martedì 21 agosto 2012

Al Lago Santo col Santo



No, ma che dire ragazzi. Qua si schiatta. Ora c'è lucifero, mortacci sua.
Il prossimo è Satana, me lo sento.
La Top family in questi giorni si trascina tra casa e giardino e suda come non so cosa. Tre docce al giorno, per uno, e il climatizzatore nella zona notte che va da due mesi a questa parte. Non oso pensare alla bolletta della luce.Ma almeno dormiamo, perché  se la notte non dormi dal caldo e il giorno poi ci sono 42 gradi, tu scleri. Lo vedo io, la gente con sto caldo è impazzita.
Dicevo. Anzi no, non dicevo, ma vi volevo dì. Per trovare un po' di refrigerio Domenica siamo stati al Lago Santo.
Domenica.
Lago Santo.
Col Santo.
Se dite un'Ave Maria abbiamo fatto bingo.Amen.

E' un bellissimo posto, bello bello, dove io personalmente non ero ancora stata. Invece Andrea e Alice sì, in un giorno in cui io ero rinchiusa in negozio.Sono andati in avanscoperta praticamente.
E allora mi ci hanno portato. (notare l'espressione 'mi ci hanno portato', manco fossi una novantenne con i due badanti)
Siamo partiti con le felpe nello zainetto, col solito pensiero tipo: in montagna fa sempre un po' freschino. No, se c'è lucifero alla porta,no. Infatti c'erano 32 gradi. Ma si stava da Dio (ridaglie).
L'aria era più secca e poi, arrivati lì ci siamo spogliati manco fossimo al mare e manca poco facciamo pure il bagno.Apppproposito di bagno, come tutte le donne sui quarant'anni che-la-vescica-non-è-più-quella-di-una-volta, appena accampati che mi scappa? Bravi. Che piaga che sono.
"Amò, mi scappa la pipì. Io vo' nel boschetto!"
"Sì, ma stai attenta però"
"Ma cosa vuoi che mi succeda?"
"Attenta alla gente, intendevo"
Tzè!Solo perché l'ultima volta che l'ho fatta all'aperto manca poco piscio in capo a  un carlino di due ragazzi che stavano passando di lì. Cioè, non è colpa mia, è il canetto.
Comunque io e la mia fida compare siamo partite per il bosco armate di zainetto con dentro un telo mare.L'idea era di farsi tipo una canadese intorno per poi fare plin plin.
ALT. Non ci credo. Vi sto davvero raccontando di come sono andata a fare la pipì?
Quando dico che il caldo da' noia, mica scherzo.
Insomma, questa volta niente carlino o chihuahua, no no. Abbiamo fatto tutto molto velocemente, con molta discrezione e non c'ha visto nessuno.
A parte la coppia sopra di noi, che se anche non ci ha proprio visto, si deve essere accorta che non eravamo lì a raccogliere frutti di bosco. Solo perché ci nascondevamo con il telo tra risolini e occhiate.
Che belle cose insegno a mia figlia.
Diciamo che gli insegno le cose pratiche, che le possono servire per la vita.
Il Santo invece le insegna a tirare i sassi con lo svirgolo in modo che facciano uno, due, tre, quattro salti con triplo carpiato.Che è bello (a  me son vent'anni che prova a insegnarlo ma nisba), ma voglio dire, cosa gli può tornare utile un domani? E andiamo!
Le cose che abbiamo fatto:
-le coccole
-il tiro del sasso
-la pipì nel bosco
-letto un libro
-pranzato in compagnia di qualche ape
-pestato una merdina di cane
-taaaante foto
-spettegolato su quanto fosse vestita male quella donna che è passata dietro di noi (chiedo: si può fare la gita al lago coi sandali col tacco 10? No, ve prego)
-avuto allucinazioni tipo "Andrea, Alice, guardate!Laggiù c'è una cascata!" "E' il riflesso del lago su un albero, Simo" E pensare che avevo gli occhiali da vista. Ma davvero sembrava una cascata!Giuro. Effetto ottico abbestia. Non ci credete? Malfidati.
Insomma, posto bello che vi consiglio, dove vi potete rilassare, fare un pic nic (o potete mangiare al ristorante-rifugio in riva al lago), portarvi il costume e mettere i piedi nell'acqua, portarci pure il vostro cane (magari avvertitemi) e godervi questo spettacolo.





Basta, la chiudo qui, perché mi stanno sudando le mani. Dio, d'estate è faticoso pure bloggare!
Non ho mai sofferto il caldo come quest'anno. Sarà la menopausa, me lo sento!
Di questo passo ci risentiamo quando farà più fresco.
A Ottobre.
Scherzooooooooooooooo!!!!!!!!!!!!!




16 commenti:

  1. ma vuoi mettere? andare al santo lago con in sant'uomo?
    ;-)
    ps. la prossima volta, fatti anche un santo bagno refrigerante!!
    un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non avevo il costume maremma affogata!!

      Elimina
  2. Che bel posto davvero! Io non avrei resistito però, mi sarei buttato in 0.2 secondi dentro e non sarei più uscito :D

    RispondiElimina
  3. avete fatto una splendida gita e ora non ci resta che sopportare questo colpo di caldo e poi appena arriveranno tuoni e fulmini, tutti si lamenteranno che volevano il caldo!!!!
    Barbara
    http://fili-di-parole.over-blog.it/

    RispondiElimina
  4. Che bel posto Simo...e pensare che non sarebbe neanche troppo lontano da me..o no? Chiederò al consorte che ha un senso dell'orientamento decisamente migliore del mio.
    Hai proprio ragione su un punto: meglio insegnare alla figlia come fare pipì che lanciare sassi...O_o...vabbè, anche qui il caldo è pesante!
    ^_______^
    Quel che è certo è che i viaggi in avanscoperta del Santo e di Alice sono proprio da incentivare!
    Un baciotto gigante tesorina.
    Nunzia

    RispondiElimina
  5. Qua tra Lucifero,Caligola,Caronte e compagnia bella non se ne può proprio più!!! Ma uno Yeti con un bel pò di fresco noooooooooooooooo!!!!!!!
    Sono una gran freddolosa ma giuro che non vedo l'ora che sto caldo finisca.
    Buona sopravvivenza ciao Leti

    RispondiElimina
  6. Che bella zona!!!E le foto stupende....
    Oh non mi parlà della bolletta della luce che il mio condizionatore spara aria fredda da 3 mesi ininterrottamente....

    RispondiElimina
  7. il caldo si soffre ovunque quest'anno, anche noi siamo andati in montagna perchè "c'è fresco"
    come no!una frescura di 30 e passa gradi:( oibò
    ciao simobella, tanti baci

    RispondiElimina
  8. acc..pensavo fossi stato a questo Lago Santo
    http://www.rifugiomariotti.it/dove.html

    RispondiElimina
  9. ma quanti laghi santi ci sono in giro?
    anch'io conosco quello del rifugio mariotti. ci sono stata 2-3-4 (?) anni fa.
    nota personale: x le tue esigenze corporee basta che uno stia lì a fare la guardia che non arrivi nessuno, non serve fare la tenda. almeno io di solito faccio così (tante volte non ho nemmeno quello che fa la guardia: mi nascondo dietro un albero/cespuglio e vedo di fare in fretta). ciao. marta

    RispondiElimina
  10. Senti Simo ma come si fa a fare una tovaglia pathwork (bellissime le stoffine) così poco tempo dopo aver comprato la macchina da cucire? Io l'ho acquistata molto prima di te e non so ancora fare nulla......figurati una tovaglia al massimo mi potrei cimentare (mi hai ispirato) in un servizio all'americana ma non certo pathwork: solo un tipo di stoffa da bordare elegantemente con la macchina.....
    applicando una passamaneria magari. La potresti bordare anche tu con una fantasia a roselline/passamaneria...?!?

    Grazie poi per i consigli di lettura. Così non comprerò "50 SFUMAT.." per non aggiungerlo alla lista dei libri orrendi che ultimamente ho comprato con l'intento di "distrarmi con qualcosa di leggero".

    A proposito prima di firmarmi mi presento visto che ti leggo sempre ma tu non lo sai perchè non ti avevo ancora mai scritto: mi chiamo Gianna

    RispondiElimina
  11. Ciao Simona
    sono incappata nel tuo blog e devo dire che sei TROPPO
    simpatica.......
    impossibile non seguirti.
    a presto Monica

    RispondiElimina
  12. hey Simo, non starai aspettando davvero OTTOBREEE???

    RispondiElimina
  13. Ciao Simooooooo, sono resuscitata da pochissimo dalla morte apparente causa caldo in cui sono caduta in questi mesi. Perche' tu hai l'aria condizionata ma io noooooooo non ti dico come possa essere stata bologna +__+
    altro che sclerata....mooooooolto di piu'!!!

    se vengo dalle tue parti con il gatto ricordami di avvertirti che se no mi ci vuole un'ora di phon per asciugarlo con tutto quel pelo che si ritrova. Porella non sai quanto ha sofferto questa estate...

    RispondiElimina
  14. Ciao
    ma che bella gita.
    Io però non ho capito dove si trova questo lago santo.

    RispondiElimina

Nel frattempo, visto il periodo, vuoi una tazza di thè?

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails