domenica 27 giugno 2010

CAMBIO E BORSA.FINANZA? MACCHE', DONNE.





57 secondi. Un tempo relativamente breve, ma anche inesorabilmente lungo. A me per esempio ci vogliono 57 secondi per capire quale tasto devo pigiare per mettere ski.

Voi che fate in 57 secondi? Cioè, voglio dire, son proprio una manciatina di numeri, ‘na cazzatina.

57 secondi.

E’ il tempo che è intercorso dalla domanda di Andrea “Amò, mi dai le chiavi della macchina?” a quando io effettivamente le ho trovate. Non che la borsa fosse improvvisamente esplosa la sera prima e quindi introvabile e manco la gatta se l’era portata nella cuccia. No. La borsa era lì. Sulla sedia (e dove vuoi che sia?)

57 secondi per trovare un mazzo di chiavi in borsa. Guardate che son tanti. Il rischio poi è che la mia mano venga fagocitata dalla borsa stessa. E la borsa non è nemmeno piccola, e penso sia proprio lì il problema. Più è grande, più roba ci metti. Al momento la mia borsa potrebbe contenere comodamente un cucciolo di alano o la scatola del veliero dei pirati della play mobil. Dico al momento perché mica è sempre stato così.

Quando ero giovinetta parecchio, c’era lo zainetto. Rosa, blu, pieno di scritte di uniposca, coi ciucci attaccati, gli scooby doo colorati e il glitter.

Poi passi alla fase “Quanto so’ figa” e c’hai la borsetta fashion, ultra alla moda, che non ti c’entra manco un pinolo, ma vuoi mettere? Niente tracolla, manico alla mano, dorata o argentata, nera o rossa poco importa, l’importante è che sia IN. Da sfoggiare, da far roteare maliziosamente, da dare in testa al guappo che ti importuna.

Poi quando sono diventata mamma son passata alla borsa-zaino. Quegli zaini in pelle che sembrano borse. Perché di fatto non hai l’età da zainetto, ma ti manca la praticità. Ti serve una borsa che ti permetta di avere le mani libere, e che non ti stia davanti come una borsa a tracolla. Il perché? Prova tu a caricare e scaricare un bambino di pochi mesi dalla macchina senza ritrovartelo nella borsa insieme al cellulare. Quindi fashion se vuoi usarla come borsa, buttata sulla schiena a mo’ di zaino per spingere il bimbo sull’altalena (se non vuoi che al ‘rientro’ becchi in pieno la fibbia della borsa. Nel caso, vostro figlio avrà un bel D&G tatuato sul cranio), per scaricare la spesa, per andare in bicicletta (e in quel caso, caro il mio scippatore, per avere la mia borsa devi prima sfilarmi la spina dorsale) e per camminare carponi senza intralcio quando il vostro pargolo ha nascosto le pastiglie del nonno sotto il divano.

Quando Alice è stata abbastanza grande da non avere più bisogno delle mie due braccia, ma solo della mia mano per un contatto mammesco, sono passata alla fase “Rosa, blu, glitterata o a pois, l’importante è che sia comoda. E funzionale.” Come una cucina. Quindi adesso le mie borse sono abbastanza grandi. E c’è di tutto.

Attualmente contiene:

Un portafoglio: grande come una mattonella di quelle che metti nella borsa frigo per refrigerare. Non sono per i portafogli piccoli,non mi c’entra niente, e non sono manco per il portaspiccioli. Io devo avere tutto a portata di mano, santino compreso.

Uno specchietto: a forma di mela, regalo di una mia cliente. Lo trovo molto utile e pratico.Non per mettermi il rossetto o incipriarmi il naso, ma semplicemente per togliere eventualmente la rucola tra i denti dopo essere stata in pizzeria.

Foglietti copri water:ecco, questi l’ho scoperti dopo aver avuto Alice. Noi donne sappiamo far pipì o altro anche in punta di piedi senza poggiarsi al water. I bambini no. A meno che non abbiate un cangurino al posto di un figlio, perché in quel caso potrebbe saltare sul cesso, e saltello dopo saltello la fa senza appoggiarsi. Chi di noi, in un bagno pubblico, non fodera la tazza con la carta? Ebbene, io ho trovato il copri cesso. Tanti foglietti che, una volta spiegati, coprono tutto il water e ti lasciano scoperto il buco.’ Na figata. Ovvio che a volte, quando sono in preda alla commozione per un film drammatico al cinema, frugando nella borsa li scambio per fazzolettini e mi ritrovo a spiegare il copricesso in pubblico. Macchècivoifà.

Fazzolettini: sempre e comunque. Mi ci soffio il naso, mi ci pulisco le mani, ci sputo i noccioli della frutta che mi porto appresso, mi ci pulisco eventualmente una sbavatura del trucco (sputacchiandoci un po’ sopra), e mi ci asciugo l’ascelle quando sudo. Se usate quelli profumati vi fa anche l’effetto di un deodorante.

Il cellulare: che quando squilla non lo trovo mai.E nemmeno quando non squilla.

Le chiavi della macchina, le chiavi della bicicletta, le chiavi di casa e le chiavi del negozio: in tutto una ventina di pezzi.San Pietro non c’è per nulla.

Amuchina gel: dai, lo so che ce l’avete anche voi. Con l’avvento della suina ci abbiamo fatto tutti il bagno con l’amuchina. Lascia un gradevole profumo: un misto di svelto mescolato con l’aceto balsamico.Ma ti uccide tutti i batteri a colpi di karate.

Occhiali da sole: che siccome che sono cecata già di mio, in una giornata di pieno sole potrei scambiare mio fratello per mio cognato. Non ci vado una cippa lippa e sono costretta a strizzare gli occhi per pararmi dal sole. Oltre a farmi venire le rughe, assumo le sembianze di uno shar pei.





E non è bello.

Un bloc notes e una penna: non sia mai che c’ho, chessò, un’illuminazione, un’idea, un’ispirazione, un neurone che mi recita una poesia, e io che faccio? Non immortalo? No, dico.

Un libro: quello attualmente in lettura. Ogni scusa è buona per leggere. Approfitto spesso dell’attesa dal dentista, dal medico o all’uscita della scuola. Una volta stavo leggendo un thriller nell’androne buio di un palazzo in attesa di alcune ricette da ritirare. Dall’ansia e dal terrore manca poco faccio fuori a ombrellate una vecchietta che è sbucata da una porta. Pora nonnina.

Pastiglie e compresse varie: si spazia da quelle per il mal di testa e quelle per la diarrea. Metti che mi capita all’improvviso un viaggio in Africa e son pronta.

Mollette, pinze, elastici e forcine: ma mica messe per benino in un astuccio. Ennò, sarebbe troppo facile. Sono sparse alla rinfusa in fondo alla borsa. Un giorno, addirittura, il portafoglio ci s’è fatto un’acconciatura.

All’occorrenza un po’ di trucchi e il profumo mignon. Ma solo all’occorrenza, tipo quando siamo invitati a un matrimonio, un battesimo o una serata di gala.Diciamo mezza volta l’anno.

Questa più o meno la borsa quando sono sola. Gli oggetti, quando la top family si sposta, aumentano in modo esponenziale.

Bottiglietta d’acqua: perché la pupa, fatti sì e no dieci metri, ha sete. Sempre.

Autan: perché il pupone, fatti sì e no dieci metri, viene punto dalle zanzare. Sempre. Sì, anche con 13 gradi all’ombra.

Stick per puntura di insetto: perché la mamma della pupa e la moglie del pupone a volte ci impiega 8 minuti per trovare l’Autan e nel frattempo uno sciame di zanzare si è pappato la sua famiglia.

Ombrellini da borsa: se la giornata non è delle migliori ci vuole posto anche per ‘sta roba. E la devo portare io…sì okay, non posso pretendere che Andrea porti l’ombrellino di Trilly o quello che pare una serra fiorita.

A volte ci sono richieste come “Amò, che mi porti il portafoglio, le chiavi della macchina e quelle di casa?” E io lo faccio volentierissimo, perché detto tra noi, l’uomo con la borsetta non mi piace troppo. Passi il marsupio tradizionale (che secondo come è messo ti fa avere anche delle grandi aspettative riguardo all’uomo in questione) o il marsupio monospalla (magari quelli sportivi, portati anche con una certa nonchalance ) ma il classico borsello da uomo anche no. Cioè, se voi o il vostro uomo lo porta, niente da dire, ma io adoro quando Andrea fa il gesto di prendersi il portafoglio dalla tasca posteriore dei jeans. Non so perché ma lo trovo molto macho. Fateci caso, si gonfia pure il bicipite. (Vi ho mai detto che la causa della mia pressione alta, sono gli ormoni? Che, s’era capito?)

Se poi è una gitarella, si aggiunge la macchina fotografica (magari ci scattiamo 90 foto) i crackers ( magari ci prende un languorino) il berretto (magari ci prende un’insolazione) e la cartina (magari evitiamo di perderci)

Attualmente vengo un filino alleggerita in quanto Alice porta la sua borsa o il suo zainetto quindi quelle tre o quattro cose se le porta da sola.Una penna, tre euro, e una forcina.

A volte è capitato che riponendo le borse e facendo pulizia nell’armadio veda cadere in terra alcuni oggetti che in una borsa sono indispensabili:

un cacciavite a stella

una forchetta di plastica

un lucchetto senza chiave

1000 delle vecchie lire

un biglietto del cinema del ‘98

e un cavatappi

Voglio dire, chi non ha queste cose in una borsa.

Ora vado ad allenarmi. Voglio vedere se riesco a trovare le chiavi della macchina in 10 secondi netti.Se ci riesco mi vedrete ai prossimi Giochi senza frontiere.


Tracce di questo post anche nel portale TentazioneMakeup.

30 commenti:

  1. Mi mancano ammuchina e coprigabinetto ma aggiungo mini pc e ogni tanto mini caricabatterie, un pacco con assorbenti che lascio in ogni borsa ò_ò e poi fa ridere ma da quando ho smesso la pillola quando sono in pre ciclo anche una bustina con delle mutande nel caso iniziassero le rosse a sorpresa =D

    RispondiElimina
  2. una borsa?
    mi sembra il contenuto di uno zaino da 75 litri che uso per andare una settimana in montagna...

    RispondiElimina
  3. Ruz, perché non hai visto la valigia! :-D

    RispondiElimina
  4. Ahah! Più o meno la mia borsa è come la tua! Per sentirmi a posto devo avere sempre con me determinate cose e mi tocca quindi portarmi dietro borse grandi come trolley! Poi logicamente mi si sfondano sempre.. ottima scusa per comprare borse in oltranza! Bacio!

    RispondiElimina
  5. ciao simo, leggendoti mi rendo conto che noi donne siamo tutte uguali.
    il contenuto della mia borsa e' pari al tuo . avendo una figlia di 26 anni non porto piu' acqua e anti zanzare .
    in piu' io ho mp3 , carica cellulare e chiavette usb per il miei blog,perche' lavoro un po' a casa e un po' dal negozio.
    pensa che aspetto con ansia un tuo nuovo post per sorridere un po'.
    e lo condivido sempre con mio marito e se c'e' anche mia figlia.
    continua cos' facci sorridere.
    volevo ringraziarti perche' ho conosciuto madis grazie al tuo banner.
    baci

    RispondiElimina
  6. La fase della borsettina mignon fashion non mi ha nemmeno sfiorata: sono passata dallo zainetto di scuola alle borse enormi, dove ovviamente non trovo mai una beatissima!Spesso mi parte l'embolo convinta di aver perso il portafoglio, e invece l'infido si va a ficcare negli angolini!Il cellulare non ne parliamo: non lo trovo nemmeno se lo metto nella tasca fuori in isolamento!
    Bellissimi i foglietti copriwater, li dovrò cercare: a me scappa la pipì ogni mezz'ora e ogni volta incarto il cesso manco dovessi regalarlo per natale: se capita scrivo anche un biglietto su un assorbente e faccio un fiocco con un tampax!
    Bacioni Simoooooooo

    RispondiElimina
  7. Siamo davvero tutte uguali Simo, sfioriamo l'indecenza!!! Che bello però quando ci chiedono "non è che per caso hai uno sturalavandini portatile in borsa?"... e tu TAAAAAAC! Ravani 57 secondi e lo trovi! :)

    RispondiElimina
  8. la prox descrizione simo sarà la valigia per le vacanze.
    Ma quanto pesa la tua borsa? Io cellulare, portafoglio, chiavi, occhiali da sole e fazzoletti. L'amuchina non ce l'ho, ma mi sa che la comprerò anche io! Ciaooo

    RispondiElimina
  9. ah ah ah!Io le ho tutte!Più
    -un paio di mutande (pulite!) e uno di calzini (e quando tiro fuori qualcosa inevitabilmente scivolano fuori anche loro!)
    - viti ... ma non so perchè, cpomunque ne ho una buona ventina!
    - 2 cucchiaini (sporchi!) dall'ultimo yogurt chè poi ogni volta vado in bagno a sciaqcuettarli
    - spazzolino e dentifricio
    - un maglioncino che non si sa mai!

    però mi mancano i fazzolettini e l'amuchina...e se piove anche l'ombrello (ma se c'è il sole, ovviamente ce l'ho!)

    RispondiElimina
  10. A me 57 secondi sembrano pochi!! Domani mi cronometro e poi vedo ;-)
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  11. mmm io tengo solo il portafoglio, il cellulare, le chiavi della macchina, gli occhiali, i fazzolettini e la macchina fotografica...mio marito porta un borsettina sportiva contente il portafoglio, le chiavi, il portaspiccioli e il cellulare, nella tasca dei jens non gli entrano tutte queste cose!!!

    RispondiElimina
  12. A parte la fase dello zainetto, perché mi manca un figlio, ho passato tutte le altre fasi... però io da buona maniaca delle borse (sì, sono fissata con le borse più che con le scarpe!) la cambio ogni giorno, e quindi mi tocca pure travasare tutta quella montagna di roba (esattamente quella che hai tu, a parte i copriwater e l'autan!) da una borsa all'altra...
    che fatica essere donna!

    RispondiElimina
  13. Oddio sembra la mia!!!!
    delle volte ho l'impressione che qualcosa si aggiri sul fondo pronto a mordere...

    RispondiElimina
  14. Simo come le racconti tu ste cose non le racconta nessuno. Grazie d'esistere! Ancora una volte mi hai cambiato in meglio la giornata!
    W le borse alla Mary Poppins

    besitos

    RispondiElimina
  15. Io ho una borsa enorme. Il mio usa una specie di mail bag, comodissima ma lui ci mette tanta roba! Tanta!!! Però quandop mi regala una borsa va in escalation: sempre più grande. L'ultima che mi ha regalato è una shopping bag E.N.O.R.M.E.!!!

    Le conseguenze, le puoi solo immaginare!!!
    Il problema più grande, però, è quando c'è il cambio borsa. Mi ci vogliono 57 minuti per decidere cosa spostare e cosa no....

    E si, essere donne l'è proprio dura!

    RispondiElimina
  16. Grande Simo!!!
    Anch'io borsa enorme con tutto ciò che serve e che potrebbe servire! E poi si aggiunge il maritino con "mi tieni portafoglio, potatessere, libretto auto, chiavi, cellulare,....".
    Unico neo?
    Quando per caso prende in mano la mia borsa mi chiede: "quanto pesa! ma amore, sei sicura che ti serva proprio tutto?" :)

    RispondiElimina
  17. Io sono come te :) compresa Amuchina e stick antipuntura. Mi manca solo l'ombrellino.
    Spiando nella mia borsa, aggiungo: mutande per me e per il mio Nano; portabiglietti da visita che contiene tutte le tessere dei supermercati; chiavetta usb; cornetto portafortuna rigorosamente regalatomi da un amico napoletano; il rescue remedy dei fiori di Bach; 2/3 liste della spesa per negozi vari, tipo Decathlon o il negozio di bricolage...
    Anch'io urlo W le borse Mary Poppins.

    RispondiElimina
  18. ma lo sai che proprio questa mattina scartabellando alla ricerca delle chiavi dell'ufficio mi è saltata fuori una forchetta di plastica? e io a pensare "ma che è sta roba"?!??? io però dentro c'ho anche una chiave del 14, non si sa mai che mi cada la catena della bici mentre sono per strada ;-)

    RispondiElimina
  19. quanto hai ragione simo...quando i bimbi erano piccoli era piu pesente la mia borsa che portare entrambi in braccio!!adesso mi limito al pannolino di lory e le salviettine,ciucci e miele,un ricambio per entrambi creckers acqua e tutto quelle cose inutili che ti ritrovi smepre in borsa tipo volantini,bustine delle varie merendine scontrini di anni penna che nn scrive mai ecc. infondo si dice vedi cosa ha una donna in borsa per capire com'è!!!ecco io incasinata!!!bacioni tesoro,imma

    RispondiElimina
  20. non parlarmi di borse... io sono incinta da 4 mesi e ho ancora 2 assorbenti in borsa... non si sa mai eh!!! poi la pinzetta per le sopracciglia, il rasoio, caramelle, tessere di vari ipermercati, fazzoletti USATI anche da una vita che restano li fino all'autodistruzione, caricabatteria per cellulare, anzi cellulari, salviettine normali, salviettine intime, spazzolina per capelli e mi fermo qui che è meglio!!!

    RispondiElimina
  21. Uhm..io nella borsa porto anche una borsa di ricambio, nel caso si dovesse rompere la borsa che porto!
    E' successa 'sta traGGGedia due anni fa in aeroporto a Londra...non vi dico il panico...
    PERCHE' 'STE COSE NON ACCADONO MAI A DUE PASSI DA CASA, eh no...troppo comodo! Grrr!

    Simo...sei sempre più la mia IDOLA, giassai!
    :-)

    RispondiElimina
  22. Simo il contenuto della mia borsa è pari al tuo tranne il copri cesso e l'amuchina, in compenso io ho un grembiule, le cannucce e degli stuzzicadenti che quando esci a mangiare non li hanno mai quindi... Un bacio!

    RispondiElimina
  23. Uguale! Uguale! aggingi set per cucito, agende di questo e dell'anno passato, portafortuna di vario tipo, lima per unghie, scatola di fiammiferi o accendino(neanche fumo) ..... Non si può uscire se non si ha tutto ciò appresso...
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  24. Io oltre a tutto quello che porti tu, ho sempre scontrini, fazzolettini usati (per pulire gli occhiali...), tutti i "pizzini" da quelli della spesa a quelli degli altri, la busta paga oltre vari opuscoli dei vari supermercati per le offerte...

    RispondiElimina
  25. per ovviare al fatto che dentro la borsa ci faccio entrare la spesa di una settimana, mi cucio borsette piccole piccole così dentro ci stanno a malapena i fazzoletti, il cell (ma anche no!) le chiavi e il portafoglio...però il pacchetto del prosciutto o della bresaola ce lo faccio entrare comunque, sia mai che ti prende un attacco di fame improvvisa mentre prendi di mira quel paio di sandali che ti fanno impazzire...
    cmq...da oggi sono una tua seguace....sei troppo uno spasso!
    Bacioni Alessia Caramella!

    RispondiElimina
  26. E le salviettine Saugella intima?? Anni fa tenute per eventuali incontri fugaci...ora usate per lavare le mani sporche di gelato del Piccolo Tigro...
    Simo, se passi da me c'è un contest che potrebbe interessarti.
    Baci!!

    RispondiElimina
  27. Io mi adoro quando mi sento così vicina a voi! :-)
    Bimbe siete troppo mitiche, le mutande mi mancano!
    Benvenuta Alessia Caramella!
    Presumo che per il prossimo post dovrò avvalermi degli appunti...

    RispondiElimina
  28. Ahhh Simo, bell'argomento...
    Io sono proprio come te, borse che sembrano valigie... ma stranamente non ci sta mai dentro niente (che poi quelle grandi le fanno con una tasca sola, o al massimo due, che non ti riesci a mettere a postino le cose... seondo me lo fanno apposta!)
    E non riesco mai a trovare nulla, ravano per minuti e minuti... cosa che mi fa innervorsire una cifra.
    A me mancano però l'amuchina (mai voluta) e i copriwater, ma incompenso ho 2 cell, 3 chiavette usb, 3 schedine per la macchina fotografica, batterie, agendina...
    :)
    un beso

    RispondiElimina
  29. Fantastica la tua lista di oggetti da borsetta, m'hai fatto spanciare col copricesso!!!
    In effetti credo sia utilissimo, per i bimbi più che altro, perché noi 'adulte' (che parolona :)) negli anni abbiamo appreso abili e sopraffine tecniche "drenanti" e riusciamo a gestirci senza sfiorare il wc.
    La mia borsa è tipo la tua, per cui ti capisco benissimo!!!!
    Solo che la mia ha la pratica taschina porta trucchi (mi sono organizzata, prima erano sfusi in borsa e non ti dico le ravanature per trovare la matita
    occhi!!)
    Si,perché io non mi trucco mai a casa tranquilla davanti allo specchio prima di uscire, ma sono una di quelle che si mette il mascara mentre guida, o si strappa i peli dal mento con la pinzetta al semaforo....insomma la macchina ormai è il mio salone di bellezza.
    Vado a leggermi i post che mi sono persa, un bacioneeeeeeee

    RispondiElimina

Nel frattempo, visto il periodo, vuoi una tazza di thè?

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails