sabato 15 gennaio 2011

TI SCATTERO' UNA FOTO




Cosa hanno in comune Simo e Cranberry? Manco una lettera del nome, verrebbe da rispondere.

Invece queste due hanno in comune una foto.

Ovviamente adesso potete immaginarvi le seguenti opzioni:

-sono state scelte per fare un calendario

-hanno vinto un concorso fotografico semplicemente spedendo la foto tessera della carta d’identità

-hanno scattato una foto alla stessa ora dello stesso giorno.

Niente di tutto ciò.

Quello che è successo ha dell’incredibile, na roba che è più facile credere che un alieno sia appena entrato in casa mia.

Cranberry mi ha chiesto di farle una foto per chiudere in bellezza il libro di cucina che ha preparato in occasione del suo contest.

Ora. Che io sono rinco si sa. Ma che Cranberry fosse pazza ancora io non lo sapevo. Perché per chiedere a ME di fare una foto quando lei stessa e milioni di persone fanno delle foto stupende, c’è da chiedersi se la ragazza batte pari. Ma così è stato. C’è da dire che Cranberry e Blueberry (il fidanzato), mi hanno dato questo incarico dopo aver visto tutte le tazze che io ho a disposizione. Sappiate che un negozio di articoli per la casa ne ha meno.

Partita con un “Senti Simo, avresti mica due tazze…tanto pè sapè…”

E arrivati a “Due tazze? Ma tesò, c’ho una stenderia di roba che te non puoi capì. Che tazze vuoi? Colorate? Stile inglesi? Da caffè?Da thè? Da caffelatte?Bianche? A fiori? Quadrate?”

sentivo nell’aria che mi avrebbero commissionato un lavoretto. E così è stato.

Dapprima mi sono sentita euforica, poi sono stata assalita da un’ansia da prestazione che non vi dico.Della serie “Chi me l’ha fatto fare, a me non riesce di sicuro”.

Per fare le cose per bene ho deciso di mostrare ‘alla strana coppia’ tutto l’armamentario che avevo a disposizione e domenica scorsa è iniziato l’ambaradam.

Ho apparecchiato il tavolo da pic nic davanti alla finestra e ho cominciato a tirar fuori tazze e tazzine, servizi e cucchiaini.

Alice e Andrea mi guardavano come se trafficassi vestita da porcellino d’india. A pensarci bene mi muovevo come tale.

“Allora, questo qui…no. Questo qua. Questo sta meglio qui, no, di là…ecco, il fiore lo metto qui…”

“Simo, che stai facendo?”

“E’ per una foto…Cranberry…”

“Cran?..”

“…Berry”

“Ah. Capisco”

“E’ per un libro di cucina…questo lo metto qui CLICK!...”

“Vuoi che ti aiuti?”

“Sì, passami la tazza blu…ho detto blu!Quella è turchese! CLICK!”

“Non in questo senso. Vuoi che ti aiuti con le foto?”

“Ma questo è solo il catalogo” Ma come parlo? Certo è che mi sono lasciata prendere la mano.

“Ah. Okay. Un libro di cucina.” Quello che amo di più in lui è che se anche mi vedesse trafficare in casa con una caldaia montata sopra il divano e gli dicessi ‘Sto creando’ lui non farebbe una piega. In questi casi la parola magica è “E’ per il blog”.

La terrò in considerazione un domani partissi di brocca e mi trovasse a letto col postino.

Avevo allestito un set che manco Oliviero Toscani. Avevo tazze e tazzine da tutte le parti, scattavo in preda a un raptus, cambiavo la disposizione dei cucchiaini nemmeno fossi un ambulante con il gioco delle tre carte.

CLICK!

CLICK!

CLICK!

Metto tutti gli scatti nel piccì e le invio a Cranberry convintissima che mi dicesse “La ringraziamo della sua proposta, ma ci abbiamo ripensato. Le faremo sapere”.

E invece Bianca e Bernie che fanno? Accettano. Dopo avermi fatto complimenti a go go per tutte le ‘caccavelle’ che tengo (per me son tazze, perché mi rifiuto di bere il latte in una cosa che inizia per cacca), scelgono quelle che gli piacciono di più (e che a suo tempo son piaciute pure a voi).

Sono al settimo cielo. Sìììììììì!!! I miei complementi di arredo vengono scelti per chiudere in bellezza un libro di cucina!

Ora viene il bello. Dallo schizzo al capolavoro. Okay, confesso che Blueberry mi ha dato fiducia dicendo “Io sono un grafico, dove non arrivi tu, ti aiuto io. Segui i miei consigli…” e da lì son partiti tutta una serie di suggerimenti per fare una bella foto.

“Devi usare una tovaglia bianca” ce l’ho. Non so ndo cazzo è, ma ce l’ho. A costo di ribaltare l’armadio, la troverò.

“…su sfondo bianco, tipo il muro della tua cucina…” da una parte gli è andata di culo che in casa mia non ci sono pareti colorate, dall’altra mi sono lasciata prendere dal panico perché trovare un muro libero in casa mia è facile come farmi prendere a Miss Italia.

“…non ci devono essere ombre sugli oggetti…” Bhè. Certo. In che senso? Aiuto.

“…dovresti posizionare due luci laterali…” due luci laterali? Che ci accendo, due scooter dalle parti?

Fatto sta che mi annoto tutte queste informazioni e mi metto al lavoro con la rassicurazione di Blueberry “Simo, non ammattire, se non ci riesci, sistemo io quella che mi hai mandato. Sono o non sono un grafico? Posso mettere, togliere e aggiungere qualsiasi cosa”

Sono stata tentata di mandargli una mia foto e farmi aggiungere una quarta. Così, per vedere l’effetto che fa. Che bello sognare.(l’ultima frase l’ha detta Andrea).

Ma io se prendo un impegno lo porto alla fine meglio che posso. E allora via alla creazione!

Ho allestito il set…in camerina. Non lo nego.Ho apparecchiato la scrivania di Alice che è vicino alla finestra. Il Signore mi ha regalato un bel sole, e mia zia una bella lampada che ho piazzato a destra, l’abat-jour di Alice a sinistra. Manca poco mi scatta il salvavita. C’era un fascio di luce che sembrava stesse per atterrare un ufo. Ho stirato la tovaglia, ho mangiato un biscottino controvoglia, sono andata a comprare altre uova perché nel frattempo ce l’eravamo mangiate, ed ecco qui il mio risultato:


Cranberry ha scelto una tonalità diversa (la potete vedere qui), mentre io ho scelto il seppia con sfumatura. Il perché è presto detto:questa foto è stata battezzata dalla ‘strana coppia’ ‘La casa nella prateria’, e credo che con questo effetto da me scelto renda più l’idea.

Quindi in questo post chiamatemi Laura Ingols.

Okay, ora potete tirarmi i pomodori. Non sarà un granchè ma è piaciuta a Cranberry per il suo libro e questo è l’importante. Grazie a questo scambio di mail e foto abbiamo avuto l’occasione di conoscerci ancora di più e, a me personalmente ha fatto un immenso piacere (Cranbè è na forza) Hanno fatto e stanno facendo un ottimo lavoro per la realizzazione di questo libro dove dentro ci saranno tutte le foto e le ricette delle mie amiche cuochine. Cran e Blue (Berry) è stato un piacerissimo ed è stato un onore lavorare con voi. (potrei preparare i discorsi a Obama, nevvero?)

Sono stra-orgogliosa di chiudere in bellezza il vostro libro di ricette.

E ora vi lascio che devo andare a mungere le mucche e ritirare le uova nel pollaio. La vita nella prateria è anche questo.

Vostra Laura Ingols.

31 commenti:

  1. oooooooooooooooooo là !!! visto mo' che se capace anche tu di fare delle foto bellissime!??!?! e fai pure il paio con mia moglie e la sua collezione di tazze.....................!!

    RispondiElimina
  2. Dario, non puoi capì quante ne ho. Trovassi un modo per fare un collage ve le farei vedere.
    Grazie per il complimento, detto da te vale il doppio :-)
    Ma va là, troppo buono!

    RispondiElimina
  3. Sei irresistibile!!!!!!
    Dici che funziona quella scusa in caso di postino nel letto????

    RispondiElimina
  4. ahahhaha...>Simocisiamofattiuna marea di risate!;D
    Sei stata grandiosa!
    Unica pecca....
    emh...
    Blueberry non è il mio ragazzo!:D
    E'un mio amico :) il mio ragazzo è quello che critica tutte le mie ricette come se fosse un grande chef!
    Per il resto...il bianca e berny ci sta alla perfezione!:D
    ahahahahah

    RispondiElimina
  5. Come non è il tuo ragazzo? Sì sì dicono tutte così...
    Sappi che nel mio cervello Blue è il tuo ragazzo, non ce n'è. Cranberry, Blueberry anche te però... :-DDD
    E allora dov'è il tuo ragazzo? Come si chiama Strawberry? Londonderry?
    Devo sapèèèèè!!!!!!

    RispondiElimina
  6. Grande Simo!!!!!!!!!!
    Forte quest'idea del "e' per il blog".... ci devo lavorare un pò su......ahahahahahah
    Smack!!!!!!!!

    RispondiElimina
  7. Carissima Laura, vuoi un po' anche delle tazze mie? Perchè io non so più dove metterle e non è che posso far dormire fuori i miei figli, no?
    ;-D
    Cmq foto meravigliosa, complimentissimi!
    Mò sgancia un biscotto plissss! :o)))
    Bacio
    cri

    RispondiElimina
  8. Ciao Simona (o Laura Ingols)
    arrivo qui dal blog di Cranberryna.. mi hai fatta morire dalle risate con questo tuo post!
    Volevo farti i complimenti per la foto, davvero davvero bella! Chiude in bellezza un libro che non potrà essere che meraviglioso..
    Allora.. piacere di conoscerti!
    A proposito... anche io ero convinta che Blueberry fosse il fidanzato di Cran!!!!! Mi sa che la situazione è alquanto ambigua! Ahahahahah

    RispondiElimina
  9. La magica frase: "E' per il blog!!"... sììììì :-DDDD
    E quando li stordiamo di racconti pieni di nick, link, click :-))))?? Che Amori questi mariti!!
    La foto è bellissima, anche a me piace di più seppiata... la brocca e il cestino e le tazze splendide!!!

    RispondiElimina
  10. Piacere Yaya e benvenuta!
    Per quanto riguarda la situazione di Blueberry io ci metto del mio in quanto rinco. Ti giuro che mi ero fatta un film anche se Cranbè, da quello che scrive è piuttosto chiara :-)
    dai consoliamoci, siamo noi che in quanto romanticone li avevamo già classificati come due cuori e un mouse.E il nickname ci ha tratto in inganno :-D
    Comunque da parte mia rimane una gran figura di merda che si aggiunge alle innumerevoli che ho fatto. Olè.

    RispondiElimina
  11. Ma vedo che la passione per le tazze colpisce senza pietà...un po' come quella per scarpe e borse ;)la foto è molto carina e da davvero l'idea di casa nella prateria...a presto laura

    RispondiElimina
  12. Piccolalory, sennò perché lo chiamo Santo? :-DDD

    RispondiElimina
  13. Tesorina... punto uno, in quanto a caccavelle... sei imbattibile!! Ma ndò le trovi? Devo cambiare casa e cominciare a scovare e collezionare anche io queste chicche! ^_^ Punto due, la foto è meravigliosa!! Non mi parlare di luce... l'unico punto di casa mia dove ne arriva un pochino è... sul bracciolo del divano, e vai di salti mortali per non immortalare il termosifone dietro o la twingo del vicino!! Brava brava brava la mia Simo bella!! :D

    RispondiElimina
  14. Allora sei ti la Simo!!!!!!!!!!!
    brava, è bellissima.

    RispondiElimina
  15. scusa sei tu la Simo!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  16. Ma Simooooo sei bravissimaaaaa!!!
    E poi, abbiamo in comune una collezione di tazze non indifferente!!! Anche io le adorooo!!!
    Baci tesoro mio!

    RispondiElimina
  17. Simona, semplicemente favoloso.... Ti immagino a fare l'Oliviero Toscani della situazione... 'na favola!!!
    Complimenti la foto è bellissima, però forse io la preferisco più bianco e nero come l'hanno scelta i committenti... ma anche con l'effetto seppia non è male!!! Bravissima...

    RispondiElimina
  18. io non lo so, ma ogni volta che ti leggo, mi sembra di vedere le scene che racconti!
    mi fai morire e la foto...la foto!!! la trovo veramente bella!
    baciotti Simo!

    RispondiElimina
  19. Simo, questa storia ha dell'incredibile, più andavo avanti a leggere più mi dicevo :"certo che la vita è strana".
    Cioè, mi manca un pezzo per chiudere il cerchio...ma come facevano a sapere che avevi un casino di cacc....ah scusa...di tazze?
    E' stato un caso? Boh....mistero sempre più fitto, spiegabile solo se qualcuno mi conferma che cranb e blue sono dei veggenti e sapevano che la tua foto sarebbe stata perfetta....
    In effetti è molto bella.....
    Brava Simo, sono felice che sia tu a chiudere il libro!
    un bacio

    RispondiElimina
  20. e brava lei...bella storia, bella foto, insomma, che dire...
    ma dimmi la verita': quel biscottino troppo contro voglia non te lo sei mangiato,vero???
    baci,de

    RispondiElimina
  21. Bellissima foto. E dà proprio l'idea di colazione nella "casa nella prateria"! Oh quanto mi piaceva da piccina quel telefilm, a ripensarci adesso però avevano tutti una serie di sfighe mica da ridere!

    RispondiElimina
  22. Ciao mitica Simo!
    A parte che anche io preferisco bere il latte nella "tazza" (^___^), la tua foto è molto molto bella...mi dovrai passare le dritte per fare delle belle foto...in genere le mie fanno sempre abbastanza schifo!
    MI fai schiattare e la frase " è per il blog" mi ha fatto proprio morì!!!
    Baciotto.
    Nunzia

    RispondiElimina
  23. Anche a me piace più la tonalità sepia invece che bianco e nero...comunque sei stata bravissima, molto anni 50...hai un altro mestiere in mano!!! ;)

    RispondiElimina
  24. MA non sapete quante altre caccavelle possiede!!!
    mi ha mandato foto di tazze e zuccheriere che credevo avesse svaligiato qualche negozio di liste di nozze per fare le foto!:D
    ahahahha
    Simoncina...on è detto che qualche altra fotina la uso in qualche altra pagina...ci sta il servizio blu che ci piace proprio...vedremo :P

    PS...yaya...anche tu...e pure sul blog lo scrivo sempre che Blueberry è un mio amico...!:O
    Il mio "vero" fidanzato cmq continua a ridere sempre quando gli faccio leggere i commenti, quindi per ora sto tranquilla:D

    RispondiElimina
  25. ma il vostro comune denominatore è la Pazzziiiiaaaa!!!bastava che lo chiedevi a me ;PPP La foto è stupenda!l'ho vista da Cranby ed è azzeccatissima per il libro :DDD ciccè mi manchi!Secoli fa giravo,guardavo,scrivevo...anno nuovo ma la Simo resta sempre ineguagliabile :DDD 'nè che oltre che scrittrice (vedi libro) ci diventi anche fotografa professionista!? Smackkete!!!

    RispondiElimina
  26. Simoooooooooooo ^__^ Sei una forza :)
    Ma ora che so che hai tazze tazzine tazzotte tazzulelle e di tutto di piuuuuuuuuù...che me la scatti una foto pure a me? Mi manca sempre quella giusta!
    Comunque quella foto è proprio bella, a chiusura del libro ci sta una chicca.
    Besos mon chery :X

    RispondiElimina
  27. Ma chi ti ferma più??????????
    Sai qual'è il bello di tutto questo secondo me???.E' che quando tu sarai famosa noi potremo dire"la conosco!!! seguivo il suo blog,eravamo in contatto su FB!!!" insomma ci faremo gerandi grazie a te, perciò continua così noi continuiamo a fare il tifo per te.
    Ciao mitica!!! Buona domenica Leti

    RispondiElimina
  28. Sei troppo forte! Non posso che seguire questo meraviglioso blog.
    Ti aspetto anche da me, se ti va!
    a presto!

    RispondiElimina
  29. Ciao Simona, sono capitata sul tuo blog ieri pomeriggio, dopo aver letto un tuo commento sul blog di Alessandra-MammaPapera (anche lei "scovata" di recente)... tutte ste informazioni sia mai ti venisse in mente "ma questa chi è e che vo'?", e tra una cosa e l'altra alle 3 di stanotte, nel silenzio più silenzioso che una casa abitata da 5 persone possa produrre, ancora ridevo come una pazza leggendo i tuoi post... alle 3 e mezzo ho pensato che fosse meglio andare a dormire!
    La foto delle tue cac... tazze è bellissima!!!

    RispondiElimina
  30. ora pure fotografa! Simo ma sei grande che bella la foto di Laura opssss la tua :-) è davvero da casa nella prateria e io la amo tantissimo! e anche tutte quelle sopra sono bellissime ma quante tazze hai? baciii

    RispondiElimina
  31. :*DDD anch'io dico sempre al mio Compare "E' PER IL BLOG!" quando mi vede far robe strane... (il postino lo passo perchè quello che viene da noi non vale la pena... :DDDD )

    La foto mi piace un casino, sia la versione seppiata che quella in b/n e TUTTI i miei stracomplimenti per l'incarico avuto e magnificamente portato a termine (e mi rubo pure i consigli di Blueberry! ^^ )

    Un bacione e... ammò voglio sapere qual'è il libro! Andrò a trovare Cranberry! Bacio!

    RispondiElimina

Nel frattempo, visto il periodo, vuoi una tazza di thè?

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails