognata e mia suocera) io le lavo e le faccio scolare nella piattaia inventata proprio per questo motivo!!! Cerco di tenere un minimo di ordine nelle cose di mio marito (è un militare quindi da loro ordine, precisione e pulizia sono la loro filosofia) odio tantissimo stirare e cerco di far di tutto per farlo solo se strettamente necessario! la vita è fatta per essere goduta, non per ammazzarsi a suon di faccende domestiche.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non mi parlare di stirare ti prego...altro tasto dolente..

      Elimina
  39. Il guru dei. Precisetti e' mio fratello, @'uomo col DNA fiscale, colui che mi viviseziona la raccolta differenziata trasformando il tutto in una puntata di cold.case....

    RispondiElimina
  40. Il guru dei. Precisetti e' mio fratello, @'uomo col DNA fiscale, colui che mi viviseziona la raccolta differenziata trasformando il tutto in una puntata di cold.case....

    RispondiElimina
  41. Io sono la regina del caos, ma anche il mio ragazzo non scherza. Che belli i tuoi post! Commento poco ma li leggo sempre! :)

    RispondiElimina
  42. ok, madre natura m'ha plasmato rompipallle...io son precisa, sono precisa che non puoi sapere...mutande con mutande, reggiseni con reggiseni, calzini a parte. Camicie di qua, maglioni di là. Ru viene dietro a ruota, nel senso che siamo trovati. Quindi fin qui tutto bene no? siamo uguali.Ma non gli sfarino le palle se in casa non aiuta, a meno che io non mi stia facendo un mazzo da ore e lui sia da ore davanti alla play...ma son dettagli. Giusto l'altro giorno torna a casa e mi fa "Adry non è che ci si mette le ciabattine in fondo alle scale prima di salire in casa? Così non si sporca.." L'ho guardato come se fosse entrata la Fico a casa mia...e mi son pisciata sotto dalle risate: stiamo in campagna, 'avoglia di pulì, se si sporca il pavimento chissene, vorrà dire che le bimbe si fanno due difese in più. Pensandoci anche lui s'è messo a ridere, anche perchè in fondo alle scale c'è un freddo boia e i suoi regali piedini non possono prendersi il raffreddore!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Adry, da te non me lo sarei mai aspettato!uahuahauhahhahhauahuahah!!!Ma ti lovvo lo stesso!!

      Elimina
  43. Da me l'incapacità di fare le faccende di casa si è tramandata in linea femminile passando per mia nonna, mia madre e noi 2 figlie... ma poi io conobbi Mr. Precisetti - figlio, nipote e pronipote di precisette - e mi insegnò a pulire, lavare e stirare... e mi scassò gli zebedei per quasi tutto il matrimonio perché non pulivo. Il matrimonio è finito 10 anni fa ma qualche buona abitudine mi è rimasta :) piego ordinatamente i panni senza stirarli (pure le lenzuola quando sono ancora bagnate), i cassetti sono abbastanza a posto, se compro una cosa nuova ne butto una vecchia per non riempire l'armadio, siccome detesto spolverare ho limitato i soprammobili al minimo. Però detesto i panni ammucchiati in giro e gli strati geologici di scarpe sotto i letti, per cui urlo sempre con mio figlio.. Ospiti ne ricevo solo a Natale, e lo sparecchiamento istantaneo è funzionale all'apertura dei giochi, tanto ho la lavastoviglie! Però una mania ce l'ho: non sopporto le macchie di calcare sui lavandini, e quello del bagno lo asciugo con la pezza a ogni utilizzo (in cucina un po' meno)! In quanto alle pulizie, mi ci dedico solo la domenica e se per caso sto fuori saltano alla domenica successiva, chissene.
    Invece mia sorella, pur essendo della Vergine, è un caos vivente: lei vive in Francia e quando viene a trovarci devo piegarle io i panni e farle la valigia prima che riparta, sennò non le si chiude...

    RispondiElimina
  44. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  45. Amen! idem esattamente come te!
    Mio marito è soprannominato "scarpantibus", per professione lavora nei cantieri e quindi puoi immaginarti con che scarpe e vestiti torna a casa e nei weekend quando può lavora in giardino e in garage e non lo obbligo certo a togliersi le scarpe ogni volta che rientra.. la casa è fatta per essere vissuta! sua mamma l'ha fatto spreciso. Non l'ho mai visto piegare a modino qualcosa, soprattutto in quei frangenti lì! :O
    La domandina scatta sempre e io come te ce la metto tutta ad organizzare la caccia al tesoro.
    Siamo due orgogliosi sprecisi.
    Quando gli amici se ne vanno la tavola e la cucina sono campi di battaglia e a volte restano così fino al giorno dopo.. chissene!!!
    Nuova follower! :)

    RispondiElimina

Nel frattempo, visto il periodo, vuoi una tazza di thè?

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails