giovedì 3 luglio 2014

La scrittrice

Sapete quando vorreste una pala per sotterrarvi all'istante causa figura di merda?
Che poi, come ha detto la mi' mamma, non è stata una figura di merda, ma UNA BELLA COSA.
Dipende dai punti di vista.
Spiego.
Stamattina sono uscita con Alice per andare alla posta a fare delle commissioni.
Aspetto diligentemente il mio turno, poi mi avvicino armata di bollettini, un pacco e un paio di occhiali a goccia che mi nascondono parzialmente il viso. Parevo Michael Jackson.
Ciononostante, l'impiegata al di là del vetro, esclama a diecimila decibel "Ma lei è la scrittrice!"
Guardo Alice aggrottando la fronte e chiedo dubbiosa  "Ma dice a me?"
Alice mi fa "Bho!" (Grazie comunque per la fiducia e per darmi delle certezze, figlia mia)
"Ma sì, lei è quella che scrive libri!"
Mi giro indietro per vedere se ci sono scrittrici famose e mi aspetto di vedere la Kinsella con in mano un bollettino dell'Enel o la Mazzantini con la copia di un bonifico, ma niente. Ci sono una dozzina di vecchietti, un giovane che spippola al cellulare e una ragazza in short color salmone che alza la testa dal modulo che stava compilando. 28 occhi puntati su di me che non aspettano altro di sentire cosa ho da dire.
"Ehm...prego?"
Nel frattempo credo di aver sudato anche nei peli del naso. Che voglio dire, immaginate la poesia.
"Sì, lei! Lei scrive libri, giusto? È Simona Fruzzetti!"
Alice, di bel rosso peperone, borbotta "Sì, allora dice a te."
Vojo morì. Voglio una pala, improvvisarmi becchino e scavare una buca qui alle poste, in cui sotterrarmi sotto gli occhi increduli di questi vecchietti che mi stanno guardando con curiosità.
"Sì, sono io..." mormoro invece.
L'impiegata, tutta allegra e soddisfatta continua "Io l'ho vista su F! Tempo fa ero dal parrucchiere, leggevo F e quando l'ho vista ho detto 'Ma io questa donna la conosco! Viene all'ufficio postale!Ho letto di cosa parla il suo libro e ho detto a mio marito 'Bisogna assolutamente scaricare questo eBook!Già mi piace dalla trama!Complimenti!!"
Ora. Sarei ipocrita a dire che non mi fa piacere. Soprattutto perché lei l'ho vista orgogliosa di conoscermi e l'ho sentita sincera, molto sincera. Si è congratulata in maniera molto, molto carina e con la gioia dipinta in volto.
È che  a me fa strano. Soprattutto se sono in un ufficio postale dove tutti mi guardano.
"Sì, grazie. Il romanzo di cui parla è il primo, però. Pochi giorni fa è uscito il secondo..."
"Ma davvero?"
"Sì, e sta andando bene."
"La trama del primo mi piaceva molto."
"Il secondo è molto meglio, a mio avviso."
"Sono curiosa di leggerlo!"
Intanto intorno a me la gente si era organizzata con bibite e pop corn.
"Ehm...grazie."
"Ma ora fa la scrittrice a tempo pieno?"
"Eh? No, seee magari. Diciamo che gli sto dedicando parecchio tempo, tutto qua."
"È un ebook, giusto?"
"Sì, per ora sì."
Praticamente eravamo in un salotto. L'attività si è fermata un attimo e, a differenza di altre volte in cui la gente borbottava per la lentezza delle impiegate, stamani nessuno fiatava.
Mi guardavano incuriositi e leggevo nelle loro facce:
"Scrittrice? E che scrive? Necrologi?"
"Eh? Hai detto lavatrice? Ah no, scrittrice. Devo cambiare le pile all'Amplifon."
"Cosa è lebucche? Un libro col ditale? Che è, na sarta? Ah. Digitale. Capisco. Cosa vuol dire digitale?"
L'impiegata mi ha servito, se è possibile, con ancora più cortesia e gentilezza del solito, tutta contenta per avermi riconosciuta. Non solo: mi ha elencato tutti i suoi scrittori preferiti, le sue letture e mi ha detto che farà di tutto per scaricare i miei due libri perché non vede l'ora di leggerli.
Un'impiegata che non conosco.
Del mio paese.
Che mi ha riconosciuto.
E che  manca poco mi fa pure lo sconto.
Io ero così pezzata di sudore che parevo la mucca  della Simmenthal, con le guance un po' colorite e un' espressione che si riassumeva in 'StadicendoveramenteameosonosuScherziaparte?'.
Mi ha congedato con "Tanti complimenti ancora!".
"Uhm...grazie!"
Gli occhi dei presenti mi hanno accompagnato fino alla porta, e giustamente dicevano "Ma chi cazz'è questa?".
Me li immagino ora arrivare a casa dai figli e dire "Alla posta c'era una scrittrice!"
"Chi, la Tamaro?"
"No, no."
"La Sveva Casati Modignani?"
"No, no, un altro nome, aspè..."
"La Mazzucco?"
"No seeee, la...la...Fruzzetti! Ecco sì, Fruzzetti!"
"Chi??? E chi minchia è?"
Cioè, quando dico figure di merda, capite? Sta male sta roba qua. Poi penso a sti poveri vecchietti che porini non vengono presi manco sul serio e verranno liquidati con il solito "Chissà cosa hai capito!" o "Mettiti a modo l'apparecchio acustico che ti fischia che manco un treno a vapore!"
Io penso a loro.
A loro. 
Non a me che cercavo di realizzare che ho scritto due romanzi e che l'ultimo sta andando così bene che quando vedo le statistiche e le recensioni devo sniffare il sale fine per riprendermi.
Con amici che mi chiedono la copia cartacea con avidità,  che mi mandano sms pieni di parole bellissime su quello che hanno letto, con lettrici (di questo blog) che mi ringraziano per le belle emozioni che ho regalato loro, tutto solo con la mia passione.
Ecco, sì, io c'ho sempre da realizzare tutto ciò.
E quando qualcuno, vedendomi arrivare, esclama "Ecco la scrittrice!", io mi volto sempre indietro per vedere chi è.

Fatemi ripiglià.

23 commenti:

  1. No, scusa, visto che posso intuire che non abiti a New York, al tuo paese c'è ancora quacuno che non ti conosce??? (indipendentemente dai libri) :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma no, a parte alcuni negozi dove vado abitualmente, non è che mi conoscono tutti, e che è? Mica sono Belen Rodriguez! :-D Sono mooooolto anonima.

      Elimina
  2. ma sai che sei forte davvero???? fattene una ragione..... ebbene sì... quella che regala emozioni "solo" con la sua passione, sei tu!!! Simona Fruzzetti. Punto. pensa che anche la Kinsella, la tamaro o la Sveva o chiunque altro scriva libri, all'inizio, alla posta o al supermarket ci andavano, quindi..... bravissima Simona x le emozioni che regali...
    Ciao.
    A, Ct.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Parole troppo buone! Io scrivo, è diverso. Scrittrice è un parolone, c'ho da farne di strada! Comunque grazie, fa sempre piacere!!

      Elimina
  3. ops!!! Tamaro con la T maiuscola!!! chiedoscusa!!
    A,Ct.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. tanto non mi legge, vai tranquilla! :-D

      Elimina
    2. nun si sà!!!!!
      A,ct.

      Elimina
  4. Mi fai morire ..."mettiti a modo l'apparecchio acustico!!!" Comunque, da qui all'autografo il passo è breve...ah il libro è fantastico, adesso devo scrivere bene la recensione...sarà dura, non son mica brava come te a scrivere!! ;) ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uh, l'hai letto? Sono contenta! La recensione andrà benissimo, non c'è bisogno di scrivere bene, basta che tu scriva quello che senti. Grazie intanto! Autografo? Ma de che, non scherziamo :-D

      Elimina
    2. Si si, scusami, noi ci conosciamo anche su fb, mi chiamo Barbara Parietti, Speedy è il nome del mio blog e quando commento mi spunta il profilo del blog..son complicata ;) ;)

      Elimina
  5. E io sono molto fiera e orgogliosa di avere un'amica scrittrice.
    Ora che sono in ferie però devo trovare il modo di portare il piccì di mia mamma in spiaggia per continuare la lettura sotto l'ombrellone, mannaggia! :-D
    Baciotti.
    Nunzia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eddaje! Insisti? Maròòòòòòò :-D

      Elimina
  6. Immagino l'imbarazzo, ma questo è il prezzo del successo baby ;)
    Comunque credo di essere l'unica a non avere supporti per leggere l'e-book me tapina! Dove la trovo la copia cartacea?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La copia cartacea non è disponibile, per ora, nel frattempo (se vuoi) hai la possibilità di scaricare gratuitamente l'applicazione Kindle per pc e leggerlo sul computer. Non è il massimo ma tant'è ;-)

      Elimina
  7. "lebucche"..."lebucche"... aiuto non respiro più dal ridere!!!
    sei pazzissima!!!

    Cinzia

    RispondiElimina
  8. Che bella cosa! Essò soddisfazioni dai!!

    RispondiElimina
  9. ...Io pure se ti avessi incontrata avrei fatto come l'impiegata della posta!!Ma lo avrei fatto urlando dalla gioia!!!E mi sarei fatta tatuare il tuo autografo sul braccio!Evviva la nostra scrittrice!

    RispondiElimina
  10. Non sono capace di scaricare Kindle per pc...mo' ci provo e se esplode il computer venitemi a salvà ! Crsj

    RispondiElimina
  11. non so se so scaricare kindle per il pc....ci provo e se esplode il computer venitemi a salvà !!!!!
    Cesj

    RispondiElimina
  12. Leggere i tuoi post mi mette sempre allegria, mi fai troppo ridere.....poveri vecchietti ahah
    Manuela

    RispondiElimina
  13. Sei sempre 'na forza, Simo'! :))))

    RispondiElimina

Nel frattempo, visto il periodo, vuoi una tazza di thè?

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails