mercoledì 25 gennaio 2012

IL POPOLO DE LA NOCHE!


So che qualcuno di voi, alla fine di questo post, mi darà amorevolmente una pacca sulla spalla.No, perché ne ho bisogno.Ne abbiamo bisogno.Mica mi è successa una cosa strana, noooooo!!Solo che ho quasi quarant'anni.Il che vuol dire che ho una figlia di 11. Il che vuol dire che son finiti i tempi in cui, la pargola, festeggiava i compleanni a casa dell'amichetta alle 4 del pomeriggio.
Ennò.
Adesso si va in pizzeria.A cena. Alle 8.
E fin qui è una ganzata.Sì sì.
La vera tragedia è aspettare di andarla a riprendere. Perdo mazzi e mazzi di neuroni.
Spiego.
Per ora è capitato solo due volte e devo dire che la cosa mi è anche piaciuta. Cioè, voglio dire, fossi io al suo posto sarei elettrizzata.Infatti lei lo è. E' bellissimo vedere una tavolata di ragazzini misto mare (dicesi misto mare un'accozzaglia di maschi brufolo muniti, con la frangia stirata emo o una cresta di gallo perfettamente ingelatinata, ragazzine in fissa col cellulare che si fanno foto sceme e mimano il cuore con gli indici e i pollici) tirarsi le molliche o le croste della pizza margherita. E tu, genitore del festeggiato che sorvegli tutto da tre tavoli più in là, mica puoi brontolare tanto, perché quando eri giovane lo facevi anche tu.Eccomenò.
La prima volta è stata a Novembre. Portiamo Alice in pizzeria, solite raccomandazioni “Fai a modo, se esci mettiti il piumino che ti si blocca la digestione, non bere la Coca troppo ghiaccia...ma divertiti!Evvaiiiiiiiiiii!!!Spettegola!E se c'è la musica balla!!!Sìììì!!”
“Mamma...”
“Okay.Ehm...sì insomma, comportati bene. Chiamaci quando avete finito”
Salutiamo i genitori della festeggiata che rimangono a fare la guardia con il fucile in spalla e ce ne torniamo a casa.
Wow!Un sabato sera tutto per noi!Sesso droga e rock'n roll!E si sa, dopo il sesso, la droga e soprattutto il rock'n roll uno è stanco e si mette sul divano.
“Amò, come mi fa strano, io e te, da soli...lei in pizzeria...ma che è???”
“Uh davvero. Guarda, ora magari è presto, ma poi dobbiamo farci l'abitudine”
“Eh già. Mi dai un po' di plaid anche a me?”
“Tieni. Fai vedè, sono solo le 21.30.Ma allora come siamo rimasti d'accordo?Chiama lei?”
“Mmh...sì chiama lei quando hanno finito. Lasciamola divertire.E' la sua prima uscita da sola. Vabbè c'è Veronica due tavoli più in là, ma...ti do noia se metto i piedi qui?”
“No, stai pure. Ecco, il cellulare è qui.Che film è questo?”
E QUI MI FERMO.
Una coppia, se di sabato sera, dopo cena, si mette sul divano con i piedi stesi e un plaid addosso, tempo cinque minuti...no, non fa sesso sfrenato. DORME.
E dorme di brutto. Che scena pietosa. Mi immagino Alice che con l'energia dei suoi 11 anni tiene botta e balla il flamenco sul tavolo fino a mezzanotte e io e suo padre con il capo rovesciato sul poggiatesta del divano che russiamo con un rivolo di bava sul mento. Gnapossiamofà.
Verso le 23 trilla il cellulare. Ma mica lo sentiamo subito.A una certa età il sonno è pesante.
“Oh!”
“Eh!”
“Oddio che è?!”
“Corri il cellulare!”
“Chi è?”
“Come chi è!?La bimba!”
“Ah già!Pronto!”
“Mamma?” trilla lei tutta allegra e felice.
“Amorina...aspè...Andrea passami la ciabatta...Sei pronta? Avete finito?”
“Sì, siamo pronte!Veronica dice che potete fare con calma, siamo sempre tutte qui”
“No, arriviamo. A dopo!”
“Mamma”
“Eh”
“Ma stavi dormendo?”
“Chi, io? Ah ah ah! Stai scherzando?Figurati. Eravamo qui con babbo che si guardava un film ganzo...” Guardo la tele ed è sintonizzata su un canale Sky dove uno si sta mangiando uno scarafaggio.Dio, che schifo.
“Ah vabbè. A dopo”
“Arriviamo”
“Simo, vai te?” mi domanda il Santo tra uno sbadiglio e l'altro.
“No, ti prego, chiedimi tutto ma non mi mandare da sola. Ho sonno, non ce la faccio”
“E' vero. Facciamoci coraggio, sù”
E non vi dico la fatica per uscire dal sonno, dal tepore del plaid, dal nostro comodissimo divano, la malinconia di lasciare la ciabattina, di rivestirsi , di rimettersi le scarpe e pettinarsi un minimo e uscire al freddo e al gelo (4 gradi alimortè), quando tutto ciò che vuoi è un letto caldo al più presto.
In forma, freschi come una rosa e ciarlieri a bestia (ci facevamo domande tipo Il Milionario per rimanere svegli) ci dirigiamo in pizzeria, dove ci attende lei, spumeggiante e frizzante come un calice di spumante.
“Mamma!Come mi sono divertita!”
“Brava topinaaaaaaa!!Anche noi!”
“Era bello il film?”
“Quale film?...oh bhè,sì. Ma non parliamo del film!Ma ti pare?” Nel frattempo sistemo un ciuffo di capelli al Santo e mi rassetto la tuta. Cazzo. Si vede lontano un miglio che fino a dieci minuti fa stavamo dormendo.
Torniamo a casa verso mezzanotte con lei che ci racconta tutto e con noi che ci infiliamo gli stuzzica denti nelle palpebre per rimanere svegli.
A me sta cosa m'ammazza.
E ci dobbiamo abituare, non ce n'è. Deve essere così.E in questo caso era solo mezzanotte. Arriverà un momento in cui l'ora saranno le tre. E non oso immaginare come faremo.
L'unica alternativa è uscire anche noi. Sarà la volta buona che andremo a ballare, nei pub, a vivere la notte come non abbiamo mai fatto. A fare i diciottenni a quaranta.
Se ci penso mi viene in mente una cosa da fare: rispolverare quella minigonna con le paillettes anni' 90. E se penso a quella gonna, mi viene in mente un'altra cosa:mettermi a dieta, perché colcazzo che ci rientro.
Ma son dettagli. Il popolo della notte mi aspetta.
Come no.

49 commenti:

  1. Non ho mai commentato il tuo blog, ma questa volta devo proprio;D!
    Ho le lacrime agli occhi dalle risate! Fortuna che i miei sono ancora piccoli, nonostante io sia più vecchia di te! E mi immagino, io 5oenne, mica sul divano, direttamente a letto!
    Strepitosa! Grazie per il buon umore e aspetto il racconto di una serata "con minigonna di paillettes anni '90"!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se davvero esco con la minigonna anni '90 altro che post, ci scrivo un libro!

      Elimina
  2. ahahhahahhahah se ti consola, mi hai fatto ammazzare dalle risate ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, mi devi consolare dicendomi "Succede anche a me!" :-D

      Elimina
    2. purtroppo non ho ancora figli ;)

      Elimina
    3. E' uguale!In questi momenti non sto mica a guardà il capello!INVENTARE in questi casi è la parola d'ordine! :-D

      Elimina
  3. uahahahahahahahha!!!Mi ricordo che il mio stoicissimo papà ci veniva a raccattare in discoteca alle 3/4 del mattino....poraccio!!!
    Simo me fai morì!la minigonna di paillettes è un MusT!DEVI DEVI DEVI infilartela sopra la tuta, la prossima volta, così Ali avrà la mamma più ganza di tutte :DDD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sopra la tutaaaaaaaaa!!!Non ci avevo pensato!

      Elimina
  4. I miei hanno festeggiato la mia patente come un terno a lotto... vuoi mettere continuare a dormire e aprire gli occhi solo all'ultimo minuto per dire "EHHMMM SìSì TI ASPETTAVAMO SVEGLI!"

    Ti mancano solo 7 anni... forza!

    RispondiElimina
  5. Uahahahahah!... (MI ricompongo...)
    Ciao Simo!
    Pensa che a te succede con Alice in pizzeria...a me capita coi bimbi a casa che saltellano manco avessero bevuto caffè concentrato e io che mi trascino per casa cercando di sedarlie portarli a letto in ora decente.
    Comunque non era per dirti di me che ti scrivo.
    Ho degli amici che hanno una figlia ormai ventenne...ma a 12-13 anni andava in discoteca e loro alle due/tre di notte si alzavano da letto per andare a recuperarla...quando ce lo raccontavano avevano delle facce che tu potrai ben immaginare! Se non fosse stato per l'amore verso la figlia si sarebbero sparati un colpo in testa piuttosto che uscire di casa a quell'ora...ma sono sopravvissuti. Ora la figlia ha la patente e col cacchio che dormono finchè lei non è rientrata a casa...altro che stuzzicadenti...sono quasi diventati malati di insonnia!!!!
    Dunque...che ti dovevo consolare???? O_o
    Vabbè, facciamo la prossima! ^____^
    Bacio, tesoro...io per ora mi godo questi brevissimi anni di bimbi a casa!
    Nunzia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 12-13 anni in discoteca? Ma anche no!Non è presto?Ora vabbè la pizzata coi genitori nell'altra stanza ma la discoteca mi sembra un po' prestino O_o

      Elimina
    2. anche per me loro han cominciato presto...ma che te devo dì...certo non la mandavano a Rimini...c'è una discoteca anche qui in zona...ma il concetto è cmq quello.

      Elimina
  6. io e dimitri ci siamo presi un divano SCOMODO apposta x non dormici sopra, ma puntualmente tutte le sere ronfiamo fino a dopo mezzanotte (con inizio 20.30-21). poi ci svegliamo perchè il divano scomodo ha fatto il suo dovere: mal di ossa da tutte le parti e così si va a letto. forse è una fortuna non avere bambini da questo punto di vista, perchè il cellulare non lo sentiremmo neppure ed il bimbo/bimba se ne starebbe in pizzeria fino al giorno dopo.
    ciao. marta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Marta ti dico una cosa che è un dato di fatto: dal momento che diventi genitore, il tuo sonno non sarà più profondo come quando avevi vent'anni. Non so che succede, è come se un orecchio fosse pronto a scattare a qualunque rumore. E' inconscio eh?Mica ti ci impegni :-)

      Elimina
  7. Ciao Simona, ciò che ha raccontato nel post, credo sia la quotidianità di gra parte delle famiglie italiane.
    Ti capisco, eccome!!!!
    Dopo un giorno di lavoro, alle soglie dei 50 con un figlio diciotenne ( che va e viene) e ancora pischello (come dice fiorello) devi comunque stargli dietro!!!! Che faticaccia!!!! Fra un pò avrà la macchina e lì altri pensieri quando farà ancora più tardi di adesso.
    Leggendo il tuo post, ho pensato che prima o poi dovremo lasciarli volare da soli e come dice spesso mio figlio: mamma!!! eh mollami!!!!

    RispondiElimina
  8. Anche i miei sono piccoli, ma quando sarà, IO andrò a ballare e loro a letto visto che ADORO tutta la musica ma sopratutto la disco!!!!
    Simo sei troppo forteeeeeeeeeeeee!!!
    Dalle risate mi sono pure scordata il mal di denti!!!
    E io la parola die.. diet...... no, non la so scrivere, pensa farla!! Echissenefrega!!
    Baci Betta

    RispondiElimina
  9. Allora noi abbiamo già quarant'anni e nessun pargolo.... ipotizziamo che, se ci riusciamo, ci troviamo nella tua condizione più o meno quanto noi avremmo già 55-60 anni suonati..... ecco, speriamo che al quel punto siamo anche entrati nella fase insonnia notturna altrimenti son proprio ca..i!!!!... perchè altro che minigonne... ci vuole tempo per riattaccare le protesi!!!
    Che dici, ne adottiamo uno già diociottenne e patentato?

    RispondiElimina
  10. Ti dico solo che la settimana scorsa sono andata a prendere gnomo che aveva cenato da un amico, erano solo le 21 ma abbandonare il calduccio di casa per andare a recuperarlo è stato durissimo!!! E ho pensato proprio a quando tornerà più tardi....mi devo decisamente svecchiare!!! Un bacio forte tesorina mia!!!

    RispondiElimina
  11. Come ti capisco...sabato sera siamo usciti alla bellezza delle 23.30 per andare a prendere Matteo e riaccompagnare due amiche...quando siamo arrivati passando dal caldo dell'accoppiata plaid-divano al gelo di milanobynight, mio figlio mi dice "ma c'era traffico? ci avete messo un sacco!". GRRR*****...ma no amore ci siamo dovuti vestire!!! Tu dici che l'altrnativa è uscire???Forse magari la prossima volta lo terrò a mente. Ciao Leti

    RispondiElimina
  12. e lo so... meno male che Ariel è ancora piccola.
    piccola?! lunedì compie 7 anni. ti rendi conto Simo? SETTE anni, a momenti svengo.

    RispondiElimina
  13. meno male che il mio ha la patente....

    RispondiElimina
  14. muahahah dai simo, quando farà le 3 di notte sarà patentata vero??? :P
    essere moderni si, ma non troppo su :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se fa come me...io la patente l'ho presa a 28 anni!:-D

      Elimina
  15. In effetti quando si è giovani mica ci si pensa all'"altra parte della barricata". Solo alla nostra veneranda età si comincia a essere solidali con i nostri genitori. Io non facevo altro che pensare "che pal*" quando i miei mi imponevano le 2 di notte.

    RispondiElimina
  16. Hai reso l'idea! Cioè, sarà tremendo uscire con -1 a prendere le mie due (D U E)pargole. Già ora facciamo fatica ad uscire dopo le 8, figuriamoci tra qualche anno....sigh.

    RispondiElimina
  17. Proprio vero...alla nostra età fare le ore piccole è un ricordo lontano. E mi hai fatto venire in mente una cosa: a a te va bene che la figlia l'hai fatta da giovane, così hai ancora l'energia per eventuali notti brave nell'attesa di andarla a riprendere. Ma io?Quando il mio ometto sarà adolescente io avrò 50 anni... e chi gliela fa? O madonna....Mi viene sonno solo a pensarci!

    RispondiElimina
  18. Manco a farlo apposta, appena finito di scrivere vedo mio marito in pigiama...E io: ti sei dimenticato che stasera dobbiamo andare a teatro? E lui : nooooo!
    Capito, sì? Se gli prospetto quello che ci succederà quando il pupo cresce gli prende un coccolone...

    RispondiElimina
  19. Non sono sposata e non ho figli, ma leggendoti capisco quanto hanno "penato" i miei quando da piccolina facevo le mie prme uscite!

    RispondiElimina
  20. P.S.: il tuo blog è meraviglioso! per questo ti ho attribuito un premio sul mio. il post si chioama "UN PREMIO" su cinziacinzyful.blogspot.com

    RispondiElimina
  21. Buaaaaaaaahahahahahahah simo mi fai morire dal ridere, te l'ho gia detto su fb!!
    oddio, la scena la conosco bene!
    ho una cognata di 17 anni... tranquilla che piu avanti vai piu peggiora!!
    Tocchera' anche a me... tocchera' anche a me...
    pacca sulla spalla.

    RispondiElimina
  22. Presente Simo... figlio diciottenne che a parole è un ganzo ma nei fatti va a scuola e dimentica lo zaino a casa (tanto per fare un esempio)... Faccio finta di dormire ma non ti dico le coronarie aspettando che rientri......Tranquilla Simo...... il peggio deve ancora arrivare!!!!!!! Te comunque mi fai schiattare dalle risate.....

    RispondiElimina
  23. Simo, io quel momento in cui saranno le tre lo temo da bestia! Non sai quanto! E io ci son più vicina, perché il mio ne ha quasi 14...help!

    RispondiElimina
  24. Dimenticavo...siamo troppo uguali, sul divano...
    Ciao Simo, sei grande, m'hai fatto morire dalle risate!

    RispondiElimina
  25. mi mancavano le risate che mi fai fare...

    RispondiElimina
  26. Sull'onda di chi ti incoraggia dicendo "vedrai più avanti che ridere!", spero di esserci ancora (nei blog, ovvio) per leggere l'esperienza del primo Mackepì al liceo, e del secondo fino al quinto, pochissimo prima di patentarsi.
    Potrei raccontarteli io, ma non voglio toglierti il gusto della novità.
    Vedrai che risate!
    No, non tue: nostre.

    RispondiElimina
  27. Simonaaaaaa, anche qui la scena si replica ma Andrea ancora non esce, stellina, ha solo 5 anni! Lo metto a nanna, mi fiondo nel mio e leggo si e no 4 pagine di Poirot perchè lo adoro! E nel frattempo sento il dolce russare di mio marito in sala sul divano, impigiamato(quello di lana degli anni 80, eredità del fantastico corredo matrimoniale!)che in teoria di doveva aspettare per...scaldarmi i piedi sotto al plaid!
    Ma quanto è bello il divano o il letto: l'importante è dormire beatamente! Altro che sesso, anzi, ora vado a leggere sul vocabolario cosa sia!!!!!!
    Adorati i miei quarantanni!!!!
    Buon fine settimana
    Barbara
    http://fili-di-parole.over-blog.it/

    RispondiElimina
  28. eh..gli anni passano! bhuahahah
    ma io ancora nun ce vojo pensa'.. che senno' dico "quando, quando andranno fuori per i fatti loro, 10 anni almeno..troppi"!!! nuuuu amorini de mamma <3

    RispondiElimina
  29. Ciao Simo! Se ti va passa da me che c'è un premio per te!
    Baci Betta

    RispondiElimina
  30. h ah ah aha!! sei unica!!
    ps. passa da me cè una cosa per te
    http://piccolamamma.blogspot.com/2012/01/2-blog-2-premi.html

    RispondiElimina
  31. Te.
    Mi fai stiantà.

    mimì-che-t'ho-pure-linkato-sul-mio-blogghe-potevo-vero?

    RispondiElimina
  32. ohi ohi Simo te mi fai morì!!! :D
    sei troppo buffa quando racconti delle vostre "avventure" :D
    ti aspetto nel mio blog, c'è una sorpresina piccola piccola per te!
    un abbraccione
    MILE

    RispondiElimina
  33. ooh simo 6 troooppo forte! ed è una cosa normale che nn siete abiutati a ciò! ^_^ 6 sempre super simpatica http://danielainrosa.wordpress.com

    RispondiElimina
  34. maròòò sono a metà strada...fffiuuuu...tra 6 anni ci penso:)))

    RispondiElimina
  35. :*DDD ma come fai??!! me la sto facendo addosso dal ridere... tranquilla... c'ho il Tena lady! :DDDDDD ommamma...
    nemmeno noi al momento abbiamo bimbi, ma dovessere arrivare, per quando saranno "grandi"... ci manderemo la nostra BADANTE! e noi a dormircela! :DDDD
    baciiiiiiii

    RispondiElimina
  36. vi capisco, mia sorella minore ha 12 anni e si iniziano a cambiare le abitudini...eh si, crescono...baci

    RispondiElimina
  37. oioi, non ce la fooo! Sto ridacchiando da sola da un bel po'! Rido perché mi piace troppo come scrivi e miresti simpatica, e perché quando uscivo io con le amiche a quell'età toccava sempre al babbo venirmi a raccattare e anche se non me lo ha mai raccontato ci giurerei che è sempre andata proprio così...ecco spiegato il motivo perché io tornavo a casa sempre un po' prima delle altre mie amiche, gli si freddava la seduta del divano!^^

    RispondiElimina

Nel frattempo, visto il periodo, vuoi una tazza di thè?

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails