lunedì 21 maggio 2018

Il Royal Wedding

Sabato, a Londra, il sole splendeva come non aveva mai splendu… spleso… splendet… Vabbè, era una bella giornata. Evento raro, per giunta, perché trovare sole, cielo azzurro e temperature miti in Inghilterra, è come trovare dei capelli sulla testa di William.
Comunque sia è tutto pronto per il matrimonio dell’anno in cui Rosso malpelo impalma l’attrice americana, in un tripudio di festa e gaudio, ma sappiamo tutti che Harry ha potuto fare il cazzo che gli è parso tanto non sarà mai Re e quindi al grido di ‘Ma chi se ne fotte’ ha dato il via a una festa godibilissima.
I primi ad arrivare ovviamente sono gli invitati: agli uomini ho invidiato l’aplomb, alle donne il cappellino, a Victoria Beckham il marito. David, bello come solo lui può essere e accompagnato da una Vic   con la vitalità a metà strada tra la sposa cadavere e Morticia, ha dialogato con qualcuno, stretto le mani di qualcun altro e ci ha ingravidate tutte al primo sguardo rivolto alla telecamera. A quel punto potevamo pure spegnere che Harry&Meghan chi?
Ma decidiamo di andare avanti cercando di non digitare su Google ‘Indirizzo dei Beckham, come eludere la sicurezza’ –  ‘Immagini di David Beckham nudo’ e ‘Come far sparire Victoria Adams senza lasciare tracce’.
A un certo punto ci dicono che Meghan è partita con la limousine e tanti di noi, pur non vedendo un cazzo di qui a lì in condizioni normali, si lanciano in gridolini euforici tipo ‘Ho visto le scarpeee’, ‘Ha il reggiseno imbottitoooo’ e ‘Le hanno camuffato un neo sotto il fondotinta numero 65 della Mac nuance cammello morto’. E Meghan l’abbiamo vista solo di striscio offuscata dai vetri, dal riflesso sul finestrino e dal riverbero sullo sportello. Praticamente non abbiamo visto una fava, ma ciò non ci toglie l’illusione di essere possedute non solo da Enzo Miccio ma pure dalla vista di super eroe.
C’è anche George Clooney e Amal, i quali mi hanno ricordato pericolosamente Ambrogio e la signora vestita di giallo che ‘non aveva proprio fame, ma che aveva voglia di qualcosa di bono’. Stesse parole nostre alla vista di Beckham, praticamente.
Prima dell’arrivo della sposa, che con tutte ste premesse deve essere gnocca per forza, arrivano i due fratelli. Sarà che sono Principi, sarà che sono alti, sarà che trasudano corone e castelli da tutti i pori, ma li ho trovati molto belli. Ed è un bene perché vestiti a quella maniera, con la striscia rossa sui pantaloni neri, da Harry&William ai carabinieri Cecchini&Anceschi di Don Matteo il passo è breve.
Harry è visibilmente emozionato mentre Will per tutto il tempo non ha fatto altro che ridacchiare. Ho il sospetto che gli ripetesse a loop ‘Mo so’ cazzi tuoi, vedi nonna come te concia.’
I ragazzi si accomodano mentre fuori arriva la limousine con Carlo e Camilla. Lei indossa un cappellino molto sobrio che ricorda una gerbera rosa di 27 kg e mezzo, na roba che per usci’ dalla macchina hanno dovuto chiamare Luca Sardella per una potatura veloce veloce. Carlo invece in un completo grigio chiaro faceva la sua figura. Di merda, visto la compagna che si è scelto.
Poi arriva Sora Kate di bianco vestita con un nugolo di bimbetti, alcuni suoi alcuni in prestito, con una Charlotte deliziosa che saluta con la mano con la stessa disinvoltura con cui Tina Cipollari saluta Maria e con George già incazzato di prima mattina per essere stato obbligato a vestirsi da cassamortaro. Il piccolo Louis invece è a casa stravaccato sul divano, col biberon in una mano e il telecomando nell’altra che li guarda pensando ‘Meno male sono nato da poco. Che culo che ti c’ho. Baby sitter, allungami un’altra birra. E scusa per il rutto.”
Poco dopo arriva lei, Pantone 432, il mio evidenziatore Stabilo preferito, il mio lime del cuore, Queen Elizabeth di verde vestita. In origine il verde era salvia, ma mi si è inacidita via via in auto pe’ sta storia del matrimonio con l’attrice americana. Scende con sicumera come se avesse dei femori d’acciaio, per poco non chiude lo sportello in faccia a Filippo e se ne va da sola con la borsetta al braccio manco c’avesse da prendere il numerino alla Asl. Filippo, poco dietro e un po’ spaesato, invece guardava tutti pensando ‘Ma siete tutti qui per la tombolata?’
Betty e Fily si siedono l’una accanto all’altro su due postazioni già predisposte di cuscini, una padella, un catetere e l’ultimo numero di Cavalli&Segugi,  perché lei sa di annoiarsi a morte e magari preferisce leggere un po’. Infatti in TUTTE le foto ufficiali non fa un sorriso manco a mori’ e l’espressione dice ‘Prima di essere qui preferirei essere dal dentista per un’estrazione senza anestesia.’ Poi si ricorda di avere la dentiera e si indispettisce ancor di più cazziando pure Filippo che nel frattempo chiede ‘Il 65 è uscito?’.
Ed ecco che, con il rullo di tamburi e il soffio di mille trombe, arriva la Meghan. Scende dall’auto con naturalezza, roba che noi con quello strascico ci saremmo piantate nella portiera finendo boccheggianti sul primo gradino e invece lei no, sola e fiera va per la scalinata così decisa che ci chiediamo tutte se sotto al vestito abbia il tacco dodici o le ciabatte del dottor scholl.
Sorprendentemente non c’è nessuno ad accoglierla e questo è un messaggio chiarissimo ‘Sono una donna libera, forte, moderna ed emancipata. Sono una principessa semplice.’
Betty dall’interno ha bofonchiato ‘Se non stiamo attenti, questa oltre a Harry ci porta via il castello, le limousine, i gioielli di famiglia e i corgi.’  Filippo pare abbia risposto ‘Mi si è spostato il fagiolino, puoi ripetere l’ultimo numero uscito?’
Quando la sposa arriva all’altare la commozione è alle stelle, soprattutto la madre di lei è visibilmente scossa e pare abbia detto “Con questo matrimonio abbiamo fatto bingo!” Filippo ha risposto “Mannaggia stavo per uno!”
Il resto è storia: Harry commosso, William che continua a ridacchiare vedendo la capa di suo fratello e pensando ‘finalmente non sono pelato solo io’, sora Kate che guarda la sposa di sottecchi come per dire ‘sì sì, tutto bello, ma tanto non riuscirai a sparare i figlioli dalla patonza reale come ho fatto io’, Carlo che  vede tutto ma non dice niente, Camilla che non vede un cazzo con quel cappello e manco le file dietro (che nei momenti di pausa sono stati costretti pure ad annaffia’ la gerbera), la Betty una statua di sale imbalsamata incazzata col mondo intero, la Meghan che con un tenero sorrisino sta sicuramente pensando a come accaparrarsi tutto sibilando un ‘Con ‘sto matrimonio ho fatto 13!’ e Filippo che risponde ‘Sedici? Ha detto sedici? O tredici? Perché il sedici è uscito due numeri fa.”
Comunque.
Che al matrimonio c’era pure David Beckham l’abbiamo già detto?


11 commenti:

  1. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  2. I tuoi post sono sempre una garanzia. Grazie della risata

    RispondiElimina
  3. io il matrimonio non l'ho visto, ma adesso, dopo aver letto il tuo resoconto, posso dire d'esserci stata anch'io!
    grazie
    marta

    RispondiElimina
  4. Sto morendo dal ridere ma devo far finta di niente perchè sono in ufficio.
    su Beckam niente da aggiungere.
    Amal, adesso ho capito chi mi ricordava. è da sabato che ci penso e non mi veniva in mente!

    RispondiElimina
  5. Aspettavo il tuo post!!! e devo ammettere che, più o meno, mentre guardavo la tv ho pensato le stesse cose!

    RispondiElimina
  6. Ma sei un fenomeno! Ti prometto che se mai dovessi possedere un qualunque giornale, notiziario, bollettino, gazzettino...ti assumo!!! Continua cosi!

    RispondiElimina
  7. Sto morendo dalle risate sei la numero uno ti adorohhhhh

    RispondiElimina
  8. Su Amal giuro che ho pensato subito ai Ferrero Rocher anche io 😂

    RispondiElimina
  9. Oggi leggendo il tuo post mi sono fatta una fragorosa risata....davvero esilarante!! Grazie di cuore per la ventata di allegria che hai portato nella mia giornata!

    RispondiElimina
  10. ben pochi altri scritti mi hanno fatto ridere fino alle lacrime.... e sono in treno! �� complimenti!

    RispondiElimina

Nel frattempo, visto il periodo, vuoi una tazza di thè?

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails