sabato 5 febbraio 2011

MI HANNO DATO UN BIDONE



“Latte”
“Blu!”
“Acqua”
“Grigio!”
“No!Blu”
“Ritenta”
“Piatto”
“Blu!”
“No!Grigio!”
Chi sono sti due? Due daltonici? Due pazzi che giocano alla morra casalinga? Due ciechi che tirano a indovinare?
No, siamo io e il Santo alle prese con la raccolta differenziata.
Ora. L'ambiente è importante e anche noi vorremmo lasciare a nostra figlia un futuro migliore, ma lo sapete cosa vuol dire fare la raccolta in casa della Top-family? Un gran casino.
Abbiamo accolto l'iniziativa del comune con molto entusiasmo fino a che non si sono presentati gli addetti a riempirci la casa di bussolotti colorati.
Uno grande blu, uno grande e uno piccolo marrone, sacchi di carta così grandi che se Alice si piega c'entra dentro tutta intera e poi sacchi, tanti sacchi, un mondo di sacchi. E quello blu, e quello grigio, e quello trasparente...
I quesiti che il mio povero cervello ha elaborato sono questi:
Ndo li metti sti bidoni?
Riuscirò a imparare cosa va qui e cosa va là?
Se non ci riesco mi arrestano?
Quindi, in preda da un'ansia da prestazione allucinante mi son fatta interrogare. E all'inizio non ne ho beccata manco una.
“Via Simona, ci hanno dato pure il prontuario, stai tranquilla e guarda quello!”
“Ma ti pare che io sparecchi la tavola col papiro in mano per sapere dove va questo e dove va quest'altro?”
L'ho fatto. Sembravo un cameriere che sparecchia la tavola leggendo allo stesso tempo il menù.
“Ma poi ti viene naturale. Basta prenderci la mano”
“Devo. Sapere. Interrogami”
All'inizio pensavamo che fosse molto difficile poi abbiamo scoperto che nel blu ci vanno un sacco di cose. Se bevi il latte in bottiglia,per esempio, la bottiglia la metti lì.
Se invece fai il vicino di casa a pezzi con l'accetta, per quella storia del confine, quello va nell'organico.
Se invece hai strozzato tua cognata con una gomma per innaffiare, quella va nell'indifferenziata. Faccio per dì.
Quelli del comune oltre a munirti di bussoli ti dovrebbero munire di un permesso istantaneo per allargarti giusto quei due o tre metri quadri che ti servono per mettere queste scatole colorate, anche a mo' di costruzioni. Noi li abbiamo ficcati dentro a dei mobiletti, fuori in verandina, ma non vi dico il sottoacquaio. C'ho un puzzle colorato, un incastro di bussoletti colorati che manco tetris, che come mangi una mela e già pieno.
E poi eravamo impauriti dalle multe, perché se non ti attieni alle regole, scatta la multa, giustamente.
“Oddio, l'avrò chiuso bene? Ci faccio anche un fiocchettino?”
“Simo, è un sacchetto dell'immondizia!”
“Ma metti che così legato non gli piace. Aspè...ecco. Guarda bellino”
“Posso andare?”
“Sì...NO!”
“Che c'è?”
“C'abbiamo messo il polistiroloooooo!!!Oddiooooooooooo!!!Ci fanno la multaaaaaa!!Buhhahhahhahah!!”
Ciaf! Ciaf! Il Santo che mi prende a schiaffi per placare il mio attacco di panico.
“Simo, ti prego, stai calmaaaaa!!Il polistirolo ci DEVE andare”
“Ah sì?”
“Posso?” Andrea si incammina in fondo al vialetto. E io dietro.
“Ma dove vai?”
“A vedere dove lo metti”
“E dove lo metterò? In cima, no?”
Lo posiziona. “E lo lasci lì?”
“Eccerto!”
“Secondo me va messo un po' più in qua”
“Simo, lì va benissimo”
“Dici?Aspè...” e mi son messa a smanettare, spostando il bussolo azzurro, manco stessi creando un'opera astratta intitolata “Rifiuto urbanistino on the city”.
Mi sembrava troppo fuori “Ci fanno la multa perché intralciamo il marciapiede”
Troppo in dentro “Se l'operatore è un po' stanco fin qui non ci arriva e non lo ritira”
Troppo nascosto “Non lo vedono e il rifiuto organico rimane qui in giacenza e al nostro ritorno troviamo un rave di vermi col birrozzo in mano”
“Se lo mettessimo qui?Lo vedono di sicuro, no? Và che bello”
“Simo.Togli immediatamente il bussolotto da sopra il muretto. Ma ti pare che un bidone della spazzatura possa stare sul muretto di recinzione?”
Mi spegne qualsiasi iniziativa il Santo.
Però, devo dire che pensavamo che fosse molto difficile e noioso, invece una volta imparati gli scarti, è molto ma molto semplice e veloce. E anche bello, perché ti sembra davvero di fare qualcosa per l'ambiente. E non hai l'accumulo di spazzatura perché ritirano un po' tutto a giorni alterni. Ora non ricorro nemmeno più al menù, salvo casi eccezionali come quando rompo le palle ad Andrea: quelle ho letto che vanno nell'organico.
Se invece vuoi sbarazzarti della suocera devi chiamare il numero verde: Ritiro rifiuti ingombranti.

Poi non dite che non vi sono utile.

45 commenti:

  1. sei unica......
    buon fine settimana kiss

    RispondiElimina
  2. Mi sei stata utilissima perchè la cognata non sapevo proprio dove metterla, capirai quando si decomporrà quella dovremo stare attenti alle radiazioni nocive....:o))))
    Cmq anche noi qui si fa la differenziata da anni e i bussoli ce li hanno cambiati all'inizio dell'anno perchè mò muniti pure di targhette magnetiche personalizzate, vabbè vedremo se saranno utili sul serio...e stai tranquilla, non ci saranno multe per intralcio al marciapiede :o))))
    Buon weekend, besitos
    cri

    RispondiElimina
  3. Ahahahahah xD anche da noi è un'impresa... ci vorrebbe un contenitore per gli oggetti "non classificabili" :D

    RispondiElimina
  4. Anch'io voglio la targhetta magnetica personalizzata!Ma che è, un microchip??

    RispondiElimina
  5. Vai Simoooo!
    Sei grande!!!
    Domanda: e dove metti le buste delle lettere con la finestra in plastica???
    UAHUAHUAHUIAHUAAAAAAA!^___^
    Bacio.
    Nunzia

    RispondiElimina
  6. qui al posto dei bussolotti ci hanno dato dei bidoni gialli, ingmbrantissimi (ovviamente non entrano sotto il lavandino)... se hai il balcone e il giardino sei fortunato altrimenti speri che alla prima uscita qualcuno te li freghi (e qualcuno c'è anche riuscito)... comunque è vero: gli operatori sono permalosi: se gli gira male ti mollano il sacchetto perchè è troppo piccolo o troppo grande o troppo pesante o perchè gli è sembrato di vedere quslcosa che non ci va... all'inizio quei deficienti lasciavano i sacchi dove vedevano piatti di plastica!! 'gnrrant!

    RispondiElimina
  7. la differenziata dilaga, ottima cosa!

    noi pure abbiamo le targhette ed appioppano multe, giustamente, a chi continua imperterrito a mischiare le cose!

    all'inizio è stata dura ma poi è soddisfacente :-)

    RispondiElimina
  8. sì la targhetta è un microchip, dovrebbero essere lette ad ogni ritiro per pagare a fine anno il servizio effettivamente utilizzato....vedremo...
    cri

    RispondiElimina
  9. huhhahhhhahhaaa!!La mia era una battuta invece è un microchip per davvero???Come sono AUANTI!:-DDD

    RispondiElimina
  10. Chiedo venia, ma noi non la facciamo mai, anche se so che sarebbe buona cosa...

    RispondiElimina
  11. Ohhhhhhhh yesssssssss Simo, qui si fanno le cose serie o niente! :-DDDDD
    cri

    RispondiElimina
  12. Manca il numero di tel per il ritiro rifiuti ingombranti è possibile averlo???? ;)) Brava ed ecologica la nostra Simo!! Bacioni buon we anche a te,Simo

    RispondiElimina
  13. Amouuur, ho scoperto dopo ben 2 anni che vivo qui, che il tetrapack va nell'indifferenziato e non nella plastica, quindi sacchetto bianco e blu e non azzurro e che la multa, nel caso ti beccano, è allucinante!! Come l'ho scoperto?? Quel brav'uom del maritino ha fotografato un cartellone pubblicitario e l'ha ritoccato scrivendo in alto "Pour Madame Ce**amo!" M'è preso un colpo che non ti dico!! Cmq tresr, gliapotemofà! :P

    RispondiElimina
  14. PS: Il cartellone pubblicitario era per far capire a tutti i dementi come me come fare la differenziata ;)

    RispondiElimina
  15. Pure la differenziata la fai diventare una cosa simpatica! :)
    Qui da noi, in piena emergenza rifiuti, non danno nè sacchetti nè niente, ma a due km da casa mia c'è l'isola ecologica, per carta plastica e vetro, qualcosina-ina-ina la si fa, ma il resto è talmente un disastro...

    RispondiElimina
  16. Mi pare di capire comunque che paese che vai.. differenziata che trovi... mi spiego.. dove abitavo 2 anni fa, si metteva il vetro con le lattine.. dove sto ora no, 2 bidoncini separati.. Il tetrapack (come diceva Antonella) qui lo mettiamo insieme alla carta invece, BEN LAVATO mi raccomando.. così come devono essere lavate le latte e le bottiglie di vetro... insomma è un po' un casino, ma basta imparare... comunque tutti sti bidoncini non si sa mai dove metterli.. concordo sul diritto di ampliare la casa!!

    RispondiElimina
  17. Il tetrapak a noi lo fanno mettere insieme al vetro, lattine e plastica.Aiutooooo!!!!

    RispondiElimina
  18. almeno da voi funziona!!!!!!!!!!!!!!! da noi è durata pochissimo, alla fine noi facevamo la differenziata e loro la mettevano tutta insieme, mi vergogno!!!!!!!!!!!!!!! meno male che ci sei tu che pensi a farla bene noi ancora ci dobbiamo civilizzare.

    RispondiElimina
  19. Ah ah! Da me si fa subito! Si porta tutto all'isola ecologica (salvo poi che bisogna comunque dividere tutto!)

    *La Papera*

    RispondiElimina
  20. opss..ma voi cominciate solo ora???????Noi in Svizzera lo facciamo già da anni..anni..anni..non mi ricordo quanti,ma mi sembra che lo faccio da sempre...ci viene spontaneo e naturale.Però siete fortunate,noi lo dobbiamo portare a centri di raccolta da soli a parte i rifiuti verdi che ritirano sulla strada ogni tot giorni.Brave ,oltre noi e nostri figli dobbiamo proteggere anche il nostro pianeta che ci ha dato veramente tanto.

    RispondiElimina
  21. io resto a favore dell'indifferenziato: bruciare tutto. Patemi zero e corrente elettrica low cost. La differenziata (forse escluse carta e vetro) è una bufala, una green-bufala, una delle tante. Però è bello vedere i sacchetti della plastica volare per mezza provincia nelle serate di bora...

    RispondiElimina
  22. tesò, pure usciamo pazzi!

    ^_*

    baciuzzi

    RispondiElimina
  23. Mi introduco qui per invitarti alla mia iniziativa Share one day, questa volta dedicato alle donne, mi farebbe piacere che tu partecipassi...

    RispondiElimina
  24. ahahhahahaha Miiiitica.. che ridere leggendoti, noi non abbiamo di questi problemi.. da noi non la ritirano proprio la spazzatura :)

    RispondiElimina
  25. Simo ma tu lo sapevi che alle bottiglie di plastica va tolta l'etichetta e messa nella carta ,poi bisogna spiaccicarla tutta e rimettere il tappo?E un fazzoletto di carta sporco dove si mette?e il barattolo di latta dei pomodori pelati?che va lavato,tolta l'etichetta ?Maro'...meno male che qui ancora non è arrivata!! :-(

    RispondiElimina
  26. Da noi deve ancora arrivare.......Grandissima Simo ma...... la suocera nei rifiuti ingombranti viva o morta? E il cognato non posso buttarlo direttamente nel compattatore del mio supermercato? No forse è meglio non riciclarlo......uno basta e avanza........
    Un abbraccio
    Giaina

    RispondiElimina
  27. da noi la raccolta differenziata c'è già da tre anni almeno.E credimi, faccio ancora fatica a suddividere nella maniera giusta tutti i rifiuti. No, perchè, prova a pensare a quegli involucri di carta, che però sono a loro volta incastrati tra due fogli di plastica e per essere appeso al supermercato hanno un buco con i rivetti di alluminio. Allora, separa i due fogli di plastica, estrai la carta e smonta i rivetti di allumnio.Cioè, si fa sera se tutte le volte dobbiamo fare una cosa del genere! E poi da noi passano solo una volta alla settimana, perciò ti lascio immaginare che profumini girano d'estate! Senza parlare delle volte che si dimenticano di svuotare il bidone delle lattine e del vetro...un odore disumano!Anche noi abbiamo 4 bidoni e l'imballo per la carta...tra un pò usciamo noi di casa!! Ciao e buona fortuna con la tua raccolta! Kiki

    RispondiElimina
  28. Vedi? Il bello della casa indipendente! Io ho il balcone che sembra un distaccamento dell'isola ecologica... praticamente il marito, addetto allo smaltimento, si decide solo quando i sacchetti dell'umido bussano alla finestra... non ce la posso fare!

    RispondiElimina
  29. Almeno a voi hanno dato bussolotti e bidoncini... qui ci sono i contenitori per zona, ma a casa ci siamo dovuti attrezzare noi con bidoni grandi e piccoli, sacchetti di carta, biodegradabili, di plastica....

    RispondiElimina
  30. Da noi i bidoni sono condominiali...però sul mio balcone c'è una piccola oasi ecologica e per forza carta umido vetro plastica...ci vorrebbe un sottolavello multipiano!!!!
    Senti mi mandi il num dei rifiuti ingombranti???Ho giusto un paio di cognate da eliminare magari mi fanno lo sconto 3x2!!!
    Ciao buona domenica leti

    RispondiElimina
  31. dai Simo rimani un attimo frastornata ma poi ce la faiiiiiiiiiiiii!!!!! e questa volta è per un'ottima causa! pianeta pulito e per la suocera... ho i miei dubbi che la ritirino :-))))

    RispondiElimina
  32. Anche noi abbiamo cominciato quest'anno con la raccolta differenziata porta a porta dei rifiuti...all'inizio io mi sentivo esattamente come te e ho avuto più volte la tentazione di non differenziare e caricarmi in macchina la spazzatura e portarla nel paesino vicino al nostro dove non hanno ancora cominciata..Poi, grazie al pensiero di lasciare ai miei figli un mondo un po' più pulito e sano, mi ci sono messa d'impegno e devo dire che funziona, e pure bene!!! Per fortuna mi sono tolta il problema dell'organico, La mia suocera tiene l'orto percui tutto l'organico che abbiamo lo portiamo giù in giardino e lo usiamo per concimare l'orticello della nonna!!! Sai che ti dico, se all'inizio non ne imbroccavo una tra carta, plastica, indifferenziato e organico ora sono diventata bravissima e mi piace un sacco anche quando il mio pargolo di due anni mi urla da una stanza all'altra: " Mamma dove lo metto quetto... bu, osso,o vedde????!

    RispondiElimina
  33. Vedrai che tra qualche tempo ti verrà naturale buttare tutto al posto giusto!!!Quello dell'ingombro dei bidoni è un problemone, ora i poggioli se guardi in giro sono diventati i porta bidoni per eccellenza! Io ho adattato anche un mobiletto della cucina per farci entrare il bidone del residuo e non dovermi gelare 60 volte al giorno, per la carta uso la scatola grande di cartone degli oro saiwa (confezione da 3...) e quando è piena esco a svuotarla nell'apposito bidone. Il vetro e la plastica solitamente vivono dentro a borse sotto il lavandino, l'umido idem...insomma...abbiamo rifiuti imboscati un po' dappertutto...;)

    RispondiElimina
  34. Ho ricevuto il PREMIO SUNSHINE AWARD ’11 e poiché trattasi di un premio che si passa ad altri, lo passo a te...perchè sei unicissima!

    RispondiElimina
  35. gli inizi sono sempre un po' difficili, ma la soddisfazione per contribuire a creare un mondo migliore non ha prezzo... o tempo!^^
    io comunque un po' ho cercato di risolvere utilizzando "liquidi sfusi".
    Vicino a casa mia c'è un negozietto che vende detersivi di ogni tipo (per la casa e per la persona) sfusi: tu porti il tuo contenitore e loro te lo riempiono... risparmio un sacco di plastica! Certo il problema sta nel fatto che questi posti devono trovarsi vicino casa altrimenti quello che risparmi in rifiuti lo accumuli in gas di scarico della macchina per raggiungere il punto!
    Insomma... creare un mondo migliore non è facile mai! ma non esiste alternativa giusto?
    Baci e complimenti!

    RispondiElimina
  36. SIMOOO!! Se sapessi...io sono 3 anni che faccio la differenziata...e ancora non so dove vada il tetrapak...!!

    RispondiElimina
  37. La battuta finale è bellissima....ma la mamma del santo è tremenda? :)

    RispondiElimina
  38. ma da voi sono iniziati adesso con la raccolta differenziata?

    ma senti hai provato a chiamare i rifiuti ingombranti per vedere ed essere sicuri che prendono la suocera? io provero a sentire chissa che si prendono anche le cognate dalle lingue biforcute

    RispondiElimina
  39. 40 euri di bidoncini e la cosa più fastidiosa è che sono sempre pieni. Ogni tanto la piccolina di casa urla:- MAMMMMMAAAAA e questo dove lo metto?!- mentre uno le cartacce se le tiene in tasca e le nasconde negli armadi e cassetti e l'altro le lascia dove capita. L'altro giorno l'ho sgridato e lui tranquillo mi ha risposto:- Lo sai che sono pigro!!!-

    RispondiElimina
  40. Oh mamma Simo, ma fanno la multa veramente? No perchè anch'io mi sa che faccio un pò di casino ogni tanto...
    Non è che leggeranno il tuo blog e che ora mi avranno individuata? Mamma che ansia, ti capisco....spesso prende anche me :D
    Studierò di più....lo prometto ;)
    Caso mai se scopri qualcosa di utile tienici informati :D
    Un bacione

    RispondiElimina
  41. avevo bisogno di ridere e perciò ho pensato di passare da te!

    RispondiElimina
  42. è solo questione di abitudine... e lo diventerà molto prima di quello che pensi!!

    Federica

    ps. hai un template davvero grazioso!

    RispondiElimina
  43. io per fortuna ho il giardino quindi quando le buste sono piene e non c'è il ritiro le metto lì mio marito si è rifiutato d'imparare lascia tutto sul bancone della cucina con la scusa che non sà dove buttarlo, i child invece sono diventati più bravi di me

    RispondiElimina
  44. Ehehehehehehhe quella della suocera ci stava :-D
    E' proprio vero, dopo un pò che fai la differenziata ci prendi la mano. La cosa che mi da fastidio però è che ci scassano le palline a noi, però non hanno ancora risolto il problema degli imballaggi... Ma scusa, risolvi il problema alla radice no????
    Comunque, mi hanno detto che se non sai dove buttare un rifiuto perché non sai se è plastica, multimateriale o altro, conviene buttarlo nel residuo perché altrimenti si rovina il processo di riciclo... :-D

    RispondiElimina

Nel frattempo, visto il periodo, vuoi una tazza di thè?

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails