domenica 12 settembre 2010

SIMO DISSE 'TORTA' E TORTA FU


Attenzione!La visione di questo post è consigliata ad adulti e bambini in perfetto stato di salute. Onde evitare mancamenti o shock alla vista delle immagini, si raccomanda la presenza di un medico. Pronti ? Al mio 3 vi apparirà una torta di compleanno fatta da Simo.

1-2-3….

TA-DAAAAAAAA!!!!!!!!!!!!


Siete sempre vivi? Avete bisogno dei sali? Avete chiamato il 118?

No, non sono stata posseduta dallo spirito di chissà quale pasticcere, mi sono solo impegnata un filino. O ho avuto culo, fate voi. So anche che al confronto con le torte delle mie cuochine food blogger questa torta qua, pare un escremento di un geco, però se pensate che l’ho fatta io (io, ma vi rendete conto?) si può essere abbastanza soddisfatti. E ora tutti insieme a cantare l’Alleluia per l’avvenuto miracolo. Alleluia Alleluia.

La ricetta di questo cheesecake l’ho presa da Imma (mica cotica) che è la regina dei dolci (ne converrete con me), ma ovviamente poi ho fatto di testa mia. Ho fatto un miscuglio che basta e avanza. C’ho messo un po’ di Simonite, tanto pè capisse. Anche il procedimento è alla mia maniera, un po’ sminchiato. Ma il risultato è ottimo. Ho preparato questa torta in occasione del terzo compleanno del mio figlioccio (Baby Killer) che è un patito di Cars. E ci tenevo a farla bene, primo: per non avvelenare i commensali ( mi manca che mi arrestino e poi siamo a posto), secondo: per far felice Baby K con i suoi personaggi preferiti, terzo: per partecipare al contest della dolce e bravissima Antonella (poi mi spiegate la differenza tra Contest, Candy e Giveaway, okay? Vi amo)


Antonellina mia voleva una torta di compleanno. Antonè, poannà? La chiamo C.A.R.S.

Cheesecake A Rischio Salute.

Andiamo con gli ingredienti e la ricetta stravolta, sconvolta e con varianti made in Simo.

Ingredienti:

Per la base
Un disco di pan di spagna. Ora, potete farlo anche da voi, voglio dire ,che ci vuole? Ma potete anche comprarlo già bello e fatto. Voglio dire ,che ci vuole? Ci semo capiti.


Per la crema allo yogurt
-
200 di yogurt greco (non fatevi fregare dalla commessa che vuol darvi uno yogurt qualunque. Pretendete che metta su un sirtaki. Se lo yogurt balla come Zorba è veramente uno yogurt greco)
-2 yogurt muller bianchi (o sennò alla frutta, io ho preso quelli alla fragola)
-60 gr di zucchero a velo
-200 g di panna (io ne ho usata un po’ di più perché poi col
sarchiapone con la sac a poche l’ho decorata. Devo per forza quantificare? Non lo so. Fate voi. A occhio. Insomma è già tanto se mi è riuscita)
-12 g di colla di pesce (non è quella cosa che cola sulle mensoline del frigo dopo che avete dimenticato per due settimane il branzino che vi ha regalato vostra suocera. E’ quella cosa che serve per solidificare. Quella lì. No, non sa di sogliola)
-1 confezione di philadelphia da 200 g (metteteci un post it dove dite che vi serve per un dolce prima che vostro marito se la spalmi sul pane a merenda)

-Succo di pesche sciroppate e un po’ di marmellatina ai frutti di bosco.

Una fialetta al limone (che non è quella che prendete quando avete la diarrea. Sono quelle aromatiche da cucina)


Per la decorazione
Ecco. A proposito di decorazione. Tutto sto pappiè di Cars l’ho comprato all’iper al reparto decorazioni dolci. C’erano pure le candeline. Na roba che non vi dico, sarei voluta tornare indietro di trent’anni per avere anch’io le mie candeline da Brutta addormentata nel bosco.

Procedimento:


In una terrina versare i 2 yogurt bianchi, quello greco e la philadelphia ed amalgamarli bene(potete usare anche un frullino elettrico oppure una frusta, o sennò potete salire su un vibromassaggiatore e tenere l’occorrente in mano. Tutto si mescolerà a dovere e a voi si scioglie la cellulite. Se siete così fortunate a non averla, non siete più mie amiche. Io invece c’ho anche la buccia d’arancia che all’occorrenza gratto pure sulla torta margherita), aggiungere lo zucchero a velo attraverso un setaccio o un colino (in mancanza di ciò potete usare, come insegnano le Giovani Marmotte, un collant. Magari pulito, altrimenti tanto valeva usare del gorgonzola al posto della philadelphia). Nel frattempo mettere la colla di pesce in acqua fredda. Lì per lì sembrerà che non si sciolga una beata mazza, ma, soprattutto se pregate, si scioglierà. Come no. Montare la panna (per fare ciò puoi assoldare un tipo alla Mastrolindo che con i suoi potenti muscoli ti monta la panna in quattro e quattr’otto) e amalgamarla allo yogurt. A questo punto la colla di pesce dovrebbe essere pronta, andate al recipiente, prendete la colla, che sarà diventata molliccia e trasparente come una medusa (Dio che schifo!), strizzatela come un paio di mutande dopo il bucato e mettetela in un tegamino a scaldare con 2 cucchiai di yogurt. Dopo che sarà sciolta (e avrà il colore dell’olio lavato) versare la colla di pesce nella terrina dove sta tutta l’altra roba. Mettete il disco di pan di Olè! in un cerchio apribile (sta cosa mi sa un sacco di circo) e bagnarlo con il succo delle pesche sciroppate. Sparateci anche la fialetta al limone. Versare tutta la crema e livellate un pochino con la cazzuola. Lasciate in frigo per due ore. Nel frattempo con la panna avanzata potete mettere in scena
l’Ultimo tango a Parigi con vostro marito, oppure insegnargli come si lavano i piatti senza che la cucina diventi una laguna che manco Venezia, o spiegargli che la sac a poche è un attrezzo per decorazioni e non il cono per la pulizia delle orecchie. A questo punto tirate fuori di nuovo la torta e riaprite lo stampo. Se Padre Pio vi aiuta dovrebbe stare ritta e in forma da sé. Aiutandovi con un coltello ( o al limite con una lima) spalmate un po’ di marmellatina ai frutti di bosco su tutto il bordo della torta. Montate l’altra panna che vi è rimasta (già che ci siete fatevela montare dal muratore che vi ha prestato gli attrezzi) e mettete tutto nella sac a poche.

Decorate la torta a vostro piacimento. Un po’ così e un po’ così. Poi cosà e un po’ così. Splat splat qui, e poi giro giro un po’ di là. Ualà! Il gioco e fatto. Io c’ho piazzato sopra le decorazioni di Cars e via.

La torta, strano a dirsi, era buonissima. I commensali hanno gradito. La mia amica del cuore Veronica (era pure il suo di compleanno. Quando si dice scegliersi bene le amicizie) le ha fatto pure le foto col cellulare. Son venute così bene che sembrano fatte da un orbo in preda a un raptus di follia e il mio amico del pancreas Orazio ne ha mangiate ben due fette. Almeno, me ne ha chieste due. A dire il vero stamattina la gatta l’ho trovata ingrassata minimo minimo di due chili. Baby K ha gradito molto e si è accaparrato subito la macchinina, ha tuffato le dita nella panna, ha ciucciato le candeline e ha sputato sulla torta. Ma dice di aver gradito. I genitori, F&S, commossi, manca poco si mettono a giocare sul tavolo improvvisando una pista con le cialde decorative.

Ah, dimenticavo: dopo averla decorata rimettetela in frigo, prima che si ammosci come un ammennicolo di un ottantenne che si è dimenticato di prendere il viagra.

E prenotate la palestra. Perché qua tre chili ci scappano di sicuro.

Baby Killer immortalato prima che si mettesse le candeline nel naso, tirasse la panna col cucchiaino a mo' di catapulta e riempisse di bacilli tutta la torta. Ma gli è piaciuta. Oh se gli è piaciuta. La mamma mi ha telefonato poco fa: Baby K ha la diarrea. Giuro che io non c'entro.

33 commenti:

  1. Grazie grazie grazie, in questa domenica dolce e amara mi hai fatto ridere davvero e, vista la cellulite, io amicissima tua posso diventare?
    Un abbraccio
    cri

    RispondiElimina
  2. Uellààà! Alla faccia della torta! No scusa, abbellaa, sei prenotata come pasticcera ufficiale per il mio prossimo compleanno! A me piace: la Juve, la Bella e la Bestia, Dragon Ball, i pirati, il viola e i fiori di zucchero. Pensi di poter fare una torta che richiami tutte queste cose? Insieme?? (Tranquilla.. hai tutto il tempo che vuoi.. compio gli anni alla fine di giugno!) Bacio!

    RispondiElimina
  3. hahaha! la spiegazione scientifica sulla metodologia e la tecnica della decorazione m'ha fatto piegare in due dalle risate...
    La torta è simpaticissima!
    p.s. per mantenere su di tono la panna anche fuori dal frigo, poco prima di finire di montarla in una bacinella a bagnomaria con acqua e ghiaccio, aggiungi un poco di amido di mais setacciato.

    RispondiElimina
  4. Ecco vedi? Io ste cose non le so.Acqua, ghiaccio e amido di mais. Pronto farmacia? No, il viagra in polvere non serve più.Ne sapete una più di Vissani :-)

    RispondiElimina
  5. Anche a me, come ad Erica,piace: la Juve, la bella addormentata nel bosco, le fatine, i quadrifogli!Cioè Simo, è bellissimaaaaaaaaaaa!!!E se il frullino servisse per la cellulite farei una torta al giorno!!!Bravissima, in bocca al lupo per il contest (se trovi qualcuno che sa la differenza, digli di passare pure da me...)

    RispondiElimina
  6. Simooooo!! E' spettacolosa!! Ma possibile che mi fai scompisciare anche solo "ricettando"? "salire su un vibromassaggiatore e tenere l’occorrente in mano"... seguo alla lettera... se non funziona sai cosa grattugiare sulla prossima torta ;-), un bacio!

    RispondiElimina
  7. Ciao Simo!
    Un bel caffè, grazie...
    Ma la tua torta è fantasticaaaa! Sei bravissima, altrochè!!!!
    Un appunto:solo a leggere gli ingradienti la cellulite ha fatto festa ed è raddoppiata!!!!
    E con tutto quel formaggio/latte mi sono cresciuti gli incisivi, i baffetti e le orecchie sono diventate leggermente tondeggianti...squit!!^_^
    A proposito (in realtà non c'entra niente...)mentre ti leggo sto perdendo ignobilmente a bowling della wii...con il mio piccolino di TRE anniiiii!!!Sob!!
    Ma com'è possibile???
    Tornando a noi...non vale fare una torta così e poi non offrirla, col caffè ci sta bene!!!
    La prossima volta ne fai 2!! ;-)
    Baciotti dolci.
    Nunzia

    RispondiElimina
  8. Mmmmmmmmmmmmmmmmmmmmm buona......... e bellissima!!! Ma Simo sei una fonte inesauribile di sorprese, tu! Pura cuoca! Bravabravabrava! ^__^

    RispondiElimina
  9. escremento di geco ah ah ah ah :D
    Complimentoni!

    RispondiElimina
  10. Non ci provare più a dire che non sai cucinare sai? L'anno prossimo la voglio anch'io la torta fatta da te, con Calimero of coooooooourse ^__^ E' bellissima Simo e vuoi mettere con le tue spiegazioni per mescolare la crema e sciogliere la cellulite! Questa me la segno ma anche il collanti epr lo zucchero a velo può far sempre comodo ;) Ora non ti resta che una bella frittata...intesi?
    Ti lovvo chery, smuack

    P.S. per il momento posta deserta!

    RispondiElimina
  11. tesò ma è un capolavoro...wwwwwwwwowwwwwwwwww no tu nn me la conti giusta!!dici che nn sei brava ma ogni volta che posti un piatto oppure un dolce è sempre delizioso quindi sei tu che nn ti vuoi impegnare perche sei bravisssssssima e qui ne abbiamo la dimostrazione!!!bacioni imma

    RispondiElimina
  12. OK SE HAI FATTO LA TORTA TU CI RIESCO PURE IO..
    GRAZIE PER PER L CHIAVE DI LETTUTA DI QUESTO POST: NELLA VITA TUTTO è POSSIBILE CON UN PO DI VOLONTA' E DI CULO..
    CREDI IN TE STESSO..IO GRAZIE HAH TE CREDO IN ME E IN TE E FARO' ANCHE IO UNA TORTA..IO CHE NON SAPEVO NEANCHE FARE UN UOVO...
    IO CHE BRUCIAVO PURE UN SEMIFREDDO..IO OGGI POSSO..PERCHE VOLERE è POTERE E CREDO IN TE ED IN ME..E COSI' SIA..ORA IN CORO CANTIAMO L'INNO ALLA GIOIA.....

    RispondiElimina
  13. pan di olè! l'ho capita ora..
    ^_^ ihihihih!!!!

    RispondiElimina
  14. Ma io m'ero preparata a chissà quale scempio vista l'intro!!! sembra fatta in pasticceria!
    Dici che se ce l'hai fatta tu ce la può fare chiunque? staremo a vedere... ;)

    RispondiElimina
  15. ma complimenti...ma quanto brava?
    Mui brava! che invidia...

    RispondiElimina
  16. si un caffè e anche un pezzo di torta che sicuramente rifarai per le tue fedelissime seguaci

    RispondiElimina
  17. apperò simo!!! che spettacolo di torta!! bravissima! ciao

    RispondiElimina
  18. Mamma mia, leggevo la ricetta con le lacrime agli occhi (no, non piangevo per quanto è brutta la torta... ma dove??? E' venuta benissimo!!) dalle risate!!! Fai morir dal ridere anche spiegando come si preparano i dolci.. son due giorni che la sera prima di dormire invece del libro sul comodino mi leggo un paio di post del tuo blog... mitica!!

    RispondiElimina
  19. Simo, ogni volta che vengo a trovarti mi ripropongo di lasciarti un commento 'intelligente'... si come le partenze estive sai? e poi mi perdo nella lettura dei post che mi sono persa e mi rendo conto che vorrei scriverti un post-commento per condividere momenti di vita comune che tu racconti in modo esilarante! e questa torta???? bellissima...liscisssssssima... ma come hai fatto???? l'hai leccata tuttua in superficie,prima di applicare le decorazioni ... uhmmmm ... ecco perchè Baby K c'ha la diarrea vero? ah ah ah ah...sei troppo forte! in tutto, anche nella preparazione dei dolci!
    te l'ho già detto che per vedere il tuo album di foto sono venuta meno ad un mio saldo principio e mi sono iscritta a feisbuc??? ma non lo dire in giro!!!
    ti lovvo
    dida

    RispondiElimina
  20. si ... te lo avevo già detto ma ... pazienza eh con un'anziana come me pòccapità!

    RispondiElimina
  21. padrona di casa simo!
    VOGLIO IL LIBRO DI RICETTE,
    RICETTE!
    RICETTE!
    sei a dir poco fantastica, e sicuramente la prima al mondo a:
    1) far montare la panna a suon di risate
    2) riuscire a scrivere diarrea durante la descrizione di una torta
    e poi....
    non mi viene in mente nessun altro complimento...
    a si
    cotto e mangiato fatti più in la!
    dopo la parodi della cucina
    la parodia della cucinotta,
    la Simo!
    :-)

    RispondiElimina
  22. Boia deh che torta spettacolare, magari la mi' mamma mi avesse fatto un torta Cars...complimenti perchè ti è venuta proprio bene!

    RispondiElimina
  23. PRIMO: MI SENTO SUPER ONORATA CHE QUESTO TUO CAPOLAVORO LO HAI FATTO PER ME , DOPO MOLTI INVITI DA PARTE MIA, PERCHE' IO LO SAPEVO CHE SEI UNA PASTICCERA NATA...
    MI PIACE PERCHE' NEL POSTARE IL DOLCE TU CI METTI QUEL NON SO CHE CHE RENDE TUTTO PIU' BELLO E SIMPATICO.
    DOVRESTI FARE PIU' DOLCI PER NOI TUTTE.
    GRAZIE SIMO UN BACIO

    RispondiElimina
  24. Fantastica!!!!!
    E ora mi è pure venuta fame a guardare il blog di Imma...mannaggia a te!

    RispondiElimina
  25. Ammazza Simò.. credevo di aver sbagliato blog quando ho visto la foto della torta!! bè che hai da dire?? sei stata bravissima.. pensa te.. io manco so bona a fa ste torte decorate!!! E poi ti prego.. sei riuscita a farmi sbragare dalle risate pure nella tua descrizione del procedimento!! ahahaahah sei troppo forte!!!!! Te posso affità per un w.e.?? ahahaahah smack!!!!

    RispondiElimina
  26. Troppobbbbuoni!!!!
    ragà, da queste parti oggi viene giù il mondo. Son tornata ora zuppa come un pulcino. Che è iniziato l'autunno?
    La prossima ricetta mi sa che sarà una zuppetta calda..
    alimortè.

    RispondiElimina
  27. Simo...ma se ti passo le mie ricette tu me le modifichi come solo te sai fare e poi me le ripassi che le spaccio per mie ?che dici? se po' fa'?

    RispondiElimina
  28. aaaa sacrilegio mi stavo dimenticando di commentare di qui!! ;)
    che dire? mazza Simo ti sei superata! <3
    antonella dice: dovresti far più dolci per tutte noi. SOTTOSCRIVO IN PIENO ;)

    RispondiElimina
  29. Sei troppo forte Simo e io mi sto pieghando in due dalle risate.Appena fatto mandami un bel ricettario.

    RispondiElimina
  30. tesò, anch'io rimango basita... cos'è un contest?!

    ahahahaha mi sa che sono giurassica ;)

    cmq sei bravissima, potresti aprire un blog gemello di cucina...

    smacchissimi

    RispondiElimina
  31. CIAO HO FATTO FINALMENTE IL PDF DEL RICETTARIO TORTA DI COMPLEANNO
    SE LO VUOI SCARICARE VIENI DA ME .
    GRAZIE PER AVER PARTECIPATO CON LA TUA RICETTA.
    ANTONELLA
    P.S. HO UN NUOVO CONTEST
    http://antonella-lacasettadicioccolato.blogspot.com/

    RispondiElimina

Nel frattempo, visto il periodo, vuoi una tazza di thè?

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails