mercoledì 25 novembre 2009

LA PROVA DEL FUOCO


Devo essere onesta. Questa rubrica era nata per dirvi due ricettine sfiziose che nascono da quei tre neuroni (bruciati) che mi ritrovo. Ma ancora non avevo dato un’occhiata ai vari blog di cucina che ci sono in giro e che sbircio spesso. Vedendo le ricette di questi blog, che sono meravigliosi, e la cura con cui vengono realizzati i piatti, ha fatto sì che mi chiedessi semplicemente “Simo, ma 'ndo cazzo vuoi andà?” Cioè, che dovrei insegnare io? Giuro che qualsiasi cosa io vi proponessi sarei indietro mille anni luce a partire dalla ricetta e finire con la foto (creata ad arte e che mi fa sospettare che le bimbe in questione siano tutte nipoti di Oliviero Toscani, ma tant’è). Quindi vi annuncio che questa rubrica…la chiudo? Manco per il cazzo. La tengo aperta ma la riempio di tutte le ricette che non mi sono riuscite! Praticamente al contrario. A far da mangiare son brave tutte! Tzè! Provate invece a far bruciare i pop corn. Mica è facile. Io ci sono riuscita, e anche di molto bene.

L’altra sera per esempio, guardando in dispensa, mi sono accorta di avere una scatolina di pop corn intonsa (Dio come mi amo quando uso queste parole!). Io non li adoro particolarmente, perché mi sembra di mangiare palline di polistirolo. E poi ho paura di infilarmi un chicco di mais in bocca e che mi scoppi in diretta tra le fauci facendomi fare la fine di quello che usa Listerin. Però ad Andrea e Alice piacciono quindi mi son messa lì a leggere le istruzioni (Già il fatto che debba leggere il procedimento la dice lunga).

“Bene. Vi faccio i pop corn!Allora…qua dice…padella profonda…tho!Prendo questa.Sarà uguale, no?Profonda è profonda.Poi che dice?….mettere un cucchiaio di olio e un pizzico di sale….Quando l’olio sarà caldo versare il mais e coprire con un coperchio…sembra facile.Via!Partiamo!”

Mentre Alice e Andrea stanno giocando alla Wii, io mi cimento in questa ricetta semplicissima.

Prendo la pentola, ci metto l’olio e il sale e la schiaffo sul fornello. Giro la manopola al massimo perché così cuociono meglio. Ecco, mi pare che l’olio sfrigoli…butto il mais e tappo.

………

………..perché non scoppiano?....

……..embè?...........

Fammi dare un’occhiatina….SDENG!! M’è scoppiato un chicco in un occhio!

Ah ma allora va….

….c’è qualcosa che non torna…l’olio sfrigola ma qui non scoppia una beata mazza. Intanto dalla pentola si leva un fumo nero, manco fosse l’Etna che erutta.

Mi riaffaccio un attimo…SDENG!! Scoppia un altro chicco che questa volta mi colpisce in fronte e mi rimane incastrato nella frangia. Con orrore mi accorgo che il fondo della pentola è completamente nero. C’è un puzzo di olio bruciato in cucina che non vi dico. Andrea accorre:

“Maccheffaiiiiiiiii???”

“I poppi corni!”

“Ma con la pentola?”

“E con cosa? Col vaso da notte?”

“Ma ci vuole una padella!”

“La prendo io una padella e li rinvio a mò di tennis questi chicchi del cazzo!Non vanno! Sono difettosi!Ora li riporto indietro!”

“Sei te che sei difettosa. Ma poi lo vedi che ti brucia tutto?”

Esagerato! Mica tanto. Sembra di essere in Val Padana dalla nebbia che c’è e riesco a scorgere Andrea solo se mi fa cenni con una torcia, ma insomma, non esageriamo.
“Ma così fanno prima, no? Lo vedi che non scoppiano? Vè Vè, guarda!

Alzo il coperchio e… SDENG! PING! PANG! SDON! SBANG! PONG!PING! Incominciano a schizzare chicchi neri e affumicati a destra e a manca. “Allora scoppiano!” esulto felice.

“Tappa tutto! Corri, metti il coperchio!Simooooo stanno bruciandoooooo!!!”

SDENG! SBAM! PING! SDON! PANG! Sembra di essere a Beirut. Per gli scoppi e il fumo dico.

Poi forse ne ho messi troppi…qualcuno esce anche dalla pentola. Moriremo sommersi dalla un chilo di poppi corni, lo so!


GIOVANE COPPIA TROVATA ASFISSIATA IN CASA. I CORPI SONO STATI RITROVATI SOMMERSI DA POP CORN. LE VARIE ECCHIMOSI RISCONTRATE SULLA FRONTE DELLA DONNA LASCIANO PRESAGIRE CHE SIA STATA VITTIMA DI COLPI DI CHICCHI DI MAIS NON SCOPPIATI. LA FIGLIA RILASCIA LA SEGUENTE DICHIARAZIONE: NON CAPISCO PER QUALE MOTIVO SI SIANO DATI TANTO DA FARE. IO PREFERISCO LE PATATINE PAI.


Oddio, sta scoppiando tutto!! C’ho la cucina invasa da questi chicchi di merda, se alzo il coperchio sembra di essere nella notte di San Silvestro. Botti e coriandoli, coriandoli e botti. Alice si sta divertendo a raccoglierli per casa e ributtarli nella pentola. Il massimo dell’igiene diciamo.

Abbiamo dovuto aprire tutte le porte e le finestre per fare corrente, per vedere di mandar via questo fumo e questo puzzo.

Andrea mi ha chiesto “Scusa un attimo. Noi dovremmo mangiare ‘sta roba?”

“Se mi volete bene, sì” ho piagnucolato.

“Amore, ti amo, ma non arrivo a tanto. Sono neri, bruciati, e alcuni anche calpestati per terra. Non ti sembra di chiedere troppo?”

“Vabbè, ma quanto la fate lunga. Insomma, cosa vuoi che sia? Quelli caduti, ci soffi un po’ sopra, quelli neri….mmh…fanno pendant con la tua camicia grigia…ehm…quelli bruciati…fanno bene! L’ho letto in una rivista!”

“Mamma, peccato!Volevo i pop corn!”

Andrea ci guarda con le mani sui fianchi e fa “Via, li faccio io!”

Che cosa? Li fai lui? Andrea in cucina sa fare solo un uovo al tegamino, impossibile che sappia fare questo piatto difficilissimo. I poppi corni sono sicuramente in cima alla lista della novelle cuisine!

“Questi si buttano” prende la mia creazione e la butta nella pattumiera. “Noooo!!!I miei poppiiii!!!Aspè che faccio una foto ricordo…vi ho amato poppi,ma voi non avete amato me, chicchi stronzetti e infingardi!”

Andrea ravana nel mobile di cucina e che fa? Prende una padella…. (nel frattempo senza farmi vedere prendo appunti sulla lavagnetta, mica so’ scema,no no)…mette un po’ d’olio…fuoco basso…aspetta un po’…butta i poppi….mette un grande coperchio…con un colpo di polso smuove la padella….Oddio come è sexy! Lo preferirei come Adamo con al posto della foglia, solo il grembiulino, ma c’è un minore in casa quindi può andar bene anche così. Si muove sicuro, tranquillo, ripetendo i vari procedimenti con una calma e una padronanza da chef. Ora cominciano a scoppiettare, ma i poppi con lui scoppiano meglio, sono scoppi più soft diciamo. Sdengsccchhh….Boingscchhh…Pangscchhh….Sbamsshhh…. insomma sembra che scoppino incartati nella gommapiuma. ‘na musica.

“Così si fanno i pop corn!” mi dice rovesciandoli nella zuppiera. Sembrano fiocchi di neve. Tutti bianchi e belli pomposi. La padella sembra appena stata leccata da una vacca, da quanto è pulita. Manco un po’ di fumo, manco un po’ di puzzo. Stavo per telefonare al prete per prenotare la chiesa per risposarlo un’altra volta. E ha fatto solo i pop corn.

Prima diapositiva:Poppi di Simo (da non confondere con 'poppe' di Simo, anche se la misura è la stessa di un chicco di mais)

Seconda diapositiva: Pop Star di Andrea.




Che dite?Ci do' di punto croce?Sarà meglio?

Un'altra cosa:vi vedo, sapete? Sì sì proprio voi, le mì bimbe che mi leggono che son cresciute tra Suor Germana e Gianfranco Vissani, lo vedo che state ridendo, che credete? Occhio a cosa dite, perchè vi spezzo le ditina come grissini, chiaro? ;-)


26 commenti:

  1. ahahah...almeno io i pop li so fare!!!pero' un uovo fritto no!!!ahaha
    email mandata gia' da tempo....rispondiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii

    RispondiElimina
  2. Allora, adesso ti spiego un segreto. Esistono i pop corn da forno a microonde. E' un sacchettino piccolo piccolo che metti orizzontale nel forno e dopo pochi minuti il sacchetto diventa gigante e per magia dentro ci trovi i pop corn caldi e buonissimi. Niente fumo e niente puzza in casa.
    Eh non e' che faccio la maestrina eh??? E' solo che sono una frana in cucina.
    Non a caso ho un fidanzato che cucina benissimo!!! Ci compensiamo: lui cucina io mangio, lui sporca io pulisco!!!
    Un abbraccio Topa. Mi fai sempre schiantare dal ridere...

    RispondiElimina
  3. Prins esistono per caso anche i negozi dove vendono i forni a microonde?Il forno a microonde non ce l'ho!!!
    Ecco!Al posto del mocio vileda,il forno a microonde!
    Esistono per caso negozi dove vendono due metri in più di cucina? Perchè anche se ce l'avessi non avrei posto dove metterlo!
    Prins, preparati. Li vengo a magnà a casa tua.

    RispondiElimina
  4. che ridere!!! arrivo qui tramite Pagnottella... certo che anche a me succedono queste cose solo che non ho le cosiddette palle per pubblicarle ;-)

    RispondiElimina
  5. Amò, ma grazie de chè! Grazie a te d'esistere!!!
    Sai che è vero gli uomini sono sexi in cucina...ogni volta che pagnottello spadella mi acchiappa l'ormone...quello più infuocato che ho :-)lo violenterei li sui fornelli...sai che calore!
    Ahhh dimenticavo! Ottima ricetta non la conoscevo...certo hai una fantasia! SCHERZOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO
    M'hai fatto ricordare quando li faceva mia madre...tempo fa le padelle antiaderenti non erano difusissime, a volte capitava anche a lei di bruciarli..e mia mamma è bravissima in cucina, quindi vedi, l'unico tuo sbaglio è stato quello di sbagliare pentola!
    Baci tesò...

    RispondiElimina
  6. Sssssssssiiiiiiiiiiiiiii dai vieni cosi' faccio bella figura con i pop corn!!!!
    In effetti non avevo pensato che siccome sei una che cucina bene, il forno a microonde nun te serve...
    Io invece me lo sono fatta regalare da mamma'per riscaldare i manicaretti che mi dava lei o quelli che compravo al reparto gastronomia del supermercato quando vivevo da sola!!!
    Adesso vivo con un cuoco provetto e non lo uso praticamente piu' e il mio fidanzato si lamenta che occupa troppo spazio...
    Ovviamente io insisto per tenerlo perche' quando lui viaggia per lavoro io lo riesumo e ci scaldo gli avanzi!!!
    Lo so sono una frana...ma se sapessi far tutto sarei perfetta e noiosa no?
    Baci baci

    RispondiElimina
  7. Anche io li ho fatti una volta con lo stesso risultato: pentola carbonizzata e bombardamento atomico.
    Dopo anni e anni il mio ragazzo mi ha convinto a rifarli, o meglio, li ha fatti lui. Io ero barricata dietro al divano con le dita nelle orecchie e gli occhi chiusi in tenuta anti sommossa, giusto per precauzione...e invece è filato tutto liscio come l'olio.
    :)

    RispondiElimina
  8. Simo, fai come me! Compro i sacchetti di poppi da fare al microonde, li schiffo dentro per 4 minuti e quando sono pronti li metto nella ciotola, avendo cura di nascondere ben benino la busta! Et voilà! Ciaoo!

    RispondiElimina
  9. @ Micaela:Benvenuta!Ma lo sai che con il tuo commento m'hai fatto venire in mente una cosa per il prossimo post?E visto che manca un mese a Natale casca proprio a fagiolo. Grazie!
    @ Bea:la prossima volta ci vestiamo da Rambo e ci facciamo trovare armate fino ai denti. Hai voglia di scoppiò!Ti avevo già detto benearrivata? ;-)
    @ Alessandra:lo sai che sei la preferita di Alice?Indovina un pò perchè!
    A Pagnò:love love love a te.
    Ho paura a seguire il consiglio di Erica.Imbranata come sono, non solo mi scoppiano i poppi, ma pure il sacchetto e anche il forno.
    Stasera minestrone...e fin lì ci arrivo anch'io....

    RispondiElimina
  10. simona,
    a momenti mi prende un coccolone per le risate. e ho dietro husband che vuol chiamare la neuro... omioddio... che ridere!
    che c'ho pure gli occhiali appannati per le lacrime, non so quante parole ho riscritto... mitica!

    se ti può consolare, io adoro cucinare, ma sopra gli armadi devo averci i dinosauri, talmente odio spolverare!

    ecco, questo magari non è il massimo da raccontare... :(

    sei fantastica, ti prego continua così!

    RispondiElimina
  11. Ho scoperto il tuo blog da poco e non posso fare a meno di ridere ogni volta!!! Sei incredibile!!! =)

    P.S. Ti faccio compagnia nell'essere impedita coi poppi! =)

    RispondiElimina
  12. Io li compro già fatti!
    Oppure idem come la maggior parte di voi, li lascio fare al mio LUI (abbiamo scoperto grazie a questo post che il 90% degli uomini sa fare i pop-corn, incredibile!).
    L'unica volta che ci ho provato ho carbonizzato poppi (adoro!) e padella, e il tanfo di bruciato mi si è appiccicato addosso come una seconda pelle, un incubo!!!
    Topa, cosa penserà di te tuo cugino Ratatouille...? ;)
    Un bacioooooooooo

    RispondiElimina
  13. Ah dimenticavo.....
    GRANDE ANDREAAAAAAAAAAAAAAAAAA!!!!!! ;))

    RispondiElimina
  14. Benvenuta Luxus! Sappi che invece in casa mia ci sono spesso torri di Babele fatte di magliette e mutande perchè io odio stirare.Ma si sa, sennò ero perfetta!
    Seeeee bonaaaaaaaaaa!!!!!!!!!
    Pica, Ratatouille m'ha levato dal testamento, fai te.
    Lara io ho scoperto da poco te e sei molto carina.Aspè che faccio la tua faccetta _) no.../) nemmeno...") oibò! =) Eccola! Ma vieniiiiiiiiii!!!!!!!!!!!!
    Quando si dice che una si accontenta di poco.

    RispondiElimina
  15. Topa t'è arrivato il mio mms di oggi a pranzo?
    L'immagine del mio panino nero completamente carbonizzato sarebbe perfetta da affiancare ai tuoi pop-corn...
    Che dici, apriamo un ristorante?
    Faremmo sicuramente successo.... (si, nel reparto 'intossicati' dell'Ospedale Cisanello di Pisa)
    Buona serata a tutti gli ospiti di casa Simo, e soprattutto... BUON APPETITO!

    RispondiElimina
  16. Miriam YimWingChun26 novembre 2009 19:31

    Ebbene si! Ho riso anch'io HIhihihihi...
    Però una cosa te la devo confessà....
    Io sono stata così furbastra, una volta, da voler pretendere di sciogliere il cioccolato fondente nel microonde.
    ....Mi sono detta...embè? Se pò fà....
    Così non devo farlo scongelare e sciogliere sul pentolino con l'acqua. A Roma si dice a bagnomaria.
    Ma.....sorpresa..! Il cioccolato non si è sciolto. Ha preso FUOCO! Nel microonde. E siccome era poggiato in una ciotola di plastica da microonde, ha Bicato la plastica!
    Così volevo sciogliere il cioccolato per fare un dolce e ho ottenuto una ciotola con buco al centro e il microonde in fiamme.
    Tanto valeva appiccare il fuoco alla casa...! Tanto era solo per fare un dolce!
    Che dici simo?
    L'ho superata la prova della peggiore delle chef?
    Ho dato anche un nome alla prelibatezza: Chocholat au flamme.

    RispondiElimina
  17. Simo arrivo a te tramite pagnotella ... scusa ho ancora le lacrime agli occhi perchè la scena l'ho vissuta inprima persona !!!!!!!
    Guarda che è facile fare i pop corn ehhhhhhh
    E anche la frittata ... a me mi viene una schifezza , la mia dolce metà ovviamente la fa da pauraaaaa

    Ps il microonde non lo prendere è pericoloso ... io una volta mettendoci intelligentemente una scatola di latta dentro per scaldare il contenuto ho scatenato un turbinio di fulmini e saette che manco quando arriva l'uragano ne vedresti di cosi belli ;)

    RispondiElimina
  18. MA VAI BENISSIMO COSIIIIII!!!!

    i blog di cucina sono favolosi ma tu sei tu.
    e a noi piaci così.

    RispondiElimina
  19. pagnottella ha detto...

    Amòòòòòòòòòòòòòò mi manchi...tooornaaa questa casa ashpetta a te!
    Voglio il nuovo poooooooooooooooost! daiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii :-)
    27 novembre 2009 14.06
    pagnottella ha detto...

    Ma la sai na cosa?! Ieri siamo stati fermati ad un posto di blocco, e poche ore prima avevo letto il tuo post (quello del posto di blocco...credo sia "il triangolo no") Caspita! Ho pensato...
    Era tutto ok, menomale!
    Che combinazione...Pagno mi ha detto di chiederti se scrivi un post su Belen Rodriguez...kissà dopo qualche ora avviene l'incontro :-)
    27 novembre 2009 14.16

    Ecco un copia incolla paro paro a quello scritto nel precedente post...
    me sò sbagliata oh!!!
    Volevo scrivere qui i commenti e invece ho sbagliato...è tutta colpa tua, cosi impari a non farmi capì più nulla dalle risate!

    RispondiElimina
  20. Anche se mi spacchi le ditine io rido comunque. Ho fatto una risata così sonora, che mio marito uscendo dalla camera, mi ha guardato in un modo strano; forse la strana ero io!!!
    Buon fine settimana Julia Child.

    RispondiElimina
  21. Grazie mille per i complimenti...sono molto affezzionata al mio blog, ho messo tutto il mio impegno per renderlo così! Ho letto tutto il post dei pop corn e l'ho trovato molto simpatico...io cmq uso sempre la pentola per farli ma una pentola antiaderente!!! ciao Alia

    RispondiElimina
  22. ciao
    arrivo anch'io a casa tua grazie a Pagnotella...sei davvero forte!!!
    e per i 'poppi corni' non ti angustiare anch'io li ho bruciati a volte.....ma sono riuscita a bruciare anche le patate lesse!!!! perchè è nelle cose cosiddette banali che si cela l'avversità.....

    RispondiElimina
  23. bella simo!!!cmq vuoi sapere una cosa???li ho bruciati anch' io i pop corn ahahahah..è stata la prima e l' ultima volta che gli ho fatti ihihih..!cmq almeno andrea s'è messo di buona volontà io il mio manco se lo pago si mette ai fornelli..sa solo magnà..cmq mi unisco anch' io a voi io c' ho i dinosauri e le torri di babele ahahah..un besos topa!

    RispondiElimina
  24. Dovresti scrivere un libro =)

    RispondiElimina
  25. io non sono cresciuta tra Vissani e l'altra la suara non so bene come si chiami, ma ho riso di cuore lo stesso, ma come si fa a non sapere fare neppure i pop corn? tu sei la dimostrazione vivente che si può non saper fare i pop corn. Allora la pentola larga è meglio della padella, a meno che la padella non abbia i bordi belli alti, poi l'olio non deve bruciare, deve essere un goccio, caldo ma non arrivare al punto di fumo e la cosa principale è che devi muovere di continuo la pentola sul fuoco, se la lasci si bruciano....posso darti un consiglio? comprali che forse è meglio....sei simpaticissima

    RispondiElimina
  26. Simo...ti svelerò un segreto: i pop corn nella pentola profonda (uso una casseruola antiaderente normalmente destinata ai risotti) li faccio pure io. Un velo (ma proprio un velo) di olio sul fondo, sale, fiamma media. Dopo poco butto un chicco e quando vedo che sfrigola bene ne butto degli altri. Ma non troppi! Che stiano in uno strato solo. Tappo col coperchio (che è trasparente, in vetro, si vede bene cosa succede dentro!) e li lascio lavorare. Quando cominciano a scoppiare li faccio "saltare" un po', così quelli non scoppiati più pesanti tornano sul fondo e hanno una chance in più! ;-)

    RispondiElimina

Nel frattempo, visto il periodo, vuoi una tazza di thè?

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails